Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 58 punti Gratitudine!


Il Cappello del Mago

I nuovi movimenti magici, dallo spiritismo al satanismo

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Spiritismo, magia, satanismo…la galassia della “nuova religiosità” comprende – accanto ai movimenti propriamente religiosi (a cui Massimo Introvigne ha dedicato nel 1989 l’ampia ricerca Le nuove religioni) - anche tutta una serie di “nuovi movimenti magici”.

Dopo aver distinto fra magia e religione, e tra movimenti organizzati e strutturati – un fenomeno tipicamente moderno – e maghi che operano come “professionisti” su scala individuale, l’autore identifica nelle tendenze occultiste di una parte divenuta minoritaria della massoneria il filo conduttore che lega fra loro i nuovi movimenti magici, di cui prende in considerazione tre filoni principali: appunto lo spiritismo, la magia e il satanismo.

Massimo Introvigne traccia quindi un profilo di ciascun filone attraverso una mappa dei nuovi movimenti tuttora attivi e diffusi, di cui – sulla base di indagini personali che lo hanno portato a studiare “dal vivo” gruppi normalmente molto chiusi, e a scoprire e ordinare molti documenti inediti antichi e moderni – cerca di valutare l’attuale consistenza, particolarmente in Italia, segnalando anche i nomi degli attuali dirigenti e descrivendo - spesso per la prima volta – i riti e le pratiche.

Nella prima parte, dedicata allo spiritismo, vengono descritti fra l’altro il perdurante successo degli spiritisti in Sudamerica, il channeling reso popolare da Shirley MacLane, i culti “postspiritisti” (come l’Antoinismo belga e il Caoadismo vietnamita e la comunità di Damanhur in Italia), le “nuove rivelazioni” medianiche particolarmente diffuse in Germania, e i culti dei dischi volanti (che spesso hanno alla loro origine un contatto medianico fra un medium e un extraterrestre).

La seconda parte del volume prende in esame la magia iniziatica – dai poco noti riti massonici “di frangia” come i riti di Memphis e di Misraim, di cui l’autore ricostruisce con pazienza la complessa storia, ai numerosi movimenti neo-pitagorici, Rosa-Croce, martinisti, neotemplari, gnostici –, la magia cerimoniale (tuttora vivace negli eredi dei maghi famosi come Aleister Crowley, Dion Fortune e Giuliano Kremmerz e nelle molteplici forme della magia sessuale ed evocatoria), e infine la neostregoneria e il neopaganesimo, di cui viene evocato anche il complesso e spesso frainteso legame con il nazional-socialismo e i suoi attuali nostalgici.

Nella terza parte, infine, il volume traccia una tipologia e una cartografia dell’attuale satanismo, descrivendo i gruppi, i riti e le cerimonie principali, e riportando al rigore di un'indagine attenta agli aspetti storici e sociologici un tema spesso abbandonato al sentito dire e al sensazionalismo.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 2 novembre 2015

Esposto bene con la dovuta densità di particolari esoterici, occultistici ed iniziatici pur senza scadere nel sensazionalismo. Ha un solo difetto, però, l'autore: tende ad un istintivo riduzionismo, cioè ad una pressante smitizzazione, di tutte quelle "forze invisibili", non sempre benigne, che si muovono dietro le quinte delle organizzazioni magico-esoteriche. Comunque un libro godibile e discretamente documentato.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 12 agosto 2013

Massimo Introvigne è un sociologo, filosofo e scrittore italiano. È il fondatore e direttore del Centro Studi sulle Nuove Religioni(CESNUR) e membro della sezione di Sociologia della Religione dell'Associazione Italiana di Sociologia. In questo libro Introvigne analizza i nuovi movimenti magici, di cui prende in considerazione tre filoni principali: lo spiritismo, la magia e il satanismo. L’autore traccia quindi un profilo di ciascun filone attraverso una mappa dei movimenti tuttora attivi e diffusi, di cui valuta l’attuale consistenza, particolarmente in Italia, segnalando anche i nomi degli attuali dirigenti e descrivendo i riti e le pratiche. Nei tre ambiti indicati vengono trattati solo i cults movements, cioè i movimenti collettivi in qualche modo “spirituali”. In particolare tutti i culti legati allo spiritismo classico, al post-spiritismo, al channeling, ai dischi volanti, alla massoneria, agli ordini pitagorici, agli ordini rosicruciani, al martinismo, agli ordini templari, alle chiese gnostiche, alla magia cerimoniale occidentale, alla magia cerimoniale orientale, all’esoterismo cristiano al neopaganesimo, alla neostregoneria, al satanismo, al satanismo razionalista, al satanismo occultista, al satanismo acido e al luciferismo. Un’opera rigorosa e completa, da consultare come una mappa per orientarsi nel mondo dei nuovi movimenti spirituali. Strumento utile per il neofita ma anche per chi ha già una conoscenza su questo argomento. Interessante la ricca bibliografia ragionata, che chiude il volume, con titoli interessanti per approfondire gli argomenti trattati (per ogni culto sono riportati i testi principali, anche quelli tradotti in italiano).

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su