Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 22 punti Gratitudine!


Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione EBOOK

La versione digitale è subito disponibile per il download

Io e il Cane

Tutto quello che avresti voluto sapere sul tuo cane e non hai mai osato chiedere, pensare o sognare

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Scritto in forma di dialogo emotivo, scientifico e ironico tra Manlio Castagna (regista, scrittore, esperto di comunicazione) e Roberto Mucelli (psicoterapeuta, istruttore cinofilo e allevatore di Border Collie), Io e il cane ti offre l’opportunità di rispondere a molte domande e ti mostra come un rapporto profondo con il cane sia fonte di benessere.

In Italia una famiglia su quattro convive con un cane. Eppure corriamo ancora il rischio di conoscere poco sulla relazione speciale che ci lega al nostro plurimillenario compagno di vita. Riconoscerne l’alterità, non fermarsi alla sua utilità affettiva, sportiva e lavorativa significa scoprire un mondo nuovo, ricco di sentimenti, emozioni, intelligenza e comunicazione, in un viaggio interiore che ci restituisce migliori, più consapevoli.

INDICE

  • Una vita non basta
  • Imparare a volare
  • Incontri ravvicinati del piccolo tipo
  • Psicopatologia della vita quotidiana (con il cane)
  • Giocare con le maree
  • Cani che odiano i bambini
  • Bambini che amano i cani
  • I cani fanno bene - Quando il cane diventa terapeuta

APPROFONDIMENTI

Note introduttive

Abbiamo un piccolo cimitero nel nostro parco dove sono sepolti tutti i nostri cani che non ci sono più. Sulla lapide all’entrata abbiamo scolpito questa frase: “Vi abbiamo amato noi per quanto ci avete amato voi?” Questo è il pensiero che dovrebbe risuonare sempre nella mente di chi vive accanto a questi splendidi animali.

Lucia e Lino Banfi 

Cari bambini italiani, vi scrivo a nome mio e di tanti altri cani. Ero un bel cane meticcio, mi chiamavo Zazzà, fui abbandonato in autostrada da un vostro papà. Lo obbligò vostra madre con tanta tracotanza., tutto questo solo per quindici giorni di vacanza.

La cosa triste, è che a te hanno raccontato la solita bugia, che io ero morto per una brutta malattia. Sono passati tanti anni may adesso ti scrivo dalValdilà, perché sei diventatato anche tu papày e proprio perché i tuoi non ci sono piùy col senno di oggi, sii ragionevole almeno tu. Se dovessi abbandonare un mio simile, sii gentile, è molto meglio che lo abbandoni in un canile.

Non lo abbandonare per strada, verso morte sicura, perché io non fui investito da nessuna macchina, sono morto di tristezza e di paura.

Lino Banfi

Ho conosciuto Lino Banfi un po’ di tempo fa e sono rimasto incantato dalla sua profonda empatia. È una persona vera, capace di emozionarsi per le cose semplici. E conosco la passione che lui e la moglie hanno da anni per i cani. Un solo aneddoto per raccontare di questo amore: per il loro cinquantesimo anniversario di matrimonio, Lino e Lucia Banfi hanno chiesto ad amici e parenti di non fare regali ma di devolvere le somme che avrebbero speso per la creazione di un piccolo rifugio per cani abbandonati.

(M. Castagna) 

Sin dall’infanzia ho sempre vissuto con un cane in casa. Da quando mi sono sposato con Silvia la nostra famiglia, oltre ai figli, si è notevolmente allargata, oggi di cani ne abbiamo otto, tra adottati, papà, mamme e figli. Ognuno ha il propio carattere, la propria indole, il proprio modo di amarci e di vivere con noi il suo tempo. E una gioia vivere con loro, giocare con loro, accudirli.

Questo bel libro di Manlio e Roberto vi farà conoscere meglio i nostri “migliori amici” conoscendoli più a fondo di sicuro saremo in grado di vivere meglio la nostra vita e loro certamente saranno ancora più felici di unire la loro ombra alla nostra. I nostri due ultimi cani sono stati adottati. Pupo ha circa sei anni e proviene da un poverissimo canile di Pantelleria. E stata una adozione difficile.

Lui era pieno di paure, un solitario abituato a vivere in una gabbia di due metri all’aperto tutto l’anno. Ha dovuto imparare a vivere. Ma il nostro amore l’ha vinto! Odette viene dal Cilento, una diseredata di circa quattro anni che adora Pupo - come lui ha alle spalle un passato di sventure. Vivono felicemente sempre insieme perché si riconoscono.

Questi poverelli trascurati e abbandonati ora hanno ricche pappe, grandi cucce e tanto, tanto amore. Nati fortunati, invece, sono due Boston Terrier mamma e figlio, caratteri allegri, giocherelloni, sportivi, affettuosi, e tre Griffoncini di Bruxelles: papà, mamma e figlio. Dolcissimi e attaccatissimi al padrone, notevoli “avvisatori” da guardia!

Ultima una Chihuahua che tiene testa a chiunque con il suo temperamento coraggioso; una “scugnizzetta” giocherellona che mette in croce tutti con i suoi inarrestabili giochi. A casa nostra insomma non ci si annoia e non è ammesso chi non ama i cani, che anzi viene guardato con molto sospetto.

Christian De Sica 

AUTORI

Manlio Castagna, regista, sceneggiatore e formatore, dopo una laurea in Semiologia degli audiovisivi ha studiato cinema negli Stati Uniti ed è entrato nell’organizzazione del Giffoni Film Festival, il più importante festival al mondo dedicato al cinema per ragazzi. Dal 2007 ne diventa il vicedirettore artistico. È autore di cortometraggi pluripremiati, documentari, videoclip e sceneggiature per il cinema.

Roberto Mucelli, psicoterapeuta, presidente dell’Associazione Petrademone, che si occupa di pet therapy, agility dog e addestramento, è da anni impegnato nell’area della difesa dell’ambiente. Già consigliere e poi vicepresidente del Parco Naturale Regionale dei Monti Lucretili, è addestratore cinofilo per cani sportivi e da compagnia, riconosciuto dall’Ente Nazionale Cinofilia Italiana. Collabora con la Federazione Italiana Tae kwon do per la preparazione mentale di atleti della nazionale italiana. È coordinatore scientifico dell’Associazione Nazionale Utilizzo del Cane per Scopi Sociali e dell’Associazione Italiana per le Terapie Assistite con Animali. Ha tenuto corsi di formazione di Educazione Continua in Medicina sulle terapie assistite con animali e ha svolto interventi di animal assisted therapy in ospedale, in carcere e con persone affette da diversi gradi di disabilità fisica e psichica.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su