Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 19 punti Gratitudine!


Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione EBOOK

La versione digitale è subito disponibile per il download

Ho Vissuto Più di un Addio

La vita, la morte, la guarigione, il cancro

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Medico e ricercatore di fama internazionale, David Servan-Schreiber scoprì a soli trent'anni di avere un tumore al cervello con una prognosi di pochi anni di vita. Decise allora non solo di lottare, ma di raccontare la sua esperienza e le sue ricerche nel libro Anticancro, che in poco tempo diventò un vero metodo di cura e prevenzione per centinaia di migliaia di pazienti.

Ma a distanza di diciannove anni il cancro è tornato, e in una forma ancora più aggressiva. In queste pagine Servan-Schreiber si pone domande cruciali, strazianti, e straordinariamente lucide, sulla vita. Non c'è sconfitta, né rassegnazione nelle sue parole. Soltanto la consapevolezza che in momenti simili ogni cosa appare sotto una luce diversa e che occorre prendere in mano le redini della propria esistenza, e con coraggio, senza abbandonare mai la speranza, fare un bilancio.

E affronta anche la domanda più dura: il suo metodo anticancro funziona davvero? La risposta è netta ed è sì, perché gli ha concesso molti più anni - anni intensi e gratificanti - rispetto all'infausta prognosi iniziale.

In questa riflessione che via via diventa il suo testamento spirituale, Servan-Schreiber mostra come persino la prova estrema della morte possa dare più ricchezza alla vita. Come le stesse risorse naturali che aiutano nella malattia possano aiutare anche ad affrontare serenamente la fine. Come ciò che facciamo, ciò che doniamo, ci farà restare per sempre nel cuore e nel futuro di chi più conta per noi. In sintesi, ci dimostra che il nostro addio non sarà definitivo.

"Quando non si può più combattere contro la malattia, rimane ancora una lotta da intraprendere, quella per affrontare bene la morte: salutare come si deve le persone che si devono salutare, perdonare le persone che si devono perdonare, ottenere il perdono delle persone da cui ci si deve far perdonare. Lasciare messaggi, sistemare le proprie cose. E partire con un sentimento di pace e 'connessione'. Avere la possibilità di preparare la propria partenza è in realtà un grande privilegio." David Servan-Schreiber

AUTORE

David Servan-Schreiber (Neuilly-sur-Seine, 21 aprile 1961 – Fecamp, 24 luglio 2011) è stato uno psichiatra, giornalista e ricercatore francese, che ha lavorato a lungo negli Stati Uniti. È stato condirettore del laboratorio clinico di Neuroscienze Cognitive presso l'Università di Pittsburgh, dove esercitava anche come psichiatra. Ha raggiunto la notorietà per avere proposto un metodo di cura basato su tecniche terapeutiche di medicina alternativa.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 13 aprile 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Mi è piaciuto il modo di scrivere veloce, semplice. Il contenuto fa sicuramente riflettere ed entrare in un mondo da cui a volte volutamente, per paura, ci allontaniamo. Ma la morte è parte costante della nostra vita e l'autore ci aiuta a capire come dovremmo affrontarla.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 4 febbraio 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

ho trovato in questo libro un grande senso riflessivo sulla vita al punto in cui l'autore si avvicina al "Grande Ritorno"...è un libro vero...sincero ...in cui si pone interrogativi a cui risponde con autenticità ...!!!l'ho trovato a voltè un po' analitico ma questo modo di non calarsi appieno nelle emozioni forse ci dà un senso di discrezione che l'argomento merita..... da leggere come ricordo di una persona luminosa e bella...

Commenta questa recensione

Scritto da: - 27 giugno 2013

E' arrivato il momento di leggere anche questo libro. Che non avrei mai MAI voluto leggere. .......................................................................................................................

Commenta questa recensione

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su