Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

La Preghiera che Mi Fa Vivere

Percorso di preghiera per singoli o gruppi, alla luce dell'esperienza di Gesù e dei mistici

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

La preghiera è diventata oggi ancor più che una necessità, una vera urgenza, se non vogliamo essere risucchiati nella spirale di un attivismo sfrenato che ci svuota di noi stessi. Vi è in gioco la nostra salute non solo spirituale, ma anche fisica e psichica.

Forti quindi della convinzione che, più che i trattati sulla preghiera, sono gli esempi e le testimonianze concrete a far breccia su di noi, nella prima parte di ognuno dei sedici incontri proposti ci lasciamo guidare dall’esperienza concreta di Gesù attraverso una riflessione a partire dai Vangeli.

Nella seconda parte dell’incontro siamo invitati a vivere personalmente una breve esperienza di preghiera tenendo presente che, come ci ricordano i grandi oranti, «a pregare si impara pregando». In questa esperienza di preghiera personale cercheremo di coinvolgere non solo la nostra mente ma anche il nostro corpo.

Nella terza parte dell’incontro proponiamo una sintesi della vita e della spiritualità di un mistico o di una mistica in grado di dare una conferma all’aspetto della vita di preghiera di volta in volta preso in considerazione. Ci rifacciamo ai mistici classici della tradizione cristiana ma anche a mistici più vicini a noi che costituiscono un vero tesoro di spiritualità, benché purtroppo ancora poco conosciuti.

AUTORE

Giuseppe Morotti viene ordinato prete nel 1974. Entrato a far parte dei Piccoli Fratelli del Vangelo che si ispirano a Charles De Foucauld, si reca in Iran e condivide per 10 anni la vita di alcune comunità cristiane situate al confine con l’Iraq. Dopo altri dieci anni trascorsi nella Fraternità di accoglienza di Spello e cinque anni come Priore nella Fraternità Generale di Bruxelles decide di abbandonare la vita religiosa per amore di una donna. Dopo varie vicissitudini, vive ora con la sua famiglia, la moglie Angela ed i figli Mauro e Carlo, a Bolzano. Dopo aver lavorato per alcuni anni nel Centro di accoglienza della Caritas, oltre all’adempimento dei suoi impegni familiari, si dedica ora ad animare incontri di preghiera, meditazioni e ritiri che di volta in volta vengono richiesti nell’ambito parrocchiale e diocesano.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su