Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 6 punti Gratitudine!


Il Miracolo degli Alimenti Vivi

Frutta e verdura crude fattori di salute e di rigenerazione nella vita del bambino, dell'adulto e del vecchio

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Frutta e verdura crude, fattori di salute e di rigenerazione nel cancro, tumori, leucemia, diabete, sterilità, disturbi cardiovascolari, malattie nervose, gravidanza e maternità, nella vita del bambino, dell'adulto e del vecchio.

Il crudismo viene visto dagli igienisti come un ideale. Per lo più vi si accede dopo un periodo di dieta naturale igienista meno rigorosa. Fra l’altro numerose verdure sono difficilmente mangiabili crude, in una quantità adeguata. Per esempio i carciofi, i cavolfiori, gli zucchini, così come tuberi e le patate. E' allora accettabile una loro breve semi-cottura in poca acqua.

La dottoressa Nolfi considerava la crudoterapia superiore al digiuno. In questo convergeva con Johanna Brandt, naturista sudafricana che creò la "cura dell’uva", almeno per quanto riguarda le malattie croniche, tra cui il cancro (quando non sia giunto alla fase irreversibile).

Ci sono in effetti diversi casi in cui il digiuno non è adatto. Per esempio, nei soggetti di una magrezza scheletrica o quando le riserve non sono sufficienti.

Per avere l’eliminazione, è necessaria infatti la presenza di alcune riserve essenziali, innanzitutto le vitamine, glienzimieisaliminerali. Sono queste sostanze che veicolano fuori dalla cellula (è questa la vera eliminazione, non la successiva evacuazione attraverso gli organi emuntori) le sostanze cataboliche divenute tossiche per l’organismo.

Il digiuno è la via di ristabilimento più rapida, se esistono queste riserve vitali. Ma, dopo 10-20 giorni di digiuno idrico, queste riserve in genere sono esaurite, e digiunare ulteriormente è inutile, poiché non avviene l’eliminazione tossiemica cellulare. Ma se a questo punto si instaura un "semi-digiuno", come lo chiama Mosséri, in pratica una dieta crudista molto sobria, composta da qualche mela (400-800 grammi) da mezzogiorno al pomeriggio e da qualche crudità (500 grammi) alla sera, con molta acqua da bere da mezzanotte a mezzogiorno, l’eliminazione ha un rilancio spettacolare, riuscendoa giungere fino in fondo.

L'esperienza della Dott.ssa Kristine Nolfi è molto istruttiva. Malgrado seguisse una dieta vegetariana da diversi anni, si ammalò di cancro al seno. Riuscì a guarire in sei mesi con una dieta crudista. Dopo due anni ricominciò a mangiare cibi cotti e il suo male si manifestò nuovamente. Guarì definitivamente seguendo la dieta crudista. Con questa stessa dieta che la guarì, curò molti malati con risultati sorprendenti. La dieta crudista è un regime alla portata di tutti che ci può aiutare a conservare e riacquistare una buona salute.

AUTORE

La Dr. Kristine Nolfi si è laureata in Medicina nel 1907; dopo aver esercitato per 12 anni in diversi ospedali danesi compresi l'Ospedale Comunale di Copenaghen (reparti di Chirurgia, Medicina, Dermatologia e Psichiatria), l'Ospedale Statale di Copenaghen (reparti di Pediatria, Oftalmologia e Psichiatria) e in vari ospedali per bambini. Dal 1919 al 1945 esercitò privatamente a Copenaghen come specialista dei bambini. Dal 1945 al 1958 esercitò a Humlegaarden.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 5 febbraio 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Bah... banale... Niente di sconvolgente, ma forse perchè ho già letto altro in merito. Questo libricino è decisamente poco incisivo, non ti cambia la vita, è scritto senza nerbo, ma anche senza indicazioni vere su cosa mangiare e come. Per fortuna costa solo 3 euro...

Commenta questa recensione

Scritto da: - 22 agosto 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Libro fondamentale per l'importanza del cibo vivo nella guarigione oltre che nella salute. Il testo è l'esperienza di guarigione dell'autrice ed è una spinta ulteriore verso la strada meravigliosa del crudismo. Per chi non conosce il mondo dell'alimentazione crudista sarà molto illuminante, per chi è già a conoscenza dei benefici troverà poco di nuovo ma è comunque un testo importante. Più per il valore l'esperienza che per le novità o i dati riportati (che non sono molti).

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 gennaio 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Piccolo libricino ma ricco di contenuti,ottimo sia per chi è crudista,sia per chi è in transizione verso questo regime alimentare,ma anche per chi vuole saperne di più su quel che il cibo può/potrebbe fare sul nostro organismo.La storia della dottoressa è molto toccante e interessante,racconta non solo degli alimenti ma anche lo stile di vita che lo accompagna,questo libro mi è stato consigliato e nonostante non sia crudista l'ho trovato davvero molto interessante.Consigliato.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 gennaio 2010

Ho letto questo libricino ca. 6 anni fa. E` scritto dalla dottoressa Nolfi in modo semplice e sincero. Un anno dopo averlo letto, mi telefono` una signora di Bolzano chiedendomi di aiutarla, gli crebbe un nodulo al seno, grande come una noce. Sapendo che lei era vegetariana, e ricordandomi del testo della signora Nolfi, gli suggeri di mangiare tutto crudo. Cinque mesi dopo mi ritelefono` con grande gioia il tumore era completamente sparito. Grazie a Dio il corpo cura e si mantiene sano da se. Cari saluti Alberto

Commenta questa recensione

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA