Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Libro del Quale Si Tratta della Maniera et Modo di Giocare a Scacchi di Orazio Gianutio

L'inedito manoscritto del più antico libro italiano di scacchi sulla teoria del gioco

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Storicamente Orazio Gianutio da Amantea è conosciuto per il suo unico libro di scacchi pubblicato a Torino nel 1597, oggi divenuto raro. Al di là di vaghe menzioni del passato occorrerà attendere Domenico Ponziani (1769) per venire a conoscenza della sua esistenza.

In Italia il più grande studioso di Orazio Gianutio fu Adriano Chicco che a lui dedicò limpidissimi scritti, fondamentali per una corretta conoscenza tecnica del libro, ma fino al 1998 nessuno ancora conosceva l’esistenza del manoscritto di Gianutio, ritrovato nella Biblioteca Reale di Vienna.

Così questo manoscritto - corredato da 12 splendidi partiti a colori e datato 1593 - deve essere considerato la prima opera originale sulla teoria moderna del gioco di autore italiano in Italia. Lo studioso che lo ha ritrovato lo presenta qui in un’autorevole edizione critica.

AUTORE

Alessandro Sanvito è uno studioso italiano di storia degli scacchi che ha al suo attivo una quindicina di libri sull’argomento e più di duecento articoli pubblicati, oltre che in Italia, in Francia, Germania, Inghilterra, Olanda ecc. Ha tenuto conferenze presso le istituzioni di vari paesi europei. Per la sua attività di ricerca è stato insignito nel 2001 del titolo di Maestro ad honorem della Federazione Scacchistica Italiana, mentre nel 1998 ricevette il premio “Gioacchino Greco”. Alessandro Sanvito vive a Milano, dove è nato il 14 dicembre 1938. In occasione del suo settantesimo anniversario (2008) la casa Editrice Refordis di Vienna ha curato la “Pubblicazione giubilare in onore di Alessandro Sanvito. Contributi internazionali sulla storia e la bibliografia degli scacchi”.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:

Torna su