Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 35 punti Gratitudine!


Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione EBOOK

La versione digitale è subito disponibile per il download

Il Fuoco nella Testa

Uno studio sullo sciamanismo celtico

 

Clicca per ingrandire

Con l'acquisto di questo articolo riceverai in omaggio il prodotto "Lillà - Crema Corpo Avvolgente 100 ml"
Valido per ordini superiori a 29,00

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Uno studio sullo sciamanismo e l'immaginazione celtica: analizza i miti, i racconti, gli antichi poeti e narratori celtici, descrivendo le tecniche usate per accedere al mondo degli sciamani.

Lo sciamanismo è essenzialmente un modo di vedere la realtà, e allo stesso tempo per agire all'interno di questa visione della realtà.
Lo sciamano percepisce l'universo in mod diverso dagli altri esseri umani e fa esperienze dirette che trascendono quelle delle persone normali.

Gli elementi comuni dello sciamanismo, presenti nella maggior parte delle culture cha hanno una solida tradizione sciamanica, sono i seguenti:
1)gli sciamani sono in grado di accedere a un particolare stato di coscienza, nel quale 2) sperimentano un viaggio nei regni non-ordinari dell'esistenza, dove 3) raccolgono conoscenza e potere che usano poi per se stessi o a favore di altri membri del loro gruppo sociale.

Lo studio dello sciamanismo celtico è un compito travolgente e affascinante che affronata due tipi di fenomeni, lo sciamanismo e la spiritualità celtica. La loro comprensione può ancora oggi rivelarsi estremamente utile per la crescita spirituale dell'uomo moderno.
Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 31 dicembre 2015

Non avevo mai letto libri di sciamanismo, questo è stato il primo e ne sono rimasta piacevolmente colpita; il libro di Tom Cowan mi ha permesso di appassionarmi all'argomento e, a lettura conclusa, posso dire di voler leggere altro sullo sciamanismo. Come molti di voi sapranno, sono appassionata di cultura celtica e il fatto che questo saggio parlasse di un aspetto della religiosità di questo popolo mi ha spinto a richiederlo, non sapendo bene cosa aspettarmi. Quello che mi sono ritrovata a leggere è un testo approfondito e ben strutturato, che si legge con la velocità e l'interesse di un romanzo. Nelle prime pagine l'autore introduce velocemente lo sciamanismo per poi fare un breve excursus della cultura e del popolo celtici nelle sue generalità. Il lettore dunque apprende la personalità dello sciamano e i requisiti che egli deve avere, così come l'iniziazione allo sciamanismo e le caratteristiche principali di questa antica pratica religiosa. Tom Cowan focalizza fin da subito l'attenzione del lettore sullo sciamanismo celtico, che va a integrare la grande spiritualità di un popolo antico che non smette di affascinare e che presenta alcuni punti in comune con un altro popolo dal grande fascino, quello dei nativi americani. Come forse saprete, i Celti avevano un tipo di spiritualità molto vicina alla natura e ai suoi molteplici aspetti; Cowan li analizza tutti, soffermandosi soprattutto sui tratti sciamanici della religiosità celtica. Dopo averci offerto una visione d'insieme di quelli che sono i fondamenti dello sciamanismo, l'autore analizza paragrafo per paragrafo, capitolo per capitolo, tutta la cultura celtica, facendocela leggere in chiave sciamanica. Il lettore scopre così che i racconti tradizionali, i miti, le leggende e tutto ciò che appartiene al folklore celtico è in realtà da rivedere sotto la luce dello sciamanismo. E' così che l'autore ci racconta le storie dei rapimenti delle fate, delle divinità del pantheon celtico e degli eroi del ciclo arturiano e feniano, facendocele vedere sotto una luce nuova e spirituale. Ma Cowan non si limita a questo: anche i simboli, le usanze e le superstizioni legate ai luoghi vengono riviste e studiate dal punto di vista dello sciamano. Come dicevo poco sopra, Cowan scrive in modo scorrevole, semplice e chiaro; il suo saggio non è mai noioso, anzi, quasi avvincente. Il suo studio sullo sciamanismo celtico non è mai superficiale, ma profondo e condotto magistralmente. Nonostante io non avessi mai letto nulla al riguardo, non ho avuto alcuna difficoltà a comprendere i fondamenti dello sciamanismo, anche se credo ci voglia una buona informazione di base sulla cultura celtica prima di affrontare la lettura di questo interessantissimo saggio. Quella che Cowan ci propone in Il fuoco nella testa è tutta teoria, non troverete tra le sue pagine esercizi pratici sulle tecniche sciamaniche. E' stato molto interessante, oltre che bello, leggere questo saggio. Trovo che sia vero che i libri della Crisalide cambino qualcosa dentro chi li legge, fino ad ora nessun libro di questa casa editrice mi ha delusa e sono uscita cambiata da ogni lettura. Il fuoco nella testa ha messo in me il seme della curiosità per lo sciamanismo e spero vivamente di riuscire ad approfondirlo molto presto; non mi sarei mai aspettata di avvicinarmi a questo argomento e di interessarmene in questo modo, è stata una piacevole sorpresa e consiglio vivamente a tutti coloro che sono appassionati di cultura celtica, di folklore e di antiche religioni di procurarsi questo libro e leggerlo, perché in esso ho trovato un piccolo, grande gioiello.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 5 aprile 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

È sempre un piacere leggere un buon libro, ben scritto, scorrevole e interessante. Non è il primo libro che leggo di Tom Cowan, quindi è una conferma. Non è un manuale e non pretende di esserlo, è un atto d'amore e passione verso la cultura e la spiritualità celtiche, raffrontandole con altre tradizioni, vicine e lontano per ritrovare quella comunanza di sentire ed essere che tutte unisce. I Celti non erano spirituali erano semplicemente vivi in tutto. Visitando luoghi reali e fantastici si passa di tappa in tappa a riscoprire un passato comune a gran parte dell'Europa che è sempre bello ricordare. Eh sì... un po' di nostalgia viene, ma mi piace quella porta aperta ancora oggi per chiunque non si accontenti di quattro mura intorno a sé. Quel che ci resta dei Celti sono pochi resoconti di osservatori, miti, racconti, poesie, frammenti che ordinati in maniera differente possono comporre mille mosaici diversi. Questo libro non aggiunge niente sui Celti che già non si sia letto ma è una bella composizione e merita una lettura da parte di chi sia appassionato di Celti e di Sciamanesimo. Indice Introduzione (pag 11) 1 Varietà dell'esperienza sciamanica (pag 21) 2 Cambiamento di forma, teste tagliate e la rete della vita (pag 42) 3 I margini del crepuscolo (pag 66) 4 La musica che incanta (pag 89) 5 L'anima della natura (pag 128) 6 La gente della foresta (pag 162) 7 Viaggi pericolosi (pag 193) 8 La morte: il 'centro di una lunga vita' (pag 215) Conclusione (pag 242) Note (pag 245) Bibliografia (pag 256)

Commenta questa recensione

Scritto da: - 3 gennaio 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Un libro magnifico, dettagliato nell'analizzare i vari temi della mitologia e dello sciamanesimo celtico, secondo me insieme a John Matthews è uno degli scrittori in assoluto da leggere se si vogliono approfondire queste tematiche

Commenta questa recensione

Scritto da: - 11 luglio 2012 Acquistato sul Giardino dei Libri

si legge in maniera scorrevole, i contenuti sono pertinenti e molto interessanti, segno di una notevole ricerca di dati e fonti attinenti. Mi è piaciuto molto e mi è stato utile per la rievocazione storica.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 16 aprile 2012 Acquistato sul Giardino dei Libri

Questo è un interessantissimo studio su un argomento poco trattato ovvero lo sciamanesimo celtico. Non è un libro che propone esercizi ma gli argomenti trattanti sono estremamente interessanti. Il libro spiega le analogie che ci sono fra la cultura e la spiritualità celtica e lo sciamanesimo anticamente diffuso in tutto il mondo. Prende in esame gli archetipi, la mitologia e alcune usanze dei Celti e compara la figura del druido a quella dello sciamano. Fra gli argomenti trattati: il cambiamento di forma, la musica che incanta, l’anima della natura, i portali per entrare nell’altro mondo, il viaggio alla ricerca del Graal, la concezione della morte. Un libro imperdibile.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA