Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 22 punti Gratitudine!


Karate Vitale

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il Karate, codice guerriero giapponese, ha suscitato l'interesse di tutto il mondo ed è considerato una delle arti marziali più efficaci e spettacolari mai concepite dall'uomo. Non  si  può non rimanere sbalorditi  avanti alla potenza del Karate, quando si vedono legni e pietre spaccati con le mani; si direbbe trattarsi di una magia capace di rendere possibile  l'impossibile. 

Dire  che  la  storia  del  Karate è lunga sarebbe un'inesattezza, poiché tale arte, nonostante abbia origine primordiali, è sempre nuova, ed è ai nostri giorni della massima attualità.

Il Karate, considerato come mezzo di difesa, comporta una vigoria fisica ed una potenza non riscontrabili  in altre arti  marziali. Ma è altrettanto vero che esso rappresenta una
forza di saggezza e di bravura.

Il Karate di Oyama comincia e finisce con punti e cerchi, sorgente di potenza ed essenza del  sistema.  Da questi  punti e cerchi - li si direbbe dei movimenti leggiadri - scaturiscono onde dinamiche e ondate di potenza capaci di  infrangere ogni  resistenza.

AUTORE

Masutatsu Oyama è il più grande karateka del mondo, colui che ha fatto conoscere le arti marziali orientali in Occidente, ancor prima del "fenomeno Bruce Lee", e le ha fatte riscoprire anche ai giapponesi.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 28 agosto 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Un libro essenziale per i praticanti di qualsiasi stile di Karate! Aiuta molto a capire anche il pensiero del maestro Oyama che mio avviso è stato frainteso per molto tempo .

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su