Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Fulgori dall'Abisso

Nel regno sotterraneo dei popoli stellari

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

L'autore narra altre vicende d'interazione con la civiltà di Clarion: l'ennesimo incontro con l'operatore extradimensionale Suell nella base sottomarina al largo del mar Ligure e il viaggio compiuto a bordo di un velivolo anfibio, fino ad uno dei loro avamposti sommersi in Antartide.

Riporta le informazioni ricevute e le meraviglie vedute nelle loro città sotterranee, in quei favolosi occulti territori nelle viscere della Terra annoverati dalle tradizioni esoteriche e mitologiche come il leggendario regno di Eldorado, l'esotica Shambala o il fosco Ade, l'Inferno che la cultura religiosa ha così concepito per schiavizzare attraverso il terrore l'intera umanità.

AUTORE

Maurizio Cavallo, nato nel 1952 e abitante a Vercelli, è giornalista, relatore ufficiale in congressi internazionali, docente all'Università Popolare di Vercelli, membro di vari gruppi di ricerca, ed è fondatore e presidente del centro di Ricerche Filosofiche Clarion. E' anche artista conosciuto (con il nome di Jhlos) apprezzato in Italia e all'estero per le sue poesie, psico-pitture e opere musicali di suggestiva intensità. Ha partecipato come ospite a diverse trasmissioni televisive, italiane e straniere, sulle reti nazionali e private.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 23 febbraio 2016

è difficile recensire questo libro senza che il proprio pensiero travalichi il dato oggettivo,la narrazione in quanto scelte lessicali e di forma son affascinanti e trainanti da una parte,ma con forse una propensione all'accentuazione poetica che rallenta la lettura a tratti,in ogni caso il risultato è di spingere il lettore ad addentrarsi nella fruizione del racconto,il fatto poi di credere alla storia rimane comunque una questione personale,non per l'impossibilità dell'accadimento,anzi,son dell'avviso che la realtà sia sicuramente più vasta di quello che si crede e che vita nel cosmo vi sia,caratterizzata da esseri con un loro percorso evolutivo sia spirituale che tecnologico,e l'uomo ne fa parte,di questo percorso cosmico,è la storia dell'autore a cui si può credere o meno,ma a parte tale aspetto,il libro in questione si presenta come una lettura che ammalierà il lettore trascinandolo in un viaggio molto singolare ed anche evocativo.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 dicembre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Libro bellissimo, Cavallo è un eccellente scrittore e il messaggio che veicola da parte degli alieni è molto bello. Specie in questi ultimi tempi dove esperti manipolatori stanno mettendo in testa alla gente la fobia degli alieni che alla fine è solo una scusa per incolpare qualcun'altro del nostro vuoto interiore. Ho sempre sentito che non poteva essere così e mi ritrovo in ciò che dice Cavallo. Spero che l'autore torni a condividere al pubblico altre esperienze.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 10 giugno 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Questo libro come i due precedenti è veramente meraviglioso. Il modo di scrivere dell'autore Maurizio Cavallo coinvolge fortemente e ti trasporta con l'immaginazione nei mondi da lui visitati. Spero di leggere in un prossimo futuro altri racconti delle sue avventure con gli esseri di altri mondi.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 20 settembre 2012 Acquistato sul Giardino dei Libri

Bello, bello, bello. Ricco di utilità. Vertiginoso, implacabilmente vertiginoso, eppure carico di sostegno. Poesia per l'anima, nutrimento per la mente. Grazie all'autore.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 19 aprile 2012

