Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 42 punti Gratitudine!


Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione EBOOK

La versione digitale è subito disponibile per il download

I Sutra del Kriya Yoga di Patanjali e dei Siddha

Traduzione, commento e pratica

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Patanjali (ritenuto il massimo studioso del Raja Yoga, uno dei quattro Yoga di base) dice del suo yoga che è un Kriya Yoga, cioè lo "yoga dell'azione consapevole". Il suo Yoga-Sutra è mondialmente riconosciuto come uno dei due o tre testi più importanti tra quelli che trattano dell'argomento. Fino ad oggi i commentatori si erano sempre concentrati sulle implicazioni filosofiche, tralasciando quelle propriamente yogiche. Avevano anche tralasciato l'aspetto esoterico del testo; solo chi ha fatto l'esperienza di quell'aspetto, può afferrarne il significato profondo.

Questa nuova traduzione ed il commentario forniscono una guida alla realizzazione del Sé e all'illuminazione. Evidenzia con chiarezza in che modo le profonde concezioni filosofiche di Patanjali possano essere applicate nella vita quotidiana, in qualsiasi circostanza. Chi pratica le tecniche del Kriya Yoga ha tra le mani una automobile potente, però senza cartina molti studenti finiscono in strade senza via di uscita. Ora per la prima volta esiste una chiara cartina grazie alla quale raggiungere stupende destinazioni.

Questo testo è il primo di una trilogia, curata da Marshall Govidan Satchidanada.

AUTORE

Marshall Govindan Satchidanada ha praticato il Kriya Yoga di Babaji in maniera intensiva a partire dal 1969. Ha studiato e praticato il Kriya yoga in India per cinque anni con Yogi S.A.A. Ramaiah,e l’ha aiutato durante 18 anni a fondare 23 centri di Kriya Yoga nel mondo. Durante questo periodo, ha praticato il Kriya Yoga di Babaji in media 8 ore al giorno e in questo modo ha raggiunto la Realizzazione del Sè. Mentre era in India,ha studiato la lingua tamil e gli scritti dei Siddha dello Yoga tamil. Nel 1980 ha aiutato a riunire e pubblicare le opere complete di Siddha Boganathar. Nel 1986, ha diretto la costruzione di un istituto di recupero e cure consacrato alla terapia Yogica, nel tamil Nadu, in India. Nel 1988, Babaji Nagaraj, il fondatore del Kriya Yoga, gli ha chiesto di cominciare a insegnare.

Nel 1991 ha scritto il best seller “Babaji e la tradizione del Kriya Yoga dei 18 Siddha” pubblicato attualmente in 9 lingue. Nel 1992 ha fondato l’Ashram del Kriya Yoga di Babaji a Saint-Etienne-di Bolton, nel Quebec. Lì si organizzano corsi e ritiri durante tutto l’anno.

Nel 1995, va in pensione, dopo avere lavorato 25 anni come economista e verificatore informatico per la maggiore agenzia nel Quebec,il movimento corporativo Desjardins. Può cosi dedicarsi a tempo pieno all’insegnamento e alla pubblicazione delle opere nel campo dello Yoga. Da allora ha viaggiato intensamente per tutto il mondo e ha guidato circa 50 gruppi di studio in più di 20 paesi. Ha fondato degli ashram a Pondichery e a Bangalore e un ordine laico di insegnanti del Kriya Yoga: l’Ordine degli Acharyas del Kriya Yoga di Babaji, un organo educativo non a scopo di lucro, riconosciuto legalmente negli Stati Uniti, nel Canada e in India. Dal 1989 con corsi intensivi e ritiri ha personalmente iniziato più di 6000 persone al Kriya Yoga di Babaji.

Nel 1999, ha avuto la grazia di ricevere il darshan di Babaji Nagaraj, presso il suo ashram, a Badrinath, nell’Himalaya.

Egli co-dirige una equipe di eruditi in un importante progetto di ricerca sull’insieme delle opere letterarie dello Yoga dei Siddha tamil.

E’ diplomato presso l’Università “George Washington”, e il Collegio degli affari stranieri della Università di Georgetown.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su