Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 32 punti Gratitudine!


Il Ciclo Umano

Psicologia dello sviluppo sociale

 

Clicca per ingrandire

Con l'acquisto di questo articolo riceverai in omaggio il prodotto "Lillà - Crema Corpo Avvolgente 100 ml"
Valido per ordini superiori a 29,00

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Scritto durante la prima guerra mondiale, è una profonda analisi dello sviluppo sociale in chiave psicologica.

Il passato, con tutte le sue tradizioni, i suoi riti, le sue forme rigide di pensiero ed il presente, con tutte le sue rivoluzioni scientifiche, tecnologiche, morali e religiose, seguono una linea evolutiva che porta irrevocabilmente verso una meta ancora mai immaginata: la trasformazione spirituale dell'umanità, la genesi di una nuova umanità.

Scrive Sri Aurobindo: "Si sta scoprendo che la civiltà ha creato molti più problemi di quanti ne possa risolvere, ha moltiplicato eccessivamente bisogni e desideri ed ha prodotto una giungla di rivendicazioni e d'istinti artificiali, in mezzo ai quali la vita non trova più la sua strada e perde completamente di vista il suo scopo. Le menti più avanzate cominciano a dichiarare la civiltà in fallimento e la società comincia a rendersi conto che hanno ragione."

AUTORE

Sri Aurobindo, uno tra i più importanti filosofi e maestri spirituali dell'India moderna. Nasce il 15 agosto 1872 a Calcutta, studia in Inghilterra dall'età di sette anni, dove fu educato essenzialmente da insegnanti occidentali.
Torna in India nel 1892 alla morte di suo padre. Impara il sanscrito per poter comprendere i testi sacri indiani e si dedica quindi allo yoga secondo i suoi principi, facendo cinque, sei ore al giorno di esercizi di respirazione e concentrazione. In questo periodo incontra anche dei maestri che gli insegnano la meditazione.
Tutta la vita successiva di Aurobindo fu dedicata ad applicare la conoscenza spirituale alla vita concreta e a quella psicofisica, per arrivare a trasformare la vita stessa e la realtà esteriore. Questa energia di Verità e Coscienza che Sri Aurobindo chiama "sopramentale" è la sola energia che può produrre una trasformazione dinamica davvero integrale e irreversibile della materia.
All'età di 29 anni Sri Aurobindo si sposa, ma sua moglie non saprà seguirlo nel suo cammino. Nel 1906 si trasferisce a Calcutta, nel cuore dell'agitazione politica, viene arrestato nel 1908, rimane in carcere per un anno, dove approfondisce ancora di più la meditazione.
Nel 1926, con l'aiuto di una collaboratrice spirituale, la Madre, fonda lo Sri Aurobindo Ashram. Sri Aurobindo lascia il corpo il 5 Dicembre 1950.
QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA