Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

In Rifornimento

Avvertimi quando disponibile

I Cedri Sonori della Russia - Anastasia - Il Primo Libro

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Questo libro parla di una donna eccezionale, che possiede il dono di curare l'Anima e il corpo umano.

Il famoso imprenditore della Siberia Occidentale, Vladimir Megre, in una delle sue carovane commerciali sul fiume Obi’, incontra Anastasia – donna straordinaria – incontro che gli cambierà radicalmente e per sempre il corso della vita. Il libro racconta dei tre giorni vissuti dall’autore nella taiga siberiana in compagnia di Anastasia.

Quanto è particolare questa eremita, quanto sono interessanti le sue visioni sull’umanità, sulle sue condizioni di vita contemporanea – sono le caratteristiche del racconto fatto da Megre in un linguaggio che non pretende di essere nemmeno lontanamente letterario. L’autore, che è un profano nell’arte letteraria si trova spinto dal desiderio di presentare all’umanità la filosofia di Anastasia e scrive un libricino che, poco dopo diventa un vero fenomeno.

Letto e capito, il libro riesce a percorrere una sua misteriosa via. È stato venduto, dal lancio fino ad oggi (e solo nella Federazione Russa) in oltre 10 milioni di copie.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 22 giugno 2016

Il libro eccezionale!!! Da legere a tutti a chi interessa il senso della vita.Fa capire come siamo collegati con la natura,con l'universo-siamo tutt'uno!.Non c'è niente per caso.Si legge come un romanzo,ma é molto di più.Ci sono 10 libri di questa seria.Nessuno non rimane indifferente! In consigliatissimo!!!😉👌

Commenta questa recensione

Scritto da: - 16 agosto 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

un libro che mi ha subito incuriosita per il titolo (mi chiamo così!) e che ha un non so che di magico. Da leggere, dona tanti stimoli...

Commenta questa recensione

Scritto da: - 18 gennaio 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

La storia è sicuramente insolita ma non l'ho trovata particolarmente entusiasmante o di ispirazione. L'ho letta come si legge un romanzo , niente di più ...

