Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 29 punti Gratitudine!


L'Alchimia della Felicità

Il vero scopo della vita

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

L'alchimia della felicità è l'argomento di una conferenza tenuta da Hazrat lnayat Khan all'inizio del 1920, ed è posta in questo libro come primo capitolo.

Gli insegnamenti di lnayat Khan coprono praticamente ogni aspetto dell'esistenza umana.

Da una parte ci sono gli aspetti metafisici: il rapporto fra Dio e l'uomo, i piani e i diversi stadi dell'esistenza, il posto dell'uomo nella crezione, e numerosi altri; dall'altra egli esplora in profondità la vita terrena, analizzandola ed esaminandone i problemi e le possibilità, e indicando la strada verso una esistenza più equilibrata e felice.

Per quanto importante ed interessante possano essere lo studio e la pratica degli aspetti metafisici del messaggio Sufi, lnayat Khan ci ricorda costantemente che quello studio e quella pratica sono inutili se la nostra vita quotidiana non è in armonia con tali principi. La reale comprensione della verità avviene vivendola.

Il vero scopo della ricerca religiosa è la felicità. Ad essa si può giungere attraverso il processo del quietare la mente, tramite la concentrazione, con la scienza del respiro e con l'amore per Dio, che scioglie il cuore. Allorché il cuore si è riscaldato, in colui che è alla ricerca si sviluppa la conoscenza di Dio e tutti gli aspetti profondi dell'esistenza divengono per lui perfettamente chiari.

AUTORE

Hazrat Inayat Khan nato nel 1882 a Baroda (India) da una famiglia di musicisti, fu egli stesso musicista di grande valore. Tuttavia, preferì rinunciare ad una brillante carriera in campo musicale per dedicarsi completamente alla diffusione del Messaggio Sufi in Occidente. Fu M suo maestro spirituale a dargli il compito di diffondere la saggezza del messaggio Sufi, poiché questo era il compito al quale Dio l'aveva destinato. Egli si recò quindi negli Stati Uniti nel 1910 e successivamente passò in Europa. Il Divino Messaggio fu da lui chiamato il Messaggio dell'Amore, dell'Armonia e della Bellezza. Tornato in India nel 1926, Hazrat Inayat Kahn vi morì, nel 1927, a New Delhi.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 3 agosto 2017

Perché l’immaginazione dia frutto, occorre svuotare la mente da tutto ciò che la ingombra: pensieri, opinioni, preoccupazioni, passioni, desideri. Nel vuoto, lo stesso di cui parlano i buddhisti e i filosofi zen, si realizzano infatti le possibilità che hanno originato il Tutto e che costantemente ricreano le condizioni della nostra vita. Affidarsi al vuoto apre la strada al manifestarsi in noi della Voce divina e all’accoglimento dei suoi copiosi doni.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 1 marzo 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Bellissimo libro che incarna perfettamente l'essenza del sufi. Indica la strada a chi è alla ricerca del suo cammino spirituale.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su