Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 25 punti Gratitudine!


Il Nuovo

Fortuna e ordinata virtù in psicoanalisi secondo Lacan

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In questo libro, basato su un seminario tenuto a Barcellona nel 1998, Miller commenta le intuizioni fondamentali espresse da Lacan nel famoso Seminario quinto. Secondo Miller, la verità psicoanalitica che Lacan privilegia in quella sede può essere colta soltanto nella prospettiva del nuovo: solo ciò che si presenta come imprevisto, inatteso, apparentemente incongruo, riesce a delineare la particolarità del soggetto, in antitesi a ogni omologazione psicoterapeutica.

AUTORE

Jacques-Alain Miller ha incontrato Jacques Lacan nel 1964, l'anno in cui fu creata l'École Freudienne de Paris (EFP). Nel 1966, a soli ventidue anni, inizia la stesura dell'indice ragionato degli Scritti, su richiesta di Lacan, il quale lo incarica anche di stabilire il testo per la pubblicazione dei Seminati. Nominato da Lacan come Talmeno uno a leggerlo", Miller esplora senza tregua l'opera di Lacan nei suoi corsi universitari, che diventano presto un punto di riferimento. Nel 1981, poco prima della morte di Lacan, è uno dei principali artefici della nascita dell'École de la Cause freudienne, una sorta di 'contro-esperienza' rispetto all'EFP, clamorosamente sciolta da Lacan Tanno prima. Da allora, oltre all'École de la Cause sono sorte, in diverse parti del mondo, altre scuole del Campo freudiano, tra cui la Scuola Europea di Psicoanalisi. Esse fanno tutte capo all'AMP (Associazione Mondiale di Psicoanalisì), di cui Miller è l'attuale presidente.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su