Commenta questa recensione

Scritto da: - 4 marzo 2013

Questo primo libro ripercorre gli inizi dell’incontro tra l’autore/protagonista Wladimir Megre, fino a quel momento (siamo nei primi anni Novanta) im-prenditore russo totalmente concentrato sulle sue attività commerciali e mercantili, e Anastasia, un incontro “del des-tino” gravido di conseguenze a breve, medio e lungo ter-mine, per il futuro scrittore, per la comunità dei suoi let-tori, sempre più folti e attivi nel mondo, e per l’umanità in generale. Megre abbandonerà infatti la sua precedente vita per dedicarsi, proprio come Anastasia gli aveva predetto, a quanto era di più lontano dai suoi interessi e dalle sue ca-pacità: la scrittura, per far conoscere anche agli altri uo-mini, attraverso libri sorprendentemente ispirati dal punto di vista della forma e dei contenuti, il rivoluzionario mes-saggio d’Amore di Anastasia, mentre i suoi lettori, accom-pagnati passo, passo nella esemplare vicenda umana di Wladimir, finiscono per condividere il suo personalissimo viaggio dell’anima, si identificano sempre più con il prota-gonista, con i dubbi e gli interrogativi iniziali (chi è vera-mente Anastasia? Come fa a sapere tutto quel che sa sper-duta nella lontanissima Siberia? Da dove vengono i suoi eccezionali poteri e le lungimiranti profezie?) e proprio come Wladimir, senza risparmiarsi scetticismi, diffidenze e tutte le possibili contro-argomentazioni razionali dell’uomo moderno, iniziano tuttavia a sentire le parole e le concezi-oni di Anastasia come inesorabili “verità del cuore” che si dischiudono e lentamente cambiano le loro esistenze… E’ successo così a milioni di persone, in ogni regione del glo-bo, succederà probabilmente anche in questa incredula e sfiduciata Italia, specie se tra un libro e l’altro non passerà troppo tempo e non si perderanno, insieme al filo della narrazione, le singolari sensazioni e le sorprendenti idee che lo animano… Il primo, magnetico, incontro con il mondo di Anastasia si dispiega, nelle parole e nei ricordi di Wladimir Megre, nelle oltre duecento pagine del primo Libro (sem-plicemente titolato Anastasia) in cui il lettore imparerà a conoscere ed apprezzare le molteplici proprietà (anche cu-rative) del cedro siberiano, sarà incantato dalla bellezza, dall’innocenza e dalla infinita sapienza di Anastasia, e comprenderà meglio, attraverso le sue particolari giornate e le sue colte spiegazioni, i fitti scambi e la singolare intesa con le piante e gli animali che la circondano, l’importanza della Natura, che ogni uomo deve imparare a rispettare, ad accrescere e ad amare in tutte le sue manifestazioni, poiché in essa è ogni possibile principio di vita e di risanamento. Scoprirete così che ad Anastasia, nel pur sconfinato amore per l’umanità, stanno particolarmente a cuore i “giardinieri del mondo (i dačnici), coloro che lavorano la terra in piccoli appezzamenti”, e che ha precise idee su come ciascuno debba curare il proprio giardino, con cui deve essere in quotidiano contatto, perché solo informando di sé ogni giorno i semi delle piante che si coltivano, i frutti che ne scaturiranno saranno in grado non solo di nutrire al meglio l’organismo umano ma anche di guarirlo in caso di ma-lattia… Questa straordinaria donna utilizza quotidiana-mente il suo “raggio” (una capacità di “visione a distanza” che le consente di entrare in contatto con ogni essere uma-no in qualunque luogo o situazione egli si trovi), per aiuta-re le persone a migliorarsi, a riconoscere e coltivare l’amore nella propria vita, ad agire per il Bene. Ma dopo il primo, fugace incontro con Wladimir Megre (coincidente con una delle tante spedizioni dell’imprenditore russo lun-go il corso dell’Obi’, quando si è a lui presentata in incogni-to, camuffata come una qualunque ragazza del posto), Anastasia si è innamorata dell’uomo e ha concepito il gran-dioso sogno destinato a cambiare le vite di Wladimir e dell’intera umanità: che egli ritornasse nella grande città a scrivere di lei, a far conoscere a tutti gli uomini, attraverso l’opera letteraria, un nuovo modo di vivere, apprendere e amare la Natura, diffondendo nei loro cuori la bontà, la sapienza e una diversa consapevolezza del futuro. Solo che in Anastasia non c’è mai finzione, la purezza e l’autenticità sono la sua essenza, e come le parole le sgorgano sempre da sinceri moti dell’anima, corrispondono alla verità dell’essere, così i suoi sogni, desiderati ardentemente e con pienezza d’animo, sono destinati inesorabilmente a realiz-zarsi, a farsi realtà. Se ne accorge con sgomento e inizi-almente molto disappunto Wladimir Megre: quel che Anastasia gli aveva predetto, si va realizzando, e nel libro sono sorprendentemente contenute combinazioni di lettere e formule di frasi (ispirate a Wladimir dalla eccezionale donna siberiana) che hanno il potere di suscitare nei lettori sensazioni e sentimenti luminosi, stati d’animo che influ-iscono positivamente su tutti gli organi, che guariscono il corpo e l’anima aprendola alla comprensione della Verità e ad un flusso inesauribile di informazioni e di energia. Come avviene nelle preghiere e nei testi sacri, la parola assume un valore curativo, le combinazioni di lette-re di Anastasia saneranno fisicamente e spiritualmente, illumineranno gli uomini, inducendoli a contrastare ciò che è oscuro e nocivo per l’umanità, a riconoscere il Bene ed alimentarlo. Così da pochi essi diventeranno tanti, i molti aiuteranno anche gli altri nella comprensione e tutti insieme si potrà uscire dalla profonda crisi dell’era moderna (“l’epoca delle forze oscure” secondo Anastasia), verso un futuro di luce e di amore. ...

Commenta questa recensione

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su