Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 16 punti Gratitudine!


Questo LIBRO è disponibile anche in versione ebook

Versione EBOOK

La versione digitale è subito disponibile per il download

La Disobbedienza

 
-15%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 7,65 invece di 9,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 112
  • Formato: 10,5 x 15
  • Anno: 2015

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Approfondimenti video

Caricamento video...

Tutto può cambiare, se solo si impara a non rassegnarsi.

Un’altra Annunciazione: un Arcangelo, molto diverso da quello a cui la tradizione ci ha abituati, fa visita a quella dimensione interiore, semplicissima, di ognuno, che gli antichi teologi indicavano come Maria, «la madre di Dio». L’Arcangelo spiega, dimostra, propone, attende risposta. Il suo discorso è ben chiaro.

«Ovunque guardi, manca qualcosa che ti faccia sembrare il mondo un bel posto dove vivere a lungo.

Vedi soltanto cose che sai già, o che non ti importano.

E la maggior parte delle cose che sai già contengono minacce alla tua identità, o determinano situazioni di oppressione...»

INDICE

  • Dedica 
  • La disobbedienza 
  • Khàire
  • La meraviglia 
  • Tutt’uno con te 
  • Se
  • Mery
  • La disobbedienza
  • Tu che piaci al futuro
  • La Sua potenza
  • Il Suo volere
  • E la tua gente
  • Tu tra tutti gli altri
  • Benedetta e maledetta
  • Non aver paura
  • «Comprenderai»
  • Grandi cose
  • L’impossibile
  • Tu e non tu
  • Stabat mater
  • «Chi è mia madre?»
  • Le ragioni di Giuseppe 
  • Lezione di tenebre
  • La vergine e la verità 
  • Chi ha e chi non ha 
  • E si allontanò da lei

APPROFONDIMENTI

Dedica

"Care Marie di Nazareth, mi rivolgo a voi direttamente, o almeno spero di riuscirci: non è impresa facile raggiungere la vostra attenzione - quella autentica, antica - attraverso i tanti aspetti che avete assunto nella nostra società, nella vostra vita di tutti i giorni.

Senza dubbio nel secolo XXI voi vi presentate, anche a voi stesse, come persone che attribuiscono grande importanza al loro lavoro: o perché gli dedicano otto ore al giorno in quasi tutti i mesi dell’anno, oppure perché state cercando impiego; e avete imparato a guidare un’auto che vi piace, o che non vi piace, o di cui non vi chiedete più se vi piaccia o no; guardate la televisione, leggete e scrivete cose su internet, andate in palestra o pensate di doverci andare, frequentate supermercati e farmacie - e date per scontato che Maria di Nazareth sia una donna famosa, vissuta (pare) venti secoli fa. Invece a me risulta che quella ragazzina tanto problematica per tutti è dentro di voi: è lì che aspetta, e vorrei proprio che ci facciate caso.

Non c’è bisogno di stupirsene più di tanto: sono cose risapute: al pari di tanti altri protagonisti dei libri sacri, anche Maria venne immaginata al preciso scopo di rappresentare certe potenzialità più o meno sublimi di ogni individuo; e se quei libri si definiscono «sacri», cioè dotati di particolare potere, proprio perché numerose generazioni di lettori si sono accorti che occorre soltanto un po’ di coraggio e di lucidità per riconoscere, in quei loro protagonisti, altrettanti specchi.

O forse non sapete che è risaputo? Nessuno ve l’ha mai detto? Mi dispiace: si vede che avete bazzicato troppo persone autoritarie a cui faceva comodo tacerlo. Vi avrebbero dato troppa dignità se ve l’avessero spiegato; e a nessuna gerarchia, né religiosa né statale, piace che i sudditi sappiano di valere molto. Come si dice: al contadino non far sapere certi dettagli organolettici sul cacio e sulle pere - se no, non te li venderà più per quattro soldi. E se voi sapeste di essere anche Maria di Nazareth, non vi vendereste mai.

A voler essere ottimisti, poniamo pure che abbiano voluto risparmiarvi un senso di responsabilità: non è cosa da poco, per il nostro sistema nervoso, sapere di essere la madre di chi cambierà il mondo! E quelle tali autorità reputavano che voi voleste essere innanzitutto gente normale, una massa obbediente e devota, e che certi enigmi delle Scritture potessero intralciare questo vostro intento. Ma nel corso dei secoli capitano momenti in cui è necessario affrontare certe circostanze interiori, e stavolta ci siamo: che lo si voglia o no, ognuno di noi sta portando in sé un futuro molto più grande di tutto ciò che fino a qualche tempo fa sembrava importante. Proprio come avvenne a Maria.