Chi conosce l’autore e sa di cosa parla troverà nel suo libro la continuazione dello straordinario viaggio interiore ed esteriore che egli intraprese nel lontano 1981; per coloro che invece leggendolo balzeranno in piedi sulla poltrona, io mi auguro che trovino alfine la chiave per un sereno risveglio. Ancora una volta abbiamo la sua conferma: al di là delle nostre umane sensazioni esiste una ben più vivida realtà, sia nel cosmo sia sotto i nostri piedi. E' appassionante leggere di popoli a noi sconosciuti che vivono fraternamente e in armonia con la natura, rispettando le piccole e le grandi leggi dell'Universo. E' stupefacente il suo elenco di razze, descritte per origine e fattezze; spero che chi gestisce seriamente l'informazione scientifica possa finalmente recepire qualcosa di serio. Maurizio, in un incessante lavoro, ha dedicato gli ultimi trent’anni della sua vita affinché le parole del Cielo giungessero fino a noi. Ascoltiamo queste parole, forse è rimasto ancora un po’ di tempo.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 11 aprile 2012

Lontano dalla mediocrità dello stile imperante, anche questo terzo libro della trilogia siderale ci restituisce con sapienza l’atmosfera e le suggestioni di un’esperienza estrema ricca di tensione morale e bellezza struggente. Al mistero della vita e al mito sono dedicate pagine musicali e immagini pittoriche liberatorie e terribilmente illuminanti. La sfida alla logica comune aiuta a decostruire le paure, a ricercare un vero contatto con la Terra, e predispone alla crescita delle nostre capacità, nella magnificenza dell’esistere. Un prontuario quintessenziale per orientarsi responsabilmente verso una nuova temperie. Isadora

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 aprile 2012

Fulgori dall'abisso. Mai le parole di un libro sono state così reali e disarmanti, in grado di far precipitare il lettore ai limiti di ciò che la nostra coscienza tiene celato negli anfratti più remoti. Leggendo il libro si è travolti da un oceano di sensazioni che concretizzandosi in forti emozioni , coinvolgono il lettore al punto da renderlo partecipe delle esperienze vissute e raccontate con disarmante sincerità da Jhlos. Chi si appresta alla lettura con la volontà di afferrare e ricercare nelle parole ciò che Jhlos mette a disposizione dell’umanità, potrà cogliere l’essenza di ciò che da sempre siamo stati e sempre saremo. Questo libro è un’ulteriore opportunità concessa a noi poveri umani. Matteo

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 aprile 2012

Ho letto l'ultimo e meraviglioso libro di Jhlos. Ad ogni pagina, riga, parola il mio cuore rimbombava di una felicità nuova, inaspettata, quasi senza senso...Le sue parole, come dolci poesia hanno aperto un varco nel mio animo e sebbene io abbia terminato il libro, quelle parole, quelle emozioni, si stagliano ancora nel mio cuore irradiando la medesima serenità, emozione, felicità o meglio LIBERTA'. E ogni volta che io richiamo alla mente le frasi del libro, tali emozioni avvampano in me, crescono, mi avvolgono di felicità...sento vibrare in me la bellezza di quello che l'autore ha vissuto e inspiegabilmente sento di farne parte. Sento che il mio cuore, urlando, scalciano, dimenandosi mi sta svegliando alla meravigliosa musa che già suona le note del "prossimo futuro". Ringrazio dal profondo del mio cuore Jhlos, per aver condiviso con l'intera umanità le proprie esperienze e spero che ogni uomo leggendo il libro trovi in esso spunti da cui partire alla ricerca della "dolorosa libertà" ma che una volta abbracciata, tutto irradia di una stupenda felicità e delle più belle e indescrivibili emozioni! Manuele

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 agosto 2012 Acquistato sul Giardino dei Libri

A me non è piaciuto, è stato molto deludente. Tutto il libro è pervaso da un tono depressivo che lo rende piuttosto tetro. La prosa barocca e ridondante stanca e spesso confonde i concetti anziché chiarirli. Il discorso che viene riportato del visitatore da Clarion nella base sottomarina non mi pare convincente, si riduce a una specie di predicozzo non privo di contraddizioni. Ci sarebbe altro ma mi fermo qui.

Commenta questa recensione

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su