Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 14 punti Gratitudine!


Kundalini

Un'esperienza Occulta

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il libro permette di comprendere la natura delle polarità che si manifestano in natura nonché il carattere di sacralità che pervade la vita tutta e che rende ricca di possibilità l'esistenza umana.

Kundalini, il fuoco serpentino delle antiche tradizioni, rappresenta la forza che ha la possibilità di stabilire un ponte fra gli aspetti materiali e terreni e quelli spirituali e cosmici.
Kundalini rappresenta anche una consapevolezza progressiva, che si fa tanto più evidente via via che l'uomo manifesta un maggior grado di consapevolezza spirituale, con la conseguente presa di coscienza etica. Ma è pericoloso indurre un risveglio anticipato di Kundalini, senza che questo sia accompagnato da una parallela evoluzione etica, che consenta di capitalizzarne positivamente gli effetti.

AUTORE

George Sydney Arundale (1878-1945) fu uno dei più stretti collaboratori di Annie Besant all’interno della Società Teosofica. Abbandonata la Gran Bretagna, si trasferì in India, che adottò come seconda patria, impegnandosi in campo educativo e politico.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 10 dicembre 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Libro molto molto bello,consiglia come muoversi per un risveglio attento e consapevole di kundalini, consigliato anche per chi è neofita dell'argomento .

Commenta questa recensione

Scritto da: - 1 ottobre 2009

Non mi ha entusiasmata per niente, l'ho trovato noioso e un po' troppo schematico. Sicuramente ho apprezzato altre letture su questo tipo di argomento.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su