-15%
Io ti Immagino

  Clicca per ingrandire

Io ti Immagino

L'eclissi dell'intelletto e la filosofia narrativa

Igor Sibaldi

  • Prezzo € 13,60 invece di 16,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 284
  • Formato: 14x21
  • Anno: 2016
  • Sconto

L’immaginazione è uno strumento di conoscenza. È la tesi di questo nuovo libro di Igor Sibaldi, originale pensatore che in queste pagine riafferma, in tutta la sua vastità, l’autentico ruolo... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 14 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Spesso acquistati assieme...

Io Ti Immagino + Io

Io ti Immagino   Io =

Acquista insieme
€ 25,50 invece di € 30,00
Risparmio € 4,50

AGGIUNGI AL
CARRELLO

Disponibilità per la spedizione: Immediata

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

L’immaginazione è uno strumento di conoscenza. È la tesi di questo nuovo libro di Igor Sibaldi, originale pensatore che in queste pagine riafferma, in tutta la sua vastità, l’autentico ruolo che l’immaginazione riveste nella psiche e nella percezione.

Quel ruolo si è perso di vista nello stesso periodo in cui sparì dalla nostra filosofia il concetto di intelletto: quell’intellectus agens che secondo gli antichi costituiva l’anello di congiunzione tra la dimensione umana e la dimensione divina.

Tra filosofia della mente ed estetica, tra linguistica e teologia, Sibaldi ipotizza e delinea attraverso l’immaginazione la strada per una nuova filosofia della mente.

«Ciò che immagino non esiste, mi dicono. Dunque è fuori dai Mondo, soltanto perché è dentro di me? Se così è, quale significato assume l’espressione “fuori dal Mondo”, dal momento che io sono certamente nel Mondo? In me, che sono nel Mondo, accade qualcosa che non è dentro il Mondo?»

Indice

Parte Prima - Prima delle domande

  • L’immaginazione e il confine del mondo
  • Se la parola può far esistere
    Il potere esistentificante delle parole
    Il potere esistentificante del discorso
    Limiti del potere esistentificante del discorso
  • Gli intenti
    Gli intenti addizionali
    Gli intenti disconnessi
    Gli intenti svisati
  • Immaginazione, invenzione, fantasia
  • Prime deduzioni sulla ricerca della verità e sui rapporti tra immaginazione e linguaggio
    Mimesis, imago, mèthexis
  • Storie di parole
  • L’immaginazione e la creazione dell’universo
  • L’immaginazione come atto sovrasostanziale
  • Il tempo di HoKMaH
  • Prima e dopo la parola che fa esistere
  • Il Mondo come risultato
  • Il Mondo come fede
  • Il Mondo come ’aDaM
  • La ’aDaMaH
  • L’immagine di Dio
  • Configurazione
  • Il nostro intralcio religioso
  • Ciò che non so e che posso sapere
  • Il rischio di sbagliarmi

Parte Seconda - L’eclissi dell’Intelletto

  • La «luce intellettiial» e la psykhé
  • Il noùs e il lògos
  • L’immaginazione dell’Intelletto
  • Cartesio
  • Berkeley
  • DopoHume
  • Dopo Hegel
  • La nuova civiltà e l’immaginazione
  • Le due immaginazioni
  • Immaginazione e percezione
    La selezione
    L'incidenza di altre funzioni
  • L’incidenza delle lingue
  • Per esempio, il «tempo»
  • Invece del «tempo»
  • Il conscio collettivo come malafede
  • Il poco-di-sé
  • Il più dell’io
  • Il punto di vista di (°)
  • Questionario
  • Diventare (°)
  • L’io, l’Intelletto, e l’arte

Parte Terza - La filosofia ulteriore

  • L’opera del rimosso
    Il dominio su tutto
    Il limite di ogni cosa
    Fuori dal tempo
    La coincidenza con tutto
  • Progetto
  • Solo del nulla si può dire
    «Di nessuna cosa si può dire che sia»
    «Solo del nulla si può dire che sia»
  • I con-cepti
  • I con-struttori e l’indebolimento della realtà
  • La colpa di Babele
  • A differenza di Noè
  • La lingua degli’aDaM e il linguaggio dell’individuo
  • Nuova lingua o nuovo linguaggio?
  • Il limite gnoseologico
  • La filosofia narrativa
  • Patologie
  • Simbologia
  • Rischi estetici
  • Il noto e l’ignoto

Approfondimenti

L’immaginazione - E il confine del mondo:

"Io ti immagino. Sempre.

Mi riesce così facile che non ci faccio caso, così come in genere non faccio caso al mio respirare. Ma la respirazione so cos’è, più o meno: so che è indispensabile alla mia vita, e che è volontaria, dato che posso modificarla, ma anche inconsapevole, dato che dormendo respiro, e c’è una respirazione alta, una media, una bassa, e così via. Se invece rifletto suU’immaginazione, mi accorgo che potrei anche non sapere mai che è il mio immaginarti a farti esistere per me: cioè che nel mio mondo (e chi ha un mondo che non sia il suo?) tu sei ciò che immagino di te e ciò che immagino del mio immaginarti."

Igor Sibaldi

Continua a leggere l'estratto del libro "Io ti Immagino".

Autore

Igor Sibaldi - Foto autore

Igor Sibaldi è uno scrittore, studioso di teologia e storia delle religioni.
Dopo essersi laureato in lingue slave all’Università Statale di Milano e dopo aver tradotto e redatto un gran numero di testi, Igor Sibaldi ha abbandonato questo genere di studio per cedere il posto a ciò che realmente destava da sempre il suo interesse: psicologia, teologia, storia delle religioni, filologia, filosofia e angelologia.
Il suo sapere viene messo alla portata di tutti, attraverso le numerose conferenze e i seminari che il professor Sibaldi tiene regolarmente in Italia e all’Estero. Gli argomenti di mitologia, esegesi biblica e psicologia del profondo, vengono affrontati con metodi insoliti che si incontrano e si scontrano con quelle che egli stesso  definisce “strutture atemporali”. È autore di numerosi libri sulle Sacre Scritture e sullo Sciamanesimo e di testi di narrativa e di teatro.

La principale area di studio di Igor Sibaldi è la psicologia del profondo, tradotta in diversi ambiti (persino nel Vangelo di Giovanni), che vengono poi approfonditi attraverso le teorie magistralmente argomentate nei suoi testi.

Il patrimonio di pensieri, messi a nostra disposizione per approfondire la conoscenza del “proprio Io e per ricercare la felicità, deriva dai principali argomenti di studio dell’autore, ovvero: le aree temporali della mente ampiamente analizzate nel libro I Maestri Invisibili, Mondadori; le tecniche di iniziazione che ritroviamo nel testo Il Mondo Invisibile, Sperling; l’angelologia o psicologia delle funzioni superiori descritte nel Libro degli Angeli, Sperling; le strutture dell’Io nel Libro della Personalità, Sperling; e la psicologia delle masse nel Libro delle Epoche, Sperling.

Una delle sue più belle citazioni denota l’importanza di ricercare sè stessi per riscoprire a fondo le proprie potenzialità più nascoste: “Nessuno è più libero e sano di chi è più di se stesso e riesce a vedere il proprio «io» come se fosse un altro” - tratta dal Libro della creazione.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: Andrea - 7 febbraio 2018 Acquistato sul Giardino dei Libri

Ho avuto occasione di conoscere Igor Sibaldi e ho acquistato molti dei suoi testi. Mi piace come scrive e come riesce a semplificare concetti molto importanti. Anche questo testo è scorrevole e ne consiglio la lettura

 Commenta questa recensione

Scritto da: Andrea - 3 ottobre 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Adoro Sibaldi e tutto quello che scrive. Qui l'autore parla di una facoltà psichica poco conosciuta ed esplorata dalla psicologia Occidentale, anzi fatemi dire, dalla cultura Occidentale, ossia l'Immaginazione. Questa facoltà è chiaramente distinta dall'invenzione e dalla fantasia. Con il solito taglio che abbraccia Scritture, filologia, psicologia del profondo, sociologia, filosofia e storia, Sibaldi traccia un percorso rigoroso ed affascinante che ci guida verso la scoperta di questa facoltà dell'intelletto. Avvertenza: il libro è decisamente più denso ed impegnativo degli altri testi di Sibaldi, occorre un po' di pazienza e tranquillità per assorbirlo. Rimando al seminario "L'immaginazione" che costituisce l'ideale complemento al libro.

 Commenta questa recensione

Scritto da: Antonio - 20 aprile 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

A me piace Sibaldi, ma questo libro l'ho trovato molto criptico ed a volte stancante. Non scorre bene alla lettura come invece è successo per altri.

 Commenta questa recensione

Scritto da: Luisella - 15 febbraio 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

uno dei libri più interessanti e utili che io abbia mai letto...descriverlo è impossibile, bisogna leggerlo ... Igor Sibaldi immenso.

 Commenta questa recensione

Scritto da: Silvia - 29 maggio 2016 Acquistato sul Giardino dei Libri

Per capire appieno questo testo è doveroso segnalare che Igor Sibaldi è un Teologo e Filologo dalla conoscenza sterminata, cerca di rendere accessibile, capibile, intuibile uno scibile che tanto facilmente non si fa ridurre in minimi termini. In questo libro forse fa un tentativo di tirare i “fili” della sua conoscenza, proponendo la “Filosofia narrativa” cioè l’utilizzo delle capacità artistiche insite in ogni uomo per sconfinare nell’ inconoscibile, fare Arte per conoscere la vera essenza degli esseri viventi e al contempo di Dio.

 Commenta questa recensione


Torna su
Caricamento in Corso...