-15%
Il linguaggio degli organi

  Clicca per ingrandire

Il linguaggio degli organi

Anna Zanardi

La nuova scuola di psicosomatica parte dal presupposto che tutte le manifestazioni fisiche sono in realtà la rappresentazione di un contenuto profondo, inconscio, espresso in modo metaforico dagli... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 13 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

La nuova scuola di psicosomatica parte dal presupposto che tutte le manifestazioni fisiche sono in realtà la rappresentazione di un contenuto profondo, inconscio, espresso in modo metaforico dagli organi implicati nella patologia. Nascondendo o reprimendo i sintomi fisici, non facciamo altro che ampliare la problematica inconscia e i sintomi eliminati finiscono nell'ombra della nostra psiche. Se sul cruscotto della nostra auto si accende la spia dell'olio, non svitiamo la lampadina per togliere il segnale, ma andiamo a verificare la causa: il livello dell'olio. Se abbiamo mal di testa, perché mai estinguiamo il segnale, assumendo un antidolorifico? Se impariamo, invece, ad associare il sintomo con il suo significato profondo e con l'organo colpito, avremo maggiori possibilità di arrivare alla "causa prima" del nostro malessere.

L'uomo è malato. Grazie a metodi di analisi sempre più sofisticati, la medicina classica si rende conto che non esiste alcuna persona completamente sana. La malattia viene ritenuta scomodamente casuale. Al contrario, essa rappresenta qualcosa di unico: una forma di squilibrio che, portando l'uomo nel disagio, lo invita a cambiare alcune sue condizioni esistenziali, se vuole tornare alla salute. Sappiamo che ogni parte del nostro corpo ha una funzione specifica che si integra con la globalità del nostro sistema corpo-mente.

Ciò che siamo abituati a chiamare "malattie", sono in realtà segnali che ci dicono che qualcosa in noi non va, quindi occasioni per crescere: forse varrebbe la pena fare uno sforzo, mettere in discussione i nostri timori e comprendere realmente la causa profonda del nostro personale malessere. Potrebbe salvarci la vita!

Autore

Anna Zanardi, psicologa e giornalista, è direttore scientifico di Psychologies Italia, edito da Hachette. Già giudice onorario al Tribunale dei Minori di Milano ed esperta del Ministero della Giustizia, oggi è esperto al Tribunale di Sorveglianza di Milano. Si occupa di formazione manageriale e coaching nell'ambito automotivazionale. L'attività clinica come psicosomatista si svolge attraverso gruppi e sessioni individuali. Già docente all'Università Cattolica ed all’Istituto Universitario di Lingue Moderne di Milano (IULM), oggi collabora con il Mip presso il Politecnico di Milano.

Le vostre recensioni

5,00 su 5,00 su un totale di 1 recensione

  • 5 Stelle

    100%
    100%
  • 4 Stelle

    0%
    0%
  • 3 Stelle

    0%
    0%
  • 2 Stelle

    0%
    0%
  • 1 Stelle

    0%
    0%

Ti è piaciuto questo libro?
Scrivi una recensione e guadagna Punti Gratitudine!

Scrivi una recensione!

Stefania 24 agosto 2017

  Acquisto verificato

Voto:

Libro interessante scritto in modo semplice con immagini e schemi del corpo. Ottimo per chi vuole conoscere il significato psicosomatico che sta dietro al proprio malessere.


Torna su
Caricamento in Corso...