Ikea

  Clicca per ingrandire

Ikea

Che cosa nasconde il mito della casa che piace a tutti?

Olivier Bailly, Dennis Lambert, Jean-Marc Caudron

( 4 Recensioni Clienti )

  • Prezzo: € 12,00

  • Disponibilità per la spedizione: immediata!

Che cosa nasconde il mito della casa che piace a tutti? Questo libro però non parla soltanto di IKEA, ma anche (soprattutto?) di noi. Il modello di sviluppo che, direttamente o indirettamente, è... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 12 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Che cosa nasconde il mito della casa che piace a tutti? Questo libro però non parla soltanto di IKEA, ma anche (soprattutto?) di noi. Il modello di sviluppo che, direttamente o indirettamente, è incoraggiato dalle pratiche del gruppo - acquistare sempre più cose, a un prezzo sempre più basso, da conservare per un tempo sempre più breve - è incoerente con un discorso sociale ed ecologico credibile.

Per questo la responsabilità di accettare o rifiutare un modello di sovraproduzione e sovraconsumo ricade su noi acquirenti: scegliamo di consumare meno e meglio, in modo più equo, ribellandoci alla dolce influenza delle multinazionali.

IKEA è socialmente responsabile. IKEA è impegnata nella difesa dell'ambiente. IKEA è al servizio del maggior numero possibile di persone. IKEA vuole migliorare il nostro quotidiano. IKEA ci ama. Così vuole apparire agli occhi del grande pubblico la multinazionale del prêt-à-habiter.

Ma la sua immagine di azienda etica è frutto di pratiche effettivamente responsabili o solo di un'ottima strategia di comunicazione? L'ONG belga Oxfam-Magasins du monde ha voluto saperne di più e ha avviato un'inchiesta per far luce sulle modalità di lavorazione dei prodotti IKEA, sul sistema di approvvigionamento del legname e sull'applicazione delle norme di rispetto ambientale, sulle condizioni di lavoro dei suoi dipendenti diretti e di quelli dei suoi subappaltatori.

La conclusione è che gli impegni assunti da IKEA, per quanto lodevoli e concreti, sono insufficienti a garantire soluzioni accettabili per la salvaguardia dell'ambiente e dei diritti dei lavoratori. Tanto più che, nell'ottica di un riserbo portato all'estremo, i suoi bilanci e i controlli effettuati in base al codice di condotta interno all'azienda (IWAY) non sono accessibili al pubblico.

Dettagli Libro

Editore Anteprima Edizioni
Anno Pubblicazione 2007
Formato Libro - Pagine: 136 - 14x21cm
EAN13 9788888857169
Lo trovi in: Attualità

Autori

Olivier Bailly è un giornalista free-lance e nella sua casa trova posto un tavolo IKEA.

Il che dimostra che non è tutto bianco o nero...

Denis Lambert è il Segretario generale della ONG belga Oxfam-Magasins du monde. A casa sua ha una sedia IKEA.

Jean-Marc Caudron è ricercatore presso la Oxfam-Magasins du monde. Nel suo appartamento si trovano ben due vasi IKEA.

Recensioni Clienti

3,00 su 5,00 su un totale di 4 recensioni

  • 5 Stelle

    0%
    0%
  • 4 Stelle

    25%
    25%
  • 3 Stelle

    75%
    75%
  • 2 Stelle

    0%
    0%
  • 1 Stelle

    0%
    0%

Ti è piaciuto questo libro?
Scrivi una recensione e guadagna Punti Gratitudine!

Scrivi una recensione!

Francesco 8 gennaio 2017

  Acquisto verificato

Voto:

ringrazio il giardino dei libri per il gradito omaggio. mi aspettavo un libro smontato da montare, invece è arrivato intero. l'ho regalato ad un parente appassionato di bricolage :-)... mi ha riferito che lo ha trovato interessante

Lisa 4 gennaio 2016

  Acquisto verificato

Voto:

Utile , interessante

Alessandro 22 marzo 2015

  Acquisto verificato

Voto:

Una curiosa ricerca sul mondo ikea. Come in tutte le corporazioni il buio la fa sempre da padrona. Nel commercio tutto è permesso, ma bisogna essere capaci di non fermarsi alle apparenze e alle propagande. Ma qualcuno pensava realmente che con pochi euro si potesse mai comprare un qualcosa di qualità e rispettosa dell'ambiente e dei lavoratori e che lavorare in ikea è come stare in famiglia? Pura utopia in questa società basata sulla speculazione!

Silvia 30 agosto 2011

  Acquisto verificato

Voto:

interessante ricerca su ikea e i suoi retroscena, anche se alla fine non si scopre niente di così grave..... fa cmq capire che ikea è una multinazionale, non una fabbrica tutta sorrisi e diamoci del tu come vorrebbe fare credere.


Torna su
Caricamento in Corso...