Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 18 punti Gratitudine!


Il Linguaggio Segreto dei Fiori

Non mi fido come la lavanda. Mi difendo, come il rododendro. Sono sola, come la rosa bianca, e ho paura. E quando ho paura, la mia voce sono i fiori.

 
-25%

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 9,00 invece di 12,00 sconto 25%
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 362
  • Formato: 15x22
  • Anno: 2011-2013

  • Sconto

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Victoria ha paura del contatto fisico. Ha paura delle parole, le sue e quelle degli altri. Soprattutto, ha paura di amare e lasciarsi amare. C'è solo un posto in cui tutte le sue paure sfumano nel silenzio e nella pace: è il suo giardino segreto nel parco pubblico di Portero Hill, a San Francisco. I fiori, che ha piantato lei stessa in questo angolo sconosciuto della città, sono la sua casa. Il suo rifugio. La sua voce. È attraverso il loro linguaggio che Victoria comunica le sue emozioni più profonde. La lavanda per la diffidenza, il cardo per la misantropia, la rosa bianca per la solitudine.

Perché Victoria non ha avuto una vita facile. Abbