Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

La Sindrome del Brutto Anatroccolo

Perché ci si sente brutti e come recuperare l'autostima

La Sindrome del Brutto Anatroccolo

  Clicca per ingrandire

Siete pronti a vedervi come non vi eravate mai visti prima? Per quale motivo alcune persone si vedono belle e vincenti, mentre altre si percepiscono brutte e poco attraenti? Perché c'è chi... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibilità per la spedizione:
immediata!

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 16 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

  • Siete pronti a vedervi come non vi eravate mai visti prima?
  • Per quale motivo alcune persone si vedono belle e vincenti, mentre altre si percepiscono brutte e poco attraenti?
  • Perché c'è chi finisce nella spirale degli interventi estetici pur di vedersi e sentirsi più desiderabile?

Con questo libro scoprirete quali sono i meccanismi che portano la mente a imparare a percepire il proprio corpo in un certo modo e comprenderete le ragioni che si nascondono dietro l'opinione, spesso distorta, che si ha di sé. Opinione che in qualche caso è capace di innescare una vera e propria sindrome del brutto anatroccolo.

L'immagine corporea, infatti, è qualcosa che la mente apprende nel corso del proprio sviluppo. Si fonda su immagini, etichette e punti di vista, a volte positivi a volte negativi, raccolti consciamente e inconsciamente nell'arco della propria vita. Ma sono etichette che possono influenzare profondamente l'autostima della persona.

Questo libro vi insegnerà a superarle.

Nella parte finale troverete infatti alcuni test ed esercizi di auto-percezione corporea per iniziare ad allenare la mente a disimparare il modo in cui essa vede se stessa e il proprio corpo.

Autore

Luca Saita, psicologo, psicoterapeuta, vive a Roma dove esercita la libera professione nel suo studio privato. È stato uno dei primi psicologi in Italia ad aprire un sito internet, ricevendo l'attenzione dei media. Ha studiato a Roma e a Sunderland, nel Regno Unito, dove ha avuto modo ai approfondire gli approcci più moderni alla psicoterapia.


Torna su
Caricamento in Corso...