Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 11 punti Gratitudine!


I Disturbi dell'Apprendimento

Disattenzione, iperattività e ADHD: i pericoli del Ritalin e il ruolo della Nutrizione

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 5,02 invece di 5,90 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 136
  • Formato: 13,5x20,5
  • Già pubblicato con il titolo "Non è Colpa dei Bambini"
  • Anno: 2007

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

L’ADHD, sigla che indica l’insieme dei disordini legati all’iperattività e al deficit di attenzione nei bambini (e non solo), sta emergendo in maniera eclatante come una nuova “patologia” dalle dimensioni quasi epidemiche.

Il Ritalin (metilfenidato), lo psicofarmaco anfetaminico d’elezione per questa “malattia”, è consumato oggi da decine di milioni di bambini, con effetti talmente devastanti da lasciar intravedere la potenziale distruzione psichica di un’intera generazione.

Molti ricercatori, tra cui psichiatri e psicologi, contestano che l’ADHD sia davvero una malattia, parlando invece di una serie di sintomi legati alle cause più diverse.

Questo volume, accessibile ma insieme fondato su solide basi scientifiche, dimostra l’inconsistenza dell’interpretazione patologica dell’ADHD, e sviluppa anche una critica scientifica serrata dell’uso indiscriminato e distruttivo del Ritalin. Al di là di una naturale iperattività che va accettata come tipica dell’età infantile (come già ci insegnava Platone), gli eccessi di iperattività e di disattenzione che affliggono i nostri bambini spesso dipendono da una serie di cause diverse, psicologiche come ambientali, e soprattutto nutrizionali.

Questo libro presenta quindi un’analisi accurata dei principali fattori di “nutrizione negativa” (inquinanti, sostanze eccitanti, metalli pesanti ecc.), e delle generalizzate carenze della “nutrizione positiva” (vitamine, minerali, acidi grassi ecc.). L’Autore ci propone con autorevolezza e un’ampia documentazione scientifica a supporto, l’utilizzo della microalga Klamath.

I principi nutritivi presenti in questo alimento, così speciale e inusuale, possono contribuire in maniera decisiva a risolvere i disordini legati all’iperattività e al deficit di attenzione.

INDICE

Introduzione: bambini, microalghe e psicofarmaci

Capitolo 1 - Bambini e psichiatria

Capitolo 2 - ADHD: è davvero una malattia?

  • ADHD: malattia inventata?
  • Il modello patologico: le spiegazioni genetiche e neurobiologiche
  • Neurobiologia
  • Genetica

Capitolo 3 - ADHD e nutrizione

  • Nutrizione negativa
  • Nutrizione positiva
  • Nutrizione positiva - Il crollo della capacità nutritiva dei cibi
  • Nutrienti e fisiologia psico-neurologica
  • Nutrizione negativa. I veleni nutrizionali
  • NIMH & Sugar
  • Le eccitotossine MGS e l’aspartame
  • Altri nutrienti negativi rilevanti nella sintomatologia ADHD
  • Il ruolo del mercurio
  • Una obiezione

Capitolo 4 - Platone e IADHD

  • ADHD, sintomatologia multifattoriale
  • Platone e IADHD

Capitolo 5 - Il modello fisiologico

  • Modello fisiologico e Ritalin

Capitolo 6 - Ritalin

  • I malefici “benefici” del Ritalin
  • Ritalin e attenzione
  • Ritalin e iperattività
  • Effetto zombie
  • Danni cerebrali
  • Un commento

Capitolo 7 - L’alternativa fisiologica e naturale: la feniletilammina (PEA)

Capitolo 8 - Alga Klamath - Aphanizomenon Flos Aquae (AFA)

  • L’invisibile fiore dell’acqua
  • Alga Klamath: la miglior fonte alimentare naturale di feniletilammina (PEA)
  • PEA e inibizione delle MAO-B: una potente sinergia nella Klamath
  • Il lago Klamath
  • Proprietà nutrizionali
  • Le vitamine nell’alga Klamath
  • I minerali nell’alga Klamath
  • Gli omega 3
  • Alga Klamath. Regina della nutriceutica
  • Ficocianine
  • Sistema immunitario,ADHD e alga Klamath

Capitolo 9 - Nutrizione primordiale e ADHD

Conclusioni

APPROFONDIMENTI

“Viviamo in una società gravata da una pericolosa ‘ansia da performance’, nella quale la normalizzazione di comportamenti ‘diversi’ o socialmente ingombranti è ormai la norma, con la linea di demarcazione tra ciò che è patologico e ciò che non lo è che si sposta pericolosamente sempre di più. In questa cornice, la somministrazione disinvolta di psicofarmaci a bambini e adolescenti è ormai diventata – in USA inizialmente, ma ora anche in Europa – una vera e propria emergenza sanitaria. […]

A tal proposito, quest’interessante pubblicazione costituisce un utile precedente, volto a svelare i segreti di alcune rare e preziose molecole, neuroprotettori naturali, che paiono venirci in soccorso con un eccellente rapporto rischio/beneficio. Perché non approfondire la ricerca scientifica in questa direzione?

A volte l’antica saggezza della natura può garantire risposte esaurienti ai nostri disagi, senza alcun bisogno di scomodare ‘l’apprendista stregone’ che è in noi”.

Il Portavoce Nazionale della Campagna sociale “Giù le Mani dai Bambini®” Luca Poma

AUTORE

Stefano Scoglio, Ph.D., è esperto di nutrizione e fitoterapia ed è il direttore del Centro di Ricerche Nutriterapiche di Urbino. Vive a Pesaro.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 9 dicembre 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Dedicato a tutti i genitori e non solo: se volete bene ai vostri figli leggete e rileggete e poi ancora rileggete questo libro, è ricco di informazioni molto utili. I bambini di oggi saranno gli adulti di domani. Buona lettura.

Commenta questa recensione

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su