Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

La Casa del Rammarico - La Saga di Lilith Volume 3

Il sublime, capitolo finale della saga di Lilith, un meraviglioso viaggio oscuro, gotico e soprannaturale

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Nell'ultimo capitolo della sua più grande opera, MacDonald continua a indagare e sviluppare una serie di temi connaturati alle storie gotiche e alle fiabe: il continuum tra umanità e disumanità, il rapporto tra le madri e i loro figli e - punto cruciale della storia di Lilith e Vane - la resa alla morte.

La trama di quest'ultimo capitolo, in particolare, sembra ripercorrere il cammino di Dante attraverso le spire oscure dell'Inferno e allo stesso tempo dà corpo e forma a suggestioni letterarie che diverranno poi parte delle invenzioni di C.S. Lewis. Il racconto spinge con forza verso la redenzione, sembra raggiungerla ma, all'ultimo momento, devia verso un finale inaspettato.

Se Dante avesse scritto solo un altro capitolo della sua Divina Commedia, probabilmente questo di MacDonald sarebbe stato il degno epilogo...

“La luna era molto bassa e il sole non era ancora sorto, quando vidi avanti a me sul sentiero, che in quel punto era ristretto dalle rocce, una figura coperta dalla testa ai piedi come da un velo di nebbia illuminata dalla luna. Continuai per la mia strada come se non l’avessi vista e l’essere scostò il velo”...

AUTORE

George MacDonald è stato un teologo, un predicatore, un mistico e un autore, di saggi, di sermoni, di poesia e di narrativa, tra i più conosciuti e ammirati del XIX secolo e oggi i suoi libri sono oggetto di studio e ricerca nelle università, principalmente inglesi, americane e scozzesi. Da Auden, un notissimo poeta inglese vincitore anche un premio pulitzer, è stato definito uno dei più incisivi e memorabili scrittori del XIX secolo, uguale se non superiore a Edgar Allan Poe. In vita MacDonald fu amico di grandissime personalità della letteratura, Ralph Waldo Emerson, Mark Twain, Walt Whitman, Charles Dickens. Il contributo che diede alla letteratura si estende anche al suo incoraggiamento a Lewis Carrol. Fu proprio MacDonald ad aver incoraggiato Carroll nella stesura del romanzo Le avventure di Alice nel paese delle meraviglie, in parte anche in ragione dell’entusiasmo dimostrato dalla figlia nei confronti dell’opera nascente.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 23 ottobre 2015

Penso che George Macdonald sia uno degli scrittori più sottostimati del nostro secolo, eppure ha un'immaginazione realmente senza confini che trova la sua vetta in questo romanzo declinato in tre parti. Narrato da un uomo "qualunque", il romanzo segue le sue avventure in un mondo scoperto casualmente, che si cela in un antico specchio conservato nella casa ereditata dal padre. Il terzo capitolo è allegorico, magnifico, onirico. Mi è piaciuto molto, il finale è straordinario. Anche qui mi ritrovo a dire è un testo adulto per adulti che desiderano essere "affascinati".

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su