Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 7 punti Gratitudine!


La Repubblica delle Banche

Fatti e misfatti del sistema bancario. Con il concorso del controllore

 
-75%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 3,38 invece di 13,50 sconto 75%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 234
  • Formato: 15x21
  • Prefazione di Beppe Grillo
  • Anno: 2008

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Elio Lannutti, fondatore dell'Adusbef, una delle più autorevoli associazioni di tutela dei consumatori specializzata nel settore bancario, finanziario e assicurativo, combatte da anni una strenua battaglia contro le truffe e gli abusi delle banche ai danni dei cittadini.

Con una graffiante prefazione di Beppe Grillo, "La Repubblica delle banche" denuncia fatti e misfattidel più corrotto sistema di potere occulto, l'unico che quotidianamente compie illeciti legalizzati, ordina leggi a proprio vantaggio ed esercita un rigido controllo sui mass media italiani e di tutto il mondo.

Come difendersi dallo smisurato potere del sistema bancario? Come proteggersi dagli inganni di questa ristretta oligarchia che tutto domina e possiede?

Attualmente in Italia la casta delle banche è in grado di condizionare ogni aspetto della vita del cittadino e del paese, costringendo le imprese o le istituzioni a sottoscrivere derivati, le famiglie a contrarre prestiti a tasso variabile, insinuandosi nei tribunali per facilitare i fallimenti, condizionando gli investimenti nell'industria o nelle rendite finanziarie, incidendo su crisi economiche, espansioni o recessioni e nascondendo truffe dietro termini dal significato confuso per la maggior parte della popolazione.

In un panorama simile, informazione e consapevolezza consapevolezza sono tra i pochi strumenti nelle mani del cittadino.

AUTORE

Elio Lannutti (1948), ex bancario, giornalista e scrittore, nel 2008 è stato eletto al Senato come indipendente nelle liste Idv. Fondatore della Adusbef, l’associazione che difende gli utenti dei servizi bancari e finanziari, ha denunciato la lunga catena di scandali e la connivenza delle autorità di controllo (Consob e Bankitalia in primis). È autore di numerose pubblicazioni, tra le quali: Euro, la rapina del secolo; I furbetti del quartierino (entrambi con Michele Gambino, Editori Riuniti); La repubblica delle banche (Arianna Editrice), prefazione di Beppe Grillo; Bankster (Editori Riuniti); Cleptocrazia (Imprimatur); Diario di un senatore di strada (Castelvecchi). Ha collaborato con importanti riviste e quotidiani tra cui “Il Messaggero” (1988-1991), “la Repubblica-Affari & Finanza” (1990-1993), “Avvenimenti”, che ha fondato, (1988-1999). 

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 24 maggio 2016 Acquistato sul Giardino dei Libri

Regalato ad un addetto ai lavori del falso legalizzato in montagne di falsita' ed oggettiva potenza che ha fini ben piu' perversi ai danni dei poveri clienti che subiscono senza neanche sapere il danno e la beffa di un sistema ben studiato per far ricchezza ancora a loro beneficio.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 19 agosto 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Non è per me una novità. Data l'età, mi sono dovuto scontrare e subire il potere delle banche, delle assicurazioni e, per fortuna una sola volta, delle finanziarie. Il problema resta. Abbiamo singolarmente troppo poco potere per difenderci. Tutti i governi del mondo sono condizionati dallo strapotere dei mezzi finanziari. Cosa si può fare dopo aver preso coscienza dello status quo che 'mugugnare'?

Commenta questa recensione

Scritto da: - 8 luglio 2012 Acquistato sul Giardino dei Libri

carino ma non troppo. spiega ma non spiega. in pratica: c'è di meglio. leggete piuttosto Schiavi delle Banche di Maurizio Blondet (Effedieffe edizioni) allora si che capirete le banche e come esse schiavizzano l'umanità. Perchè invece in questo libro si capisce poco, è scritto male e si perde il filo. Non ha una logica chiara e, soprattutto, manca di profondità storica. E' un guazzabuglio di dati che non lasciano il segno: uno, leggendo, dovrebbe indignarsi sulla fiducia. E' come sentire un travaglio di terz'ordine che spara a destra e a manca ma alla fine non rimane nulla. Non leggete questo libro ma cercate il libro di Blondet (sperando che anche il giardino dei libri cominci a tenerlo e a tenere altri libri del più grande giornalista italiano degli ultimi 30 anni e che, proprio per questo, i mass media temono).

Grazie per la recensione lasciataci, come da lei richiesto ecco ora disponibile anche l'altro testo: https://www.ilgiardinodeilibri.it/__libri/_attualita_temi_sociali/_attualita/

Lo Staff del Giardino dei Libri

 

 

 

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su