Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 32 punti Gratitudine!


I Ching di Ernst Bernhard

Una lettura psicologica dell'antico libro divinatorio cinese

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 16,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 143
  • Formato: 13,5x21
  • Anno: 2015

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Ernst Bernhard aprì il mondo conservatore dell’Italia del dopoguerra al pensiero di Jung e alla cultura europea, diventando la guida delle menti migliori della sua generazione.

«Un individuo insolito che si occupa di cose insolite», diceva di sé. Utilizzava il libro divinatorio de I Ching come aiuto diagnostico, dandone un’interpretazione tutta nuova, chiara e interamente psicologica.

Nel 1959 dettò questo commento a Carla Vasio, disseminandolo di perle gettate con tiro secco e sicuro: al lume dell’antica saggezza dell’alternanza, insegnava a vivere l’incertezza come momento vitale, creativo.

«Una storia straordinaria e un personaggio straordinario».
(Tullio Kezich)

AUTORI

Luciana Marinangeli, allieva a Ginevra della psicolinguista M.A. Sèchehaye e dello junghiano Mario Moreno a Roma, è conduttrice di programmi e autrice di testi per la rai. Tra i suoi libri, tradotti in molti paesi tra cui il Giappone, Humpty Dumpty salta. Storia iniziatica (Lo Faro 1983), Astrologia tibetana (Edizioni Mediterranee 1987), Introduzione all’astrologia indiana (Rizzoli 1993), Vivere sereni (Rizzoli 1995), Parlare con Pinocchio (Bompiani 1996), Contro la sofferenza (Rizzoli 1998).

Ernst Bernhard (Berlino 1896 - Roma 1965), pediatra e psicoterapeuta, si discosto presto dal pensiero di Jung, dandone una interpretazione orientata al Tao e alla ricerca del destino individuale. Perseguitato dai nazisti si rifugiò in Italia, ma nel 1940 fu rinchiuso in quanto ebreo in un campo di internamento fascista. Liberato per l’intervento di Giuseppe Tucci, riprese la sua attività di psicoterapeuta nel dopoguerra ed ebbe un ruolo determinante nella diffusione in Italia della psicologia analitica e della cultura mitteleuropea. Suoi scritti sono la Mitobiografia (Adelphi 1969) e Le lettere da Ferramenti (Nino Aragno 2011).

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su