Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 54 punti Gratitudine!


Guida alle Pratiche Fondamentali del Buddismo Tibetano

Trasformare la confusione in chiarezza

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Trasformare la confusione in chiarezza: In tibetano, l’insieme delle pratiche fondamentali è chiamato ngòndro, che significa ‘ciò che viene prima. Il ngòndro racchiude i principi essenziali condivisi da tutti gli insegnamenti buddhisti, quelli relativi al non sé, all’impermanenza e alla sofferenza. È uno strumento per trasformare in esperienze dirette i concetti di compassione, karma e vacuità, che rischiano di rimanere teorie interessanti senza alcun impatto sulla vita quotidiana. Può cambiare il modo di pensare a se stessi, di intendere le proprie capacità, e di relazionarsi con gli altri. Presenta possibilità tanto immense e profonde che cercare di comprenderlo nella sua interezza può apparire un compito soverchiante. Per questa ragione, è importante ricordare che va praticato un passo alla volta.Suddiviso in quattro pratiche comuni e quattro pratiche particolari, il ngòndro comprende i quattro pensieri che volgono la mente al Dharma (le contemplazioni sulla preziosa vita umana, l’impermanenza, il karma e la sofferenza), il prendere rifugio, la purificazione, la pratica del mandala (o accumulazione di saggezza e merito), e infine il guru yoga.

Mingyur Rinpoche delinea tutte le sezioni del ngòndro in grande dettaglio, soffermandosi in particolare sui dubbi e le difficoltà che sorgono spesso per gli studenti occidentali. La sua esposizione, ricca di aneddoti tratti dalle sue esperienze.

AUTORE

Mingyur Rinpoche nasce nel 1975 in un piccolo villaggio al confine tra il Nepal e il Tibet. Figlio minore del rinomato maestro Tulku Urgyen Rinpoche, assieme ai suoi tre fratelli Chokyi Nyima Rinpoche, Tsikey Chokling Rinpoche e Tsoknyi Rinpoche viene avviato in giovane età allo studio della meditazione. Dapprima studia col padre al monastero Nagi Gonpa, un piccolo eremitaggio nella valle di Kathmandu, poi, a undici anni, si trasferisce allo Sherab Ling, sede di Tai Situ Rinpoche, dove, due anni dopo, inizia il tradizionale ritiro di tre anni. Appena diciassettenne viene nominato maestro dei ritiri dello Sherab Ling, e dopo tre anni ricopre la carica di abate. Nel 2007 porta a termine la costruzione del monastero Tergar a Bodh Gaya, un centro di studi buddhisti internazionale aperto sia ai monaci sia ai laici. Nel giugno 2011 Mingyur Rinpoche lascia il monastero di Bodh Gaya nel cuore della notte e senza portare nulla con sé. Passerà i quattro anni seguenti come yogi itinerante. Maestro dei lignaggi Karma Kagyu e Nyingma del buddhismo tibetano, grande esperto delle tradizioni dzogchen e mahàmudrà, Mingyur nutre anche un profondo interesse per la fisica, le neuroscienze e la psicologia occidentali, che lo ha portato a collaborare a studi sugli effetti prodotti dalla meditazione sul cervello di praticanti avanzati. In questa collana è già stato pubblicato il suo libro Calma, empatia e visione profonda.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 12 agosto 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Spiega molto chiaramente cosa è il Buddhadharma in tutti i suoi aspetti. Il Libro è utile sia per studenti alle prime armi sia a chi è già più addentrato nell'argomento. La lettura è molto interessante. Non sarebbe male averlo in formato e-book.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su