Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 24 punti Gratitudine!


Gli Stati Molteplici dell'Essere

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Guénon in quest'opera ha esposto la sua visione dei vari livelli di realtà che si giustappongono nella totalità dell'esistenza.

A ciascuno di questi livelli corrisponde uno "stato" e lo "stato" umano vi apparirà come "uno stato della manifestazione" accanto a tanti altri. La visione tradizionale, propria di Guénon, rivela in queste pagine l'impalcatura metafisica che la sorregge: un'impalcatura ancora una volta in piena consonanza con la dottrina vedantica, che fra tutte le forme della tradizione sembra essere stata per Guénon la più capace di esporre discorsivamente tale ordine di verità.

E l’orizzonte che qui si spalanca è quello di una conoscenza totale, poiché «“il conoscere” e l’“essere” sono le due facce di una medesima realtà». Non solo, ma la nozione di conoscenza si distacca da quella usuale in Occidente, sempre «teorica e rappresentativa», per offrirsi invece come «perfetto adeguamento alla Possibilità totale». Infatti «nell’Universale non dobbiamo distinguere tra intelletto e conoscenza, né, di conseguenza, tra intelligibile e conoscibile: poiché la conoscenza vera è immediata, l’intelletto è rigorosamente una cosa sola con il suo oggetto».

AUTORE

René Guénon (Blois 1886 - Il Cairo 1951), matematico, metafisico, esoterista francese, viene considerato il rappresentante principale del Tradizionalismo Integrale. Iniziato all’esoterismo islamico, si trasferì al Cairo nel 1930 dove rimase sino alla morte. Collaboratore di molte riviste, ma soprattutto di Le Voile d’Isis, poi Études Traditionnelles, con centinaia di articoli. Il suo primo libro è stato Introduzione generale allo studio delle dottrine indù (1921), cui ne seguirono altri sedici: tra essi La crisi del mondo moderno (1927). Una dozzina di raccolte di articoli è apparsa postuma. Due di esse, Forme tradizionali e cicli cosmici e La Tradizione e le tradizioni, sono state pubblicate in Italia dalle Edizioni Mediterranee. Fieramente antimoderno, ha sostenuto l’esistenza di una Tradizione Primordiale da cui sono derivate tutte le altre, la prevalenza della contemplazione sull’azione e dell’Oriente sull’Occidente. Il suo incontro critico con Julius Evola avvenne nel 1925. Lascia un immenso epistolario con molteplici personalità, purtroppo per la maggior parte inedito.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 13 maggio 2015

La fusione tra pensiero e atto, tra idea in forma di potenza e azione immediata sul piano della presente realtà, del divenire che si snoda come un serpente senza fine, è il principale argomento affrontato dall'iniziato Guenon. La dicotomia tra essere ed apparire, tra il "nous" e le sue innumerevoli manifestazioni - iato che sorge con il pensiero egizio prima e con l'ermetismo greco-romano poi -, viene dolcemente ripianata con una nuova quanto antica coscienza di sé, tratta dalle somme speculazioni teoretiche fatte da Guenon sul Vedanta. Libro non facile da leggere ma certamente uno scalino irrinunciabile su cui far salire le nostre anime in cerca della Verità Suprema. Insistete là dove incontrate delle apparentemente insormontabili difficoltà di interpretazione perchè dopo ne verrete fuori trasformati: Guenon è così, va amato o odiato. Buona lettura!!!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 17 aprile 2013

molto semplicemente questo libro è un piccolo capolavoro!!l'autore spiega con rarissima erudizione le possibilità di manifestazione della vita,e novità,anche quelle di non manifestazione,spesso definite non essere,che non è come si può pensare il nulla o vuoto....si parla quindi di vita fisica,sottile e via dicendo,di esistenza individuale,sopraindividuale e del tutto,comprendente essere e non essere,alla luce di questo,prendono nuovo(ma in realtà assolutamente antico e tradizionale)significato certi concetti metafisici,in primis quello di reincarnazione o trasmigrazione...a modello viene preso il vedanta,visto da guenon come assolutamente fedele alla tradizione...

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su