Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

In Rifornimento

Avvertimi quando disponibile

Il Ba Gua Zhang del Maestro Lui Jin Ru

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 20,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 122
  • Formato: 16,5x24
  • Anno: 2011

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Lo stile presentato nel libro è quello cheng, come insegnato dal Maestro Liu Jing Ru: ne vengono illustrati i principi, le tecniche di base e le applicazioni.

BA GUA si può tradurre in italiano “8 simboli”: sono questi gli otto trigrammi che si possono costruire sovrapponendo, nelle diverse combinazioni possibili tre linee continue o discontinue; questi sono poi rappresentati intorno a un cerchio, che raffigura al suo interno il tai ji (il cerchio yin-yang), a simboleggiare tutte le combinazioni possibili della realtà. Sul principio del ba gua si fonda la teoria dell’I-Ching il famoso “Libro dei Mutamenti”, i cui 64 esagrammi si costruiscono sovrapponendo due trigrammi ba gua.

Il ba gua veniva inoltre considerato in Cina come un talismano portafortuna e scacciafantasmi e per questo appeso spesso davanti all’ingresso delle case.

Il BA GUA ZHANG è quindi un’originale arte marziale cinese che basa la sua teoria sul principio del ba gua: gli spostamenti e i movimenti avvengono infatti intorno a un cerchio, a gruppi di otto.

ZHANG è invece il “palmo” della mano che nel ba gua zhang assume una forma particolare ed è l’arma principale (non l’unica) utilizzata in questa arte marziale.

Il BA GUA ZHANG è considerato (con il tai ji quan e lo xing- yi) uno stile interno che utilizza non tanto la forza fisica esterna, ma l’energia interna (il qi). I movimenti sono sempre circolari o a spirale, il passo caratteristico “tang ni bu” cioè “passo scivolato nel fango” avviene sopra la circonferenza di un cerchio, mentre l’attenzione e la posizione di guardia dei palmi sono rivolti al centro del cerchio, verso il nemico immaginario; anticamente, ma spesso ancor oggi in Cina, l’allenamento si svolgeva girando intorno a un albero.

Nella pratica del ba gua zhang, a una fase iniziale che prevede lo studio del passo e dei movimenti fondamentali, allenandosi camminando in cerchio intorno a un centro immaginario o ad un albero, seguono lo studio delle armi tradizionali cinesi e in particolare di un’arma caratteristica del ba gua zhang, le mezzelune (una sorta di corto falcetto a due lame), per finire poi nella pratica a coppie con combattimenti prima simulati e poi liberi.

Un capitolo interessante ed originale è quello dedicato ai principi della salute secondo i canoni della Medicina tradizionale Cinese ed in relazione alla pratica degli Stili Interni delle Arti marziali Cinesi (nei jia wu shu), in particolare del Ba Gua Zhang.

 

AUTORE

Il Maestro Liu Jing Ru è considerato in Cina uno dei massimi esponenti viventi del ba gua zhang. Già campione cinese di ba gua zhang nel 1979 e 1980 e dal 1981 allenatore della Rappresentativa di Arti Marziali della Città di Pechino è attualmente membro del comitato della Società di Wu Shu di Pechino. All’età di 75 anni continua a insegnare ba gua zhang, xing yi quan e liu he tang lang quan a Pechino, nel Parco Tao Rang Tin e cura la divulgazione del suo insegnamento attraverso la televisione cinese (CCTV) e attraverso libri e VCD. Suoi allievi diffondono la sua scuola in tutto il mondo (USA, Australia, Giappone, Corea, Francia, Italia.....).

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su