Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 28 punti Gratitudine!


Il Patto Violato: vite interrotte

Messaggi dei suicidi al mondo dei vivi

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Secondo il metodo che le è familiare, ossia espandendo la coscienza oltre i confini del corpo, Anne Givaudan ci riporta le testimonianze "di coloro che, dopo un passaggio sulla Terra che hanno vissuto come infinita disperazione, hanno voluto raccontare la loro vita, il loro dopo-vita e, talvolta, la loro nuova vita".

Queste testimonianze ci riguardano tutti, che si sia depressi, tendenti al suicidio, oppure che si conoscono persone che lo sono o che hanno attuato questo gesto estremo.

Capire cosa succede "dopo" aiuta a rimettere le cose nella giusta prospettiva. Capire che cosa spinge a togliersi la vita aiuta a riconciliarsi con chi lo ha fatto, passando dal giudizio alla compassione.

In questo libro, Anne ci parla dei giorni bui, quando ci convinciamo che la vita si prende gioco di noi, e che non siamo fatti per questo mondo.
E la mente si riempie di una sola idea ossessiva: fuggire da questa prigione, fuggire dalla vita... e nella disperazione perdiamo di vista il fatto che la vita non finisce mai.

AUTORE

Anne Givaudan è autrice e coautrice di più di venti opere tradotte in molte lingue; apprezzata dal pubblico italiano anche per la sua scuola di formazione in Terapie essene, riscoperte in trentanni di ricerche. I suoi metodi di ricerca sono, a dir poco, non convenzionali: fa uso della lettura dell'aura, che peraltro insegna, e degli stati di decorporazione.

 

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 12 novembre 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

a parte le storie di vita ( e di morte) raccontate, ci sono sempre i messaggi per i VIVI e gli insegnamenti che vengono riportati alla fine del racconto di ogni vicenda umana sfociata nel suicidio e che trovo molto interessanti.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 25 giugno 2017

Un bel libro che parla degli incontri tramite viaggio astrale tra l'autrice e alcuni suicidi che ora stanno nell'aldilà aspettando di reincarnarsi e spiegano perchè si sono uccisi e cosa li aspetta dopo. Nessuna punizione "divina" per costoro, ma solo un grande dispiacere di aver interrotto le loro vite precocemente e aver dato un dolore agli altri. Ognuno dovrà rinascere in tempi più o meno brevi e vivere una vita lunga tanti anni quanti avrebbe dovuto ancora vivere in quella prima del suicidio, ritrovando le stesse sfide che non ha superato nell'esistenza precedente. Persone diverse per sesso, età, cultura e motivi per cui l'hanno fatta finita, ma accomunate dallo stesso destino e tutte ricordano che il suicidio non risolve nulla, i propri guai vanno comunque risolti in questa o nelle prossime vite. Libro chiaro e semplice che spiega finalmente cosa aspetta dopo un suicida e cosa deve fare per riparare questo atto, senza giudizi e punizioni da nessuno, se non i propri rimorsi. Preghiere e meditazioni a favore del morto lo aiutano grandemente a ripulirsi ed evolvere, rimpianti e lacrime dei parenti invece hanno l'effetto contrario. Altamente consigliato

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 gennaio 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Questo libro mi ha toccata molto! In alcuni momenti ho pianto. Ho pensato ad una persona in modo particolare. Ho pianto per la sua sofferenza. Ho pianto d'amore per lui e per tutte le anime suicide. Inviate tanto amore a queste anime per accelerare la loro ripresa. Un libro da leggere, per conoscere cosa accade all'anima della persona che si è suicidata. In realtà non ha messo fine alle sue sofferenze. La sofferenza che vive dopo per i sensi di colpa per le persone care lasciate e per non aver capito prima quanto fosse importante vivevere e che ad ogni problema c'è sempre una soluzione. Potrebbe aiutare chi ha perso qualcuno in questo modo o chi conosce persone con tendenza al suicidio. Ho prestato questo libro per diffondere il messaggio. Amore e compassione. Buona lettura

Commenta questa recensione

Scritto da: - 9 gennaio 2017

È un libro che fa riflettere... Può aiutare a capire le difficoltà che l'anima incontra per aver scelto di porre fine alla propria vita terrena. Argomento interessante che può essere ulteriormente approfondito.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 17 maggio 2016 Acquistato sul Giardino dei Libri

bellissimo libro, molto scorrevole nella lettura e tratta un argomento che ha me ha sempre incuriosito ,sul cosa accadeva alle anime dei suicidati,visto che fin da piccoli la chiesa inculca nella testa delle persone strane teorie.Molto belle sono le storie di queste anime, e l'aiuto che possiamo dare loro. Lo consiglio.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 novembre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Libro scritto magnificamente...le esperienze raccontate direttamente dai protagonisti,rendono questo libro un insegnamento profondo per tutte le persone che stanno vivendo momenti di profondo sconforto e che non vedono una via d'uscita momentanea.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 30 dicembre 2013

E' un vero inno alla vita e ad andare avanti, aiuta a capire che le difficoltà si esauriscono presto se le trasformiamo in opportunità.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 28 novembre 2013

Molto bello si legge scorrevolmente. Il contenuto è molto affascinante e veritiero ,consigliato a tutti anche a chi non sta attraversando un momento difficile ma sopratutto a coloro che pensano che la loro vita sia finita e che non abbia alcun senso.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 ottobre 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

E' il primo libro della Givaudan che leggo.Mi è piaciuto molto,è stato una conferma di ciò che ho letto in altri libri sull'argomento.Un argomento così delicato che i pregiudizi religiosi e non,hanno infangato per tanto tempo...Lo consiglio

Commenta questa recensione

Scritto da: - 2 settembre 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Il concetto espresso nel libro l'ho trovato anche in altre opere: il destino dell'anima di un suicida non sta nellInferno o nel Purgatorio (che NON esistono assolutamente), bensì nel tornare ad incarnarsi per affrontare quella o quelle difficoltà ed ostacoli che non sono stati superati, indicendo così l'anima all'estremo gesto. Senza che ciò debba essere visto come una punizione o un'ammenda, perchè NON lo è !!! Semplicemente, fintantoché una lezione NON è stata appresa, deve essere ripetuta. Anche più volte se necessario. Direi che la cosa è ormai assodata. La possiamo considerare una certezza. Il libro tuttavia - soprattutto nella seconda metà - non mi convince del tutto perchè in alcuni punti lascia troppo spazio alla fantasia. Alcune parti mi sembrano a dir poco inverosimili. Non so se consigliarlo. Ve ne sono certamente di migliori e più completi.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 luglio 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

amo i libri di Anna Givaudan, attraverso i suoi viaggi, riesce a far comprendere quelle verità a noi celate dall'attaccamento terreno.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 13 luglio 2012 Acquistato sul Giardino dei Libri

Ritengo che questo libro possa essere utile a tutte le persone che si trovano in difficoltà e pensano che non hanno via d'uscita.... E' un libro che insegna a guardare avanti e a cogliere la speranza ad ogni evento, gurdando la vita come un'esperienza volta a farci evolvere

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 maggio 2007

Credevo di trovare spiegazioni più concrete, mentre sono cose già dette da molti scrittori e dai nostri vecchi. La gente si attacca a questi tipi di libri sperando di trovare conforto e spiegazioni reali, ma è impossibile solo la ns disperazione a farci credere che basti leggere per trovare la risposta al perchè della vita, e della morte. Quindi anche questo libro è un riassunto di tanti libri.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su