Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per la spedizione
entro 5 giorni lavorativi
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 32 punti Gratitudine!


Il Direttore

Un romanzo sul Potere

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Mauro De Biasio, direttore di un grande quotidiano nazionale, è pronto a tutto pur di non cadere: ha troppe cose da perdere, molto più che il posto alla guida di un giornale con una redazione ormai in subbuglio. Quando il potere del banchiere che l'ha portato in vetta scricchiola paurosamente, tocca a lui offrire il suo aiuto. Con ogni mezzo.

Anche Fosco Massani, cronista di nera, è pronto a tutto. Perché non ha niente da perdere. Così, dopo la scoperta di un misterioso omicidio, trovandosi in mezzo ai fili sciolti di quelle che sembrano infinite vicende, decide, per una volta, di provare ad annodarli.

Quella che si compone davanti ai suoi occhi è una storia inquietante, in cui compaiono banchieri, uomini d'affari, indagati eccellenti, escort e prelati, magistrati, giornaliste troppo informate, paparazzi, agenti segreti, spie irresistibili. Massani dovrà salire in alto, molto in alto, per riconoscere l'agghiacciante disegno che tiene tutto insieme.

Dopo "L'uomo che sussurra ai potenti", scritto con Paolo Madron, Luigi Bisignani torna con un thriller che entra nelle stanze del potere - quello più sfacciato e quello più subdolo - e ci porta dal Vaticano alle coste della Florida, passando per Milano, Roma, Varsavia, Madrid, inseguendo una trama vertiginosa in cui si riconoscono trent'anni di ombre, segreti, scandali, complotti italiani. In fondo a quel precipizio, a un palmo dallo schianto, c'è il paese di oggi.

AUTORE

Luigi Bisignani è nato a Milano nel 1953. Ha trascorso in Argentina i primi dieci anni di vita essendo il padre a capo della Pirelli in Sudamerica. Mentre si laureava in Economia e commercio a Roma, ha iniziato la sua attività di giornalista nel quotidiano «Mezzogiorno d’Abruzzo» per poi passare all’Ansa, dove si è occupato di terrorismo, servizi segreti, massoneria e Vaticano. Ha collaborato con i settimanali «Panorama», «l’Espresso» e «Tempo illustrato» e ha pubblicato con Rusconi due spy-story: nel 1988 Il sigillo della porpora e nel 1992 Nostra signora del Kgb. Durante la Prima repubblica è stato anche, in fasi successive, capo ufficio stampa dei ministeri del Tesoro, dei Lavori pubblici e del Commercio con l’estero. Nel 1991 ha lasciato l’attività giornalistica per passare al gruppo Ferruzzi, dove si è occupato di affari istituzionali e editoria ricoprendo anche l’incarico di consigliere di amministrazione dell’agenzia Ansa e della Fieg (Federazione italiana editori giornali). Successivamente ha lavorato per molti anni nel gruppo tipografico Farina, e attualmente ha una società di consulenza. Protagonista di alcune tra le più clamorose inchieste giudiziarie degli ultimi anni (nel 1998 ha avuto, per la vicenda Enimont, una condanna a due anni e sei mesi, e nel 2011 ha patteggiato un anno e sette mesi per l’affaire P4), il suo nome è risultato negli elenchi della P2, ma lui ha sempre smentito l’appartenenza alla massoneria.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su