Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 30 punti Gratitudine!


Germano d'Argento - Alcolismo

Scritti e testimonianze

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

"Sono oltre 30.000 anni che l'uomo ha appreso il modo di produrre alcol attraverso il semplice processo della fermentazione. Recenti scoperte archeologiche hanno dimostrato questa sorprendente capacità che ritenevamo risalisse a tempi molto meno remoti. Sono dunque migliaia e migliaia gli anni durante i quali è proseguito tra l'uomo e l'alcol il rapporto di amore e di odio.

Di Amore perché se consumato in piccole quantità può essere considerato benefico alla salute attraverso la sua proprietà vasodilatatrice che favorisce la circolazione sanguigna. Di Odio perché i danni causati all'organismo da un uso eccessivo e prolungato sono sempre gravissimi e possono portare in tempi relativamente brevi anche alla morte.

Dal processo iniziale di fermentazione per mezzo del quale si ottenevano bevande di limitata gradazione alcolica, si è passati alla fase della distillazione, ottenendo in tal modo prodotti, come la grappa, di forte gradazione. È evidente che aumentando la percentuale di alcol nei liquidi ingeriti, crescono in modo esponenziale i danni sofferti dall'organismo i cui organi principali vengono intossicati con un processo quasi irreversibile.

Non è mia intenzione elencare quali siano le conseguenze alle quali va incontro un individuo dedito all'alcol. Altre persone, con maggiore competenza hanno dettagliatamente sviluppato questo argomento. Mi preme invece mettere qui in evidenza il modo subdolo con il quale l'alcol riesce a conquistare le sue vittime.

Da un primo contatto che genera euforia e benessere, si passa in un periodo di tempo più breve del prevedibile ad una vera dipendenza, per poi precipitare nella tragedia dell'alcolismo. La Stampa Sera ha pubblicato parecchi temi su questo argomento, partecipanti al premio il "Germano d'Argento". Per mancanza di spazio, non tutti però hanno avuto la fortuna di apparire sul giornale.

Con il presente volumetto desidero rimediare a questa discriminazione, non voluta, a danno dei meno fortunati, pubblicando tutti gli scritti ricevuti. Anche nel 1991 sì premierà quel tema che verrà scelto, come il migliore, da una qualificata giuria. Sia questi scritti che quelli che perverranno, hanno il grande merito di sviluppare, attraverso ottiche diverse, il grave problema dell'alcol.

E se il messaggio che portano servirà per informare tante persone, distogliendole dalla strada che stanno imboccando, potrò ben dire di avere raggiunto lo scopo che mi sono prefisso."

F.E.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su