Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

La Natura Non Crea Sfigati!

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In questo libro sentiremo che a tutti è capitato di sentir dire di una persona conosciuta colpita dal cancro, o da qualche altra malattia “brutta”.

Di solito il primo commento è: “Poveretto che sfiga!”, rafforzando questa affermazione con una espressione rattristata.

Non ci si ferma a pensare che quella “brutta” malattia abbia senso e che, in certo qual modo, sia l'evento più logico possibile. Tanto meno si riesce ad accettare che sia la Natura l'artefice di quella condizione, ma come leggerai più avanti, quanto è capitato a quella persona, non è affatto opera della sfiga o dell'ingiustizia di un Dio vendicativo o rancoroso.

Oggi viviamo di corsa, protesi verso un qualcosa di cui non abbiamo quasi mai la visione globale, ma corriamo a tal punto da perdere il controllo non solo del paesaggio che ci sta intorno, ma anche del nostro stesso organismo che, più e più volte, ci avvisa del suo stress senza destare una reazione cosciente protesa alla preservazione di noi stessi. Siamo così insensibili nei nostri stessi confronti, da indurre la Natura stessa ad avviare drastici processi di riparazione e di conservazione, apparentemente senza senso.

La malattia sembra a noi stessi senza senso, ma scoprirai che invece un senso ce l'ha.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 2 ottobre 2016

Ringrazio Giorgio Beltrammi per questo libro. E' riuscito a rendere comprensibile a chiunque, operatore del settore oppure no, un argomento spesso complicato. Oggi le 5 leggi biologiche creano contrasti tra chi le divulga e le applica e chi le nega. Si chiamano "biologiche" proprio perchè non sono relative ai mondi superiori, ma alla biologia. Grazie di nuovo Giorgio.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su