Lettere di una Novizia

  Clicca per ingrandire

Lettere di una Novizia

Guido Piovene

  • Prezzo: € 10,00

I personaggi di Lettere di una novizia possiedono una sorta di “diplomazia” che insegna a nascondere anche a se stessi le cose meno degne del proprio animo. “Noi uomini moderni non possiamo... continua

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando è disponibile
  Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Altri Libri come Lettere di una Novizia

Descrizione

I personaggi di Lettere di una novizia possiedono una sorta di “diplomazia” che insegna a nascondere anche a se stessi le cose meno degne del proprio animo.

“Noi uomini moderni non possiamo aspirare alla stupenda ignoranza di alcune zone pericolose dell’animo che garantiva la vita dei nostri antichi”, scrive Piovene nella Prefazione al romanzo.

Nella fitta corrispondenza che illumina a poco a poco la tragica vicenda di Rita, colpevole di un omicidio volontario e costretta dalla madre a chiudersi in convento, la realtà si frantuma per effetto della moltiplicazione dei punti di vista: Rita cerca di giustificare le proprie azioni, ma le sue parole vengono contraddette da quelle degli altri personaggi che ruotano intorno alla vicenda.

Ogni punto di vista si rivela vero e falso al tempo stesso: Piovene infatti rifiuta consapevolmente di suggerire una chiave di lettura univoca e rassicurante.

Dettagli Libro

Editore Bompiani
Anno Pubblicazione 2015
Formato Libro - Pagine: 218 - 13x20cm
EAN13 9788845234774
Lo trovi in: Racconti, Letteratura e Diari di viaggio

Autore

Guido Piovene (1907-1974) compì i suoi studi a Milano, laureandosi in filosofia. Iniziò giovanissimo l’attività di giornalista: corrispondente dell’"Ambrosiano” dalla Germania, poi del “Corriere della Sera” da Londra e da Parigi, collaboratore e inviato della “Stampa” che lascerà nel giugno del 1974, anno della sua morte, per divenire responsabile della sezione culturale e letteraria del “Giornale Nuovo” diretto da Montanelli. Della sua produzione letteraria Lettere di una novizia (Bompiani 1941) resta il suo capolavoro, dal quale Lattauda trasse il film omonimo nel 1960.


Torna su
Caricamento in Corso...