Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 18 punti Gratitudine!


Il Potere Occulto dell'Industria della Sanità

Conosci i veri obiettivi della medicina ufficiale? La verità sul sistema di controllo delle case farmaceutiche

 
-50%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 9,00 invece di 18,00 sconto 50%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 438
  • Formato: 13,5x20,5
  • Anno: 2013

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Quest’opera smonta, con necessario spirito critico così poco frequente nelle nostre società, il tabù dell’infallibilità che possiede il modello sanitario moderno e che serve al potere come strumento efficacissimo di controllo e dominio sociale.

La “sanità” ci cura veramente oppure ci sta ammalando? Il nostro modello sanitario è davvero affidabile? Siamo sicuri che i “metodi” con i quali ci stanno curando siano davvero i più efficaci e i migliori per la nostra salute? Oppure l’industria della sanità vuole solo creare “malati cronici” per riempire le tasche delle case farmaceutiche?

In questa straordinaria opera, l’esperto di sanità Garcìa Blanca, ci spiega come il confine tra essere curati e mantenuti in uno stato di salute è molto sottile, così come il limite tra importanza dell’individuo e utilità economica dello stesso.

Una coraggiosa analisi di come l’industria farmaceutica usi la sanità come efficace strumento di controllo e dominio sociale. Le conseguenze di questo tipo di organizzazione “sanitaria” sono la disumanizzazione della salute e la medicalizzazione dell’esistenza con scopi utilitaristici. Sembra proprio che abbiamo più “valore” come ammalati che come individui in salute.

È giunto il momento di farsi delle domande: c’è in ballo la nostra vita.

INDICE

Apertura
Presentazione: E il medico sostituì il sacerdote
Introduzione: Salute e globalizzazione

Prima parte – La disumanizzazione della salute

  • Capitolo 1. Crisi globale della salute.
  • Capitolo 2. La scienza al servizio dell’imperialismo
  • Capitolo 3. La connessione multinazionali-istituzioni-Ong-media
  • Capitolo 4. Le pubblicazioni scientifiche come caso particolare di falsimedia
  • Capitolo 5. Industria chimica, salute, malattia e alimentazione

Seconda parte – Microecologia

  • Capitolo 6. Le prospettive macroecologica e microecologica: la visione globale
  • Capitolo 7. La Teoria dell’infezione
  • Capitolo 8. Supporto teorico per una trasformazione radicale: la Teoria della struttura dinamica

Terza parte – Azione e ribellione

  • Capitolo 9. L’infanzia: stato d’assedio
  • Capitolo 10. Dissidenza, censura, controllo: le nuove forme dell’epidemia emozionale
  • Capitolo 11. Disobbedendo
  • Capitolo 12. L'esempio del caso AIDS: i limiti della ribellione

 

APPROFONDIMENTI

Capitolo 1

Crisi globale della salute

«Il mondo moderno è in crisi, è arrivato a un punto critico ed è imminente una sua profonda trasformazione o di buon grado o con la forza».
RENE GUÉNON

La prima cosa che può constatare chi si accosta con un minimo di spirito critico all'ambito che andiamo a esplorare in questo testo è che stiamo soffrendo di una crisi profonda e generalizzata che supera i limiti puramente sanitari per invadere il terreno molto più complesso e rilevante dell'ecologia. In altre parole, siamo immersi in un processo di crisi globale della salute del pianeta che lede inevitabilmente tutti i suoi abitanti. Per quello che riguarda la salute umana, il problema ha due aspetti fondamentali: crisi dello stato di salute e crisi dei sistemi sanitari. Andiamo a sviluppare i due temi immediatamente.

Ma prima, è necessario segnalare che esiste una importante differenza di grado tra questi due ultimi aspetti: il primo - la salute degli esseri umani - interessa direttamente ognuno di noi - e insistiamo nell'affermare che è quindi qualcosa che dovremmo gestire dal basso - mentre il secondo ha a che fare con il potere, di modo che, sebbene dalla nostra prospettiva possiamo - con l'intenzione di fare un'analisi - parlare di "crisi dei sistemi sanitari" o perfino affermare, essendo più radicali, che i sistemi sanitari occidentali sono falliti, dal punto di vista dall'alto si tratta di gestire uno strumento che adempie la sua funzione nonostante periodicamente ci sia da rivederlo, ripararlo o anche meramente cambiarne l'aspetto esteriore per farlo fruttare.

D'altra parte, e per collocarci in un contesto più ampio, la crisi globale di salute ed ecologia si inscrive a sua volta in una crisi totale del mondo moderno occidentale sviluppato.

L'avvertimento che da Guénon nella citazione che introduce questa sezione ha come base il fatto che l'Occidente moderno ha troncato con le sue radici tradizionali e la sua connessione con il trascendente. O detto in altre parole: «L'animale umano ha perso la sua capacità di percepire e autopercepirsi e pertanto ha perso il contatto con la sua essenza umana come specie, come natura, come parte del cosmo. Di conseguenza, ha perso la sua spiritualità nel senso laico della parola, ossia, della sacralizzazione della natura e di quelle azioni che permettono una crescita e un contatto con il vivente».

Come abbiamo già ricordato, il modello nacque intorno alla metà del secolo XVIII. In quell'epoca si produsse un travaso nelle funzioni di determinati gruppi usurpatori di potere: dai chierici ai medici.

Secondo Foucault, sono quattro i cambiamenti fondamentali che determinano in questo periodo quelli che potremmo chiamare gli inizi della medicalizzazione:

  1. La comparsa dell'autorità medica.
  2. La comparsa di un ambito di intervento medico diverso da quello delle malattie.
  3. L'introduzione dell'ospedale come un apparato di medicalizzazione collettiva.
  4. L'introduzione di meccanismi di amministrazione medica.

Dopo la Restaurazione, i medici ricevono l'incarico di eliminare la malattia, e lo fanno mediante un rituale magico di credibilità convertendo gli acciacchi in infermità obiettive e operative, il che porta a una classificazione delle malattie e dei malati, alla specializzazione e alla istituzionalizzazione; in ultima istanza: meccanicismo.

Duecentocinquanta anni dopo la situazione è desolante.

Questo modello ancora egemonico, inscritto dalla nascita in una struttura sociale basata sullo squilibrio, interagisce con gli elementi più distruttivi della Modernità: urbanizzazione e competitivo sviluppo industriale oltre le necessità umane, modelli educativi concepiti per il controllo degli individui e la protezione del Sistema, invasione tecnologica, robotizzazione; vale a dire semplificazione e rapidità, automatismo rispetto all'umano. Le conseguenze di questa interazione hanno facce molto diverse.

Da un lato, ci sono sintomi perfettamente visibili: perfino i settori più manipolati della popolazione sono in grado di percepire che si è verificato un aumento nel numero di malattie, nel numero di malati, nel consumo di servizi sanitari e nel costo di questi servizi, fino al punto di minacciare seriamente le economie degli Stati.

Altri sintomi, seppur visibili, sono più difficilmente interpretabili: la crescente difficoltà di allattamento, l'aumento del numero di parti cesarei e di inseminazioni artificiali che riflettono le difficoltà di riproduzione, o la progressiva ma schiacciante evoluzione dalle malattie acute a quelle croni-che dovuta alla repressione sistematica degli avvertimenti dell'organismo a forza di farmaci.

Tutto questo può essere considerato come la punta dell'iceberg di situazioni molto più inquietanti.

AUTORE

Jesús García Blanca è nato nel 1960 a La Linea (Cadice, Spagna). Negli anni ha pubblicato numerosi testi critici sui media spagnoli di controinformazione come Rebelión, Insurgente, Cadizrebelde, La Haine o Ekintza Zuzena. Attualmente è collaboratore abituale di varie riviste iberiche sull’educazione, la salute e l’ecologia. Tra esse Discovery DSalud, Cuerpomente e Mente Sana. Attualmente vive sulla costa tropicale di Granada.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 3 novembre 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

il libro è interessante in quanto spiega come la sanità è ormai uno strumento di controllo e dominio sociale. grazie mille

Commenta questa recensione

Scritto da: - 22 dicembre 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

La maggior parte di noi conosce la corruzione nel pubblico e gli intrallazzi presenti soprattutto nel settore sanitario. Questo libro dà conferma dello schifo presente in questa società basata sulla speculazione della salute. La salute è un business troppo grande al quale nessuna delle industrie vuole rinunciare in barba al rispetto salutistico dell'essere umano e non solo. Stare bene, per i potenti del mondo è un male della società, per questo vogliono renderci dipendenti dalle loro porcherie chimiche. I farmaci!! Nonostante ciò la gente continua a sottoporsi a qualunque cosa il medico dica. Per esperienza personale i dubbi mi son venuti sin da giovane, quando avevo piccoli fastidi e il mio medico mi diceva proviamo questo, se è tutto a posto proviamo quest'altro, e quest'altro ancora e così via.... Ah bene, dissi, così il medico può farlo chiunque!! Dopo la lettura di vari libri indipendenti, come questo, oggi avrei paura anche di farmi un esame del sangue banalissimo perché potrebbero inventarsi qualunque cosa pur di incastrarti e farti fare 3.000 ulteriori analisi e terapie inutili che non faranno altro che danneggiare la mia salute. Posso solo consigliare la lettura di questo ed altri libri indipendenti per poter avvicinarsi alla verità e vivere in maniera più consapevole. Purtroppo non tutti hanno il coraggio di affrontare la realtà e soprattutto rincorrere la verità. Piace vivere nella menzogna!! Compratelooo!!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 12 novembre 2013

La sanità è un business e basta, ci son passato io per primo su questo problema. Ho avuto dei problemi stupidi di salute ma a causa dei medici che non hanno voluto individuare e curare il mio piccolo problema, dopo aver girato varie cliniche e vari ospedali senza ottenere nulla ho scoperto che dopo anni la mia malattia si poteva curare con una piccola serie di piasticche, nel frattempo mi hanno spedito a destra e a manca da vari specialisti ed ho dovuto spendere una barca di soldi. Ora il mio problema si è cronicizzato e dovrò convivere tutta la vita con questa fastidiosa malattia e continuare a spendere in medicinali per poter vivere una vita normale senza dovermi ammalare di continuo. Il giuramento di Ippocrate è andato a quel paese, se ne fregano della salute dei pazienti, al massimo ci danno degli esauriti. Un mio parente pochi anni fà è morto di blocco intestinale, dato che il medico dava lui dell'esaurito e non l'ha curato. Viviamo in questo mondo,e questo libro ci aiuterà a capire meglio cosa veramente accade. La sostanza è che siamo merce,considerati peggio delle vacche e dei maiali almeno con loro dopo averli ben riempiti di antibiotici ci si fanno prosciutti e bistecche.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 11 ottobre 2013

Se ci ammaliamo sono tutti felici e contenti, se siamo bene ci mandano le maledizioni o creano un modo per farci ammalare. Alcool e droghe sono grandi aiuti ai medici, almeno i i giovani si ammalano e portano business. Anche il buonismo e l'ipocrisia dell'attaccamento morboso alla vita di questa società perbenista e cattolica che abbiamo attorno, anzichè aiutare ad una persona a morire in pace, la obbliga per anni a rimanere attaccata ad una macchina finchè stremata non cede. Tutto per cosa per i soldi. Molti di noi muoiono per errori medici o perchè in quel periodo un certo antibiotico è quotato, altri invece rimangono come vegetali anni ed anni ingrassando a dismisura le casse dello stato. Comunque questo libro, è un gran libro, svegliatevi gente! Leggetelo.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 9 ottobre 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Illuminante è dir poco!!!! Veramente un libro da non perdere. L'ho letto tutto in pochissimi giorni perché conquista l'attenzione. Da una parte è inquietante dall'altra apre gli occhi sul lato oscuro delle connessioni tra i Poteri forti. Lentamente e inesorabilmente il cittadino è sprofondato in un limbo che si trasforma in prigionia quando gli si omettono informazioni fondamentali sulla sua possibilità di scelta tra le cure disponibili. Importantissima, secondo me, la parte dedicata all'AIDS e a tutta la montatura ad essa connessa, dopo il libro di Duesberg, questo di Blanca ci mette davanti l'ipotesi più sconcertante che io abbia letto: l'AIDS è una costruzione di menti abiette e lontane dall'Etica che dovrebbero servire! Le prove sono talmente circostanziate e convincenti da lasciare atterriti e disarmati....

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 ottobre 2013

meraviglioso!!!!!!!!

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su