Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00
-15%
Il Linguaggio dei Fiori

  Clicca per ingrandire

Il Linguaggio dei Fiori

Charlotte de Latour

  • Prezzo € 11,90 invece di € 14,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 139
  • Formato: 17x24
  • Anno: 2011

Introduzione - Il linguaggio dei fiori: divertissment intellettuale e moti del cuore in età romantica "L’interesse razionale ed emotivo per il mondo della natura costituisce una significativa... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Disponibile per la spedizione entro 5 giorni lavorativi

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 12 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Introduzione - Il linguaggio dei fiori: divertissment intellettuale e moti del cuore in età romantica

"L’interesse razionale ed emotivo per il mondo della natura costituisce una significativa costante dell’età romantica, segnandone la riflessione filosofica, la letteratura, le arti visive e gli studi scientifici. In quest’ultimo ambito sono le scienze botaniche ad attrarre in particolare l’attenzione, finendo per configurarsi come una entusiastica voga capace di superare barriere sociali e di genere.

In Francia e in Inghilterra, ma anche in Italia, molte dimore, anche modeste, nelle città e nel contado, appaiono dotate di giardini traboccanti di una eterogenea varietà di piante fiorite, acquisite nei floridi mercati specializzati e dagli orticoltori i cui affari conoscono ora un indiscusso successo.

Il diciannovesimo secolo può essere dunque a buon diritto definito ‘il secolo dei fiori’. E in particolare presso la borghesia e i nouveaux riches che il fiore si impone come un motivo prediletto, prosperando non solo nelle aiuole dei giardini, ma, reciso, accuratamente disposto in vasi e contenitori negli ombreggiati locali delle abitazioni. Soggetto favorito dei dipinti, esso ricorre anche nelle carte da parati, negli arredi e vivacizza tappezzerie e tendaggi. Molto ambito dal gentil sesso di ogni rango, il fiore veniva intessuto e ricamato nelle stoffe degli abiti e, fresco o contraffatto, era usato, forse con eccessivo entusiasmo, come ornamento di cappelli e pettinature, oppure emergeva, civettuolo, dalle scollature delle dame.

Poesie di soggetto floreale erano particolarmente apprezzate dalle signore che si dedicavano a dipingere fiori in tenui acquerelli o a costruire ghirlande in delicati collages di carte multicolori."

Charlotte de Latour


Torna su
Caricamento in Corso...