La migliore dimostrazione di ciò - e la più semplice e immediata - è quel senso generale di noia disperata, che tanti si sforzano di ignorare: ovunque guardi, manca qualcosa che ti farebbe sembrare il mondo un bel posto dove vivere a lungo. Vedi soltanto cose che sai già, o che non ti importano. E la maggior parte delle cose che sai già con-tengono minacce alla tua identità, o determinano situazioni di oppressione.

Alcuni, per sedare questa noia, si sforzano di avere ideali, cioè certezze di principio e speranze riguardo al futuro - e le esagerano, per non vedere che sono anch’esse vecchie, e da molto tempo inconsistenti.

Altri reagiscono a quella noia diventando aggressivi verso i loro simili o (cosa più facile) verso se stessi. E si ottundono, si istupidiscono, si anal-fabetizzano. Di questi, un numero considerevole decidono di ammalarsi: e non devono faticare a lungo per riuscirci, dato che il corpo non vede l’ora di manifestare tutto il suo scontento per il modo in cui è stato maltrattato fin da quando era bambino.

Il lato bello di questa brutta situazione è che, se il mondo ti appare tanto insufficiente, è proprio perché in te vive qualcuno che avrebbe bisogno e voglia di un mondo diverso. Quel qualcuno non è te: è una tua futura personalità; tu, come ti trovi ora, sei solo la madre. Maria, appunto, e nientemeno.

Compito della tua Maria interiore è fare in modo che quel futuro nasca, finalmente, e cresca vigoroso. E chiaro che poi, se tutto andrà bene, quel qualcuno dirà «io» con la tua voce, guarderà con i tuoi occhi, penserà con la tua mente. Ma non somiglierà a te come sei ora, più di quanto un ragazzino somigli a un genitore. E in questo libretto ho provato a dare qualche indicazione perché ciò avvenga, possibilmente presto. Buona Annunciazione. Buon Natale."

Igor Sibaldi
Milano, novembre 2014

AUTORE

Igor Sibaldi è uno scrittore, studioso di teologia e storia delle religioni. Tiene regolarmente conferenze e seminari in tutta Italia di mitologia, exegis e psicologia del profondo. E' Autore di numerosi libri.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 8 settembre 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Una piccola gemma nella produzione di Sibaldi, un libriccino da 100 paginette che si legge d'un fiato in mezz'ora... Bella la trovata di immaginare un dialogo tra l'Arcangelo e una Mery che vive ai giorni nostri...molto azzeccata e creativa Esemplare la rivisitazione dei Dieci Comandamenti Affascinante, intriso di saggezza, e soprattutto dolcemente poetico....

Commenta questa recensione

Scritto da: - 16 marzo 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

ho conosciuto questo autore per caso ascoltando la radio, ho acquistato questo libro perchè questo scrittore, che fa anche molte conferenze, è capace di mostrare le cose da punti di vista molto accattivanti.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 gennaio 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

giusto staccarsi dalla falsa morale che ci circonda e Sibaldi bene ce lo spiega e ci dice di vivere secondo i nostri reali desideri. libro molto profondo e che rompe gli schemi. meditate meditate

Commenta questa recensione

Scritto da: - 30 settembre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Sibaldi non ne sbaglia una! Libretto che si legge in pochissimo tempo, ma che nella sua leggerezza "fisica" dà tantissimo a livello spirituale.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 28 settembre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

il libro ha un valore simbolico inestimabile. Ammetto che al momento dell'acquisto mi aspettavo che il tema della disobbedienza venisse trattato in altro modo, invece l'autore sviscera l'argomento attraverso la narrazione e i significati più autentici e nascosti insiti nella fede cristiana.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 10 settembre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Illuminante come sempre, Igor Sibaldi, ha catturato la mia attenzione e curiosità su uno dei temi che più mi affascinano ultimamente: uscire dagli schemi (mentali e non). Molto scorrevole, mi è piaciuta molto la disobbediente quanto "realistica" traduzione dei 10 comandamenti. Molto molto molto interessante. Consigliatissimo.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA