Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

L'Igienismo Potrebbe Guarirti da: Aborto, Azoospermia

Prevenzione e cura secondo natura

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 5,00
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 35
  • Formato: 14x21
  • Anno: 2012

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

L’igienismo è una scuola medica americana la quale insegna che:

  • È l’organismo vivente il vero artefice della propria guarigione (1);
  • Per ottenere i migliori risultati, bisogna assecondarlo nel suo sforzo e lasciargli a disposizione il massimo di energie ed eliminare le cause di malattia (2), anziché contrariarlo, come invece fanno generalmente le altre scuole mediche, che illudono il malato combattendo i sintomi che sono effetti delle malattie.

Ad esempio, con le medicine sono eliminati il dolore o la febbre che sono fenomeni fastidiosi ma benefici, perché fanno parte del processo di guarigione (3).

Quindi con le medicine il malato si lascia prendere in giro, a rischio che la malattia si aggravi - come avviene nell’artrite - e lui finisca sulla sedi a rotelle (4).

Tutto ciò è ancora più importante se si pensa che le diagnosi sono sbagliate molto più spesso di quanto la gente pensi (5).

Il lettore potrebbe domandarsi perché allora le idee degli igienisti non vengano accolte dalla scienza medica. La risposta è che la lobby medico-farmaceutica ha interesse economico che i malati si sentano meglio con le medicine, altrimenti smetterebbero di chiederle, ma non guariscano mai e che anzi si procurino altre malattie. L’essenziale è che i malati siano convinti che sono le medicine a guarirli. Quanto a questo, essi sono arciconvinti, al punto da guardare con commiserazione chi dice loro che si può guarire senza medicine.

Si legge che una volta un certo professor Pottenkoffer bevve un bicchiere di acqua con molti bacilli del colera, per mostrare ai suoi studenti che non bastavano i bacilli per far ammalare le persone (6). Molto probabilmente da allora la lobby avrà preso opportuni provvedimenti per evitare il ripetersi di simili episodi che potrebbero aprire gli occhi agli studenti di medicina e alla popolazione (7).

La scuola igienista afferma che le malattie sono causate soprattutto da spossatezza nervosa ed intossicazione dell’organismo, da un’alimentazione inadatta alla costituzione fisica dell’uomo e da un malsano stile di vita.

In questo libretto - che riporta solo una parte del repertorio del libro “L’igienismo potrebbe guarirti veramente” - sono stati sintetizzati gli insegnamenti igienisti,sparsi in oltre 5000 pagine di libri e riviste, relativi alle voci col nome che comincia con la lettera “a” (8).

Per la parte relativa alle malattie in generale, alla disintossicazione, all’alimentazione, allo stile sano di vita, alla bibliografia e all’elenco di alcuni igienisti, consultare il libro “L'igienismo potrebbe guarirti”.

PER CHI VUOLE MAGGIORI DETTAGLI:

(1) La capacità di autoguarigione dell’organismo vivente è dimostrata:

  • Dalla testimonianza degli igienisti che hanno visto guarire molti più malati di polmonite o di febbre tifoide curati alla maniera igienista di quanti ne guarissero ricorrendo alle medicine, come pure dalla guarigione senza medicine, di persone che avevano invano fatto ricorso alle cure mediche;
  • Dall’esperienza che chiunque fa della guarigione spontanea di ferite, scottature e fratture;
  • Dagli esperimenti, quale quello descritto nel capitolo sull’alimentazione in cui si mostra che con i principi igienisti, tra cui il ritorno a una corretta alimentazione, tendono a sparire le malattie degenerative derivate dall’alimentazione sbagliata;
  • Dalla stessa scienza. Ad esempio la biologia afferma che:
    L’essere vivente possiede un sistema immunitario capace di distruggere germi, virus, altri patogeni e cellule maligne;
    L’organismo sa riparare da sé i guasti ad uno dei due filamenti del DNA o addirittura di entrambi;
    Le proteine denaturate da sostanze nocive, possono riprendere le loro normali funzioni se quelle sostanze sono allontanate.

Anche quando la guarigione da un’ulcera avviene dopo l’utilizzo di un’erba medicinale come la consolida o l’aloe, secondo gli igienisti è l’organismo che ha chiuso l’ulcera per impedire l’ingresso nell’organismo delle sostanze tossiche contenute in quelle erbe. Se, prima di tutto gli si fosse dato tempo e modo di disintossicarsi, sarebbe guarito meglio perché ora sarebbe libero dalle tossine, ciò che non avviene quando l’ulcera è guarita in seguito all’uso della pianta medicinale.

(2) Per esempio nell’ipertensione essenziale, secondo gli igienisti, un sovraccumulo di tossine induce l’organismo a produrre una maggiore quantità di renina. Ciò porta alla produzione di una maggiore quantità di angiotensina I. Questa poi viene trasformata in angiotensina II, la quale - facendo contrarre le arterie – causa l’ipertensione. Con dei farmaci si può neutralizzare la renina in eccesso o impedire qualcuna delle successive trasformazioni e così ostacolare momentaneamente l’ipertensione, ma il giorno dopo l’organismo produrrà di nuovo un eccesso di renina e bisognerà di nuovo prendere il farmaco per impedire l’aumento della pressione. Se invece – come fanno gli igienisti - si mette l’organismo in condizione di eliminare il sovraccumulo di tossine, esso cesserà di produrre l’eccesso di renina e l’ipertensione scomparirà durevolmente senza bisogno di prendere medicine; inoltre ciò tenderà a prevenire o a guarire anche le altre malattie derivanti dal sovraccumulo di tossine.

(3) Di solito, durante il digiuno il peso diminuisce, ma nei momenti in cui la disintossicazione cessa, il peso cala pochissimo. Ebbene, un igienista ha constatato che se durante il digiuno si prendono medicine o tisane per dormire o calmare il mal di testa o per altri sintomi, la diminuzione di peso si arresta o quasi. Ciò dimostra che l’uso di medicine o equivalenti riesce ad interrompere l’insonnia o il dolore, però interrompe anche la disintossicazione e quindi impedisce la guarigione durevole. Infatti coloro che, durante il digiuno, sopportano il dolore - pur di non prendere medicine - solitamente guariscono, gli altri no.

  • A loro volta gli stimolanti ingannano il malato dandogli l’illusione di una forza ritrovata, ma in realtà accelerano l’esaurimento delle energie dell’organismo, mentre occorrerebbe piuttosto dargli la possibilità di recuperare le forze.
  • Gli ormoni a volte sono indispensabili per rimediare ad una lacuna delle ghiandole, ma se somministrati prematuramente favoriscono l’atrofia e rendono definitivamente incurabili le malattie come il diabete.
  • In breve, molto spesso si potrebbe ottenere di più e meglio assecondando l’organismo nel suo sforzo di guarigione, anziché frustandolo o sostituendosi ad esso col ricorso ai medicinali, sintetici o naturali che siano, quali le tisane che contengono anch’esse sostanze nocive.

(4) Malattie come allergia, artrite, asma, calcoli, colite, glaucoma, gotta, ipertensione, quelle della pelle (anche la psoriasi), tumori benigni, ulcere e tante altre possono generalmente essere guarite col metodo igienista, cioè senza bisogno di medicine o interventi chirurgici.

(5) Un esperto del General Massachussets Hospital affermò che all’autopsia 470 diagnosi su 1000 risultarono sbagliate. Lo stesso risultato diede un controllo in un ospedale di New York. Ebbene, se i medici sono soggetti a sbagliare così spesso, nonostante i test più complicati e costosi, quando la malattia è così grave da portare il malato alla morte, si sbaglieranno molto più spesso ancora quando tentano di fare diagnosi ai primi sintomi!

(6) Quasi un secolo fa sono stati fatti esperimenti somministrando germi di numerose malattie a dei volontari sani e nessuno di loro si ammalò. Ciò conferma la teoria igienista secondo la quale la malattia acuta è un’operazione di disintossicazione dell’organismo, durante la quale si moltiplicano i germi perché si nutrono dei rifiuti rimessi in circolazione dall’organismo, ma i germi non sono nocivi al malato e scompaiono da soli, una volta terminate le pulizie. Si dice che sia Pasteur che Koch ripudiarono –il primo alla fine della vita, il secondo meno tardivamente - la teoria dei germi e dei virus come causa della malattia. Però alla lobby medico-farmaceutica conviene mantenere in piedi la teoria dei germi per continuare a prescrivere e vendere medicine, vaccini, ecc. Meno di quattro secoli fa Galileo dovette rinnegare la sua affermazione della validità della teoria copernicana, per non finire la sua vita in galera, poiché allora tutti, ingannati dalle apparenze, erano convinti che fosse il sole a girare intorno alla terra. Allo stesso modo oggi quasi tutti scommetterebbero che siano le medicine a guarire le malattie, visto che esse sono capaci di farne sparire momentaneamente qualche sintomo, ma ciò non toglie che essi abbiano torto vista la capacità di autoguarigione dell’organismo e le esperienze degli igienisti. A sua volta, la teoria delle carenze - su cui poggia la naturopatia - qualche volta risponde a verità, ma l’esperienza degli igienisti ha mostrato che generalmente anche nelle cosiddette malattie da carenza in realtà l’organismo ha consistenti riserve degli elementi che si suppongono mancanti, solo che non riesce a utilizzarle. Infatti un igienista avviò a guarigione con un periodo di digiuno 93 malati di anemia perniciosa su 101 da lui curati. Ciò mostra che, quanto meno nella grande maggioranza dei casi, era piuttosto uno stato di intossicazione a causare l’anemia e non la carenza di ferro o di qualche vitamina.

(7) Al riguardo sarebbe probabilmente interessante conoscere: - la vita dei professori universitari di medicina, per quanto riguarda l’eventuale sforzo della lobby medico-farmaceutica per renderli fedeli servitori degli interessi suoi anziché di quelli dei malati, per mezzo di corsi sui “miracoli” delle nuove scoperte della ricerca farmaceutica o di vacanze premio o congressi- vacanza con eventuali famiglie al seguito, - o i regali ai partiti politici affinché le assicurino o mantengano il monopolio delle cure mediche per mezzo delle leggi sull’esercizio abusivo della medicina, ecc. Solo la popolazione, quindi, può cambiare questo stato di cose, - che costa molto in denaro e in salute - abbandonando la medicina, studiando l’igienismo e affidandosi ad esso per la prevenzione e la cura delle proprie malattie.

(8) La trattazione - a volte più estesa altre meno (specialmente per le voci tra parentesi) - riguarda - tra altri - i seguenti argomenti: aborto spontaneo e minacce, aderenze, afte, AIDS, allergie, amebe, amenorrea, anchilostomi, anemia (clorosi, anemia perniciosa, anemia splenica o malattia di Bant), angina di gola e di petto, angiocolite, angoscia, animali domestici, anoressia, (antibiotici, anticoagulanti, antisettici, anziani) apnea, apoplessia, appendicite, arteriosclerosi, (arterite), artrite reumatoide, artritismo, artrosi, ascessi vari, ascite, atonia dello stomaco, attacco cardiaco, avvelenamento alimentare, avvelenamento del sangue, azoospermia. 

AUTORE

Mario Rosati collabora da anni con un'associazione igienista alla traduzione in italiano di riviste e libri di igienismo, e svolge attività divulgativa con i suoi scritti per far conoscere questo valido metodo di cura ai malati cronici, stanchi dei giochi di prestigio (quali la sparizione di qualche sintomo e l'apparente e momentanea ricomparsa di una migliore salute) fatti per mezzo dei medicinali.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su