Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 44 punti Gratitudine!


La Triplice Cinta

La geometria della bellezza nelle opere dei maestri di ogni tempo

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il centro, Omphalos di questo libro è l'enunciazione della teoria dell'energia earmonica, un nuovo approccio scientifico allo studio dei fenomeni vitali. I passaggi e le tappe per arrivare alla "digestione" di questo nuovo paradigma assumono la forma del diario 2007 di Roberto Mosca, un imprenditore ambientalista e agnostico, intramezzato da conferenze appassionanti e teorie basate su fonemi geometrici presentate dall'ingegner Alfonso Rubino, studioso e ricercatore di geometria sacra.

Perché un ateo è suggestionato da una cattedrale gotica? Perché un cristiano resta estasiato quando entra in una moschea? Se centinaia di persone vedono gli occhi di una Madonna dipinta muoversi e lacrimare, è un miracolo? Il sarcofago della Grande Piramide di Cheope e la Santa Casa "apparsa" a Loreto possono avere un nesso fra loro? Quale elemento accomuna l'Uomo Vitruviano di Leonardo, Castel del Monte, il Teatro Marittimo di Villa Adriana, l'Orto dei Semplici di Padova?

Nell'Italia centrale, in una cittadina caratterizzata da grotte artificiali piene di simbologie scolpite e da una forte presenza templare e di congreghe esoteriche, come anche da chiese gotiche antiche e moderne, c'è una delle chiavi per la comprensione delle icnografie di capolavori dell'architettura come Santa Sofia, San Marco, la Cappella degli Scrovegni, il Tempio Malatestiano, la Rotonda del Palladio, nonché altissime testimonianze dell'arte pittorica rinascimentale come la Primavera del Botticelli e la Flagellazione di Piero della Francesca. 

Il libro parte da un prologo senza spazio-tempo arrivando poi a svelare il segreto nascosto di molti capolavori dell'arte e dell'architettura. Questa nuova rilettura delle basi filosofiche e simboliche della geometrìa sacra e delle icnografie generatrici rivela un filo conduttore mai interrotto nel corso dei secoli e tramandato dagli architetti-costruttori dell'Antico Egitto, greci, romani, appartenenti agli ordini monastici medioevali, nonché di grandi artisti protagonisti del Rinascimento.

Un filo che resta teso sino alle soglie del terzo millennio attraverso le opere degli architetti C. Costantini e I. Sabbatini, esponenti della Scuola Marchigiana e ideatori della Garbatella. 

AUTORI

Roberto Mosca nasce nel '58 a Osimo (An). Imprenditore ambientalista conosciuto per la riconversione dell'azienda di famiglia, che ora produce malte, pitture e vernici senza petrolchimici e con riutilizzo di sostanze vegetali e alimentari di scarto. Ricercatore e sperimentatore di materiali e di tecniche antiche, sin da giovane appassionato di archeologia.

Alfonso Rubino nasce a Mesagne (Br) nel 1946. Ingegnere civile, vive e lavora a Padova. Nell'attività professionale si è occupato di opere civili e idrauliche. Da molti anni si dedica allo studio dei modelli geometrici armonici icnografici di monumenti e opere d'arte dell'antichità. Attualmente i suoi maggiori sforzi sono diretti alla divulgazione e applicazione del paradigma dell'energia earmonica, un nuovo approccio scientifico per lo studio dei fenomeni vitali.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su