Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Le Porte della Percezione

Paradiso e inferno

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

In questi due saggi di Aldous Huxley il tema fondamentale dell'indagine filosofica intorno alla natura dell'uomo e alla natura delle cose si arricchisce di nuovi e importanti elementi conoscitivi attraverso un metodo d'indagine abbastanza insolito.

È lo stesso autore, infatti, che riferisce di sé, del suo "sé" segreto e altrimenti inconoscibile, avvalendosi delle amplificazioni percettive procurategli dalla mescalina, il principio attivo di una droga già nota da tempo immemorabile agli indiani del Messico.

In questo stato di allucinazione, Huxley arriva a vedere una nuova essenza delle cose, in un mondo in cui le categorie di spazio e di tempo non predominano più e nel quale tutto ciò che gli accade al di dentro e all'intorno è scisso da qualsiasi sensazione utilitaristica.

Il breve testo di Grazia e Renato Boeri, che chiude il volume, definisce l'ambito culturale in cui si collocano questi saggi e ne mette in risalto gli aspetti letterari, storici e scientifici.

AUTORE

Aldous Huxley (1894-1963) è l’autore di numerosi « romanzi di idee », come Giallo cromo e Punto contro punto (Adelphi, 2011 ), e della celebre utopia negativa Il mondo nuovo. A partire dagli anni Quaranta, dopo essersi trasferito negli Stati Uniti, si accostò a filosofie e religioni orientali, da cui trasse ispirazione per LaFiloso-fia Perenne (apparso per la prima volta nel 1945) e Le porte della percezione (1954). Di lui Adelphi ha pubblicato anche L’arte di vedere ( 1989).

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 28 ottobre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Libro molto interessante, per chi vuole sperimentare al massimo ogni parte del proprio corpo fisico, mentale e spirituale. Lo consiglio.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 8 maggio 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

un libro veramente bello non perchè parla di una droga ma perchè fa capire come può cambiare il nostro stato di percezione e spiega il perchè di molti fatti veramente curisi. a me è piaciuto moltissimo e ritengo che può far parte di un bel bagaglio informativo. lo consiglio a tutti.

Commenta questa recensione

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su