Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Il Gesto Grafico Gesto Creativo

Trattato di grafologia

 
-50%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 16,25 invece di 32,50 sconto 50%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 400
  • Formato: 17x24
  • Anno: 2006

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Grafologia: un termine coniato in Francia, più di centoventi anni fa, da Jean Hippolyte Michon, ora di uso comune, per designare una scienza umana, che si è affermata come disciplina autonoma e ha ottenuto in Italia un recente status universitario.

Dagli albori dell'ottocento, in vari paesi europei sono emersi pionieri, fondatori di metodi: in Francia Michon e Jules Crépieux-Jamin; in Italia Girolamo Moretti, maestro indiscusso; in Germania Ludwig Klages e in Svizzera Max Pulver.

Rinomate scuole sanciscono ora la formazione del grafologo, e tra le più antiche e strutturate: la Società Francese di Grafologia e la Scuola Superiore di Urbino.

Aperta al confronto interdisciplinare, l'emergente Grafologia si deve confrontare con lavori di ricerca, integrando solide basi psicologiche, in collaborazione con il campo pedagogico, clinico, neurofisiologico, psicoanalitico, statistico, senza trascurare le origini paleografiche e l'antropologia culturale. La Grafologia elabora però le sue proprie teorie e tecniche per approdare allo studio del gesto grafico che svela l'essere umano.

Espressione profonda, spontanea o costruita, il nostro gesto grafico caratterizza e differenzia ognuno di noi, come un'impronta, un testimone indelebile: ne possiamo seguire la sua evoluzione dai primi scarabocchi, fino allo sviluppo adolescenziale, avvertirne i segnali d'allarme, precursori di futuri disagi, oppure residue cicatrici di tempi passati, percepirne le forze nascoste su cui far leva per alleviare la sofferenza psicologica, prevenire i rischi di devianza o di aggressività incontrollata.

Valutare quindi la forma d'intelligenza, le tendenze e attitudini, l'affettività e le motivazioni, la dinamica conscio-inconscio sono prerogative dell'indagine grafologica attraverso lo studio di scritti scaglionati nel tempo. L'osservazione della dinamica grafica può consentire inoltre di entrare nei meandri della creatività insita in ognuno di noi: il nostro gesto grafico ne è un inconsapevole testimone, quando oltrepassa l'automatismo calligrafico per diventare gesto creativo.

AUTORE

Nicole Boille: Laureata in Psicologia all'Università degli Studi di Roma La Sapienza. Diplomata della Société Frangaise de Graphologie e del Groupement des Graphologues-Conseils de France.

Fondatrice e Presidente onoraria dell'ARIGRAF, Associazione Italiana di Ricerca Grafologica con sede a Roma. Già docente in Grafologia comparata presso la Lumsa, Facoltà di Scienze della Formazione, a Roma. Perito grafico del Tribunale di Roma.

Tra le pubblicazioni: Arte, Critica, Psicoanalisi, Grafologia, Roma 1987, Ecritures italiennes, in Les Bases de la Graphologie, di P. Faideau, Paris 1989. Scrive su riviste specializzate.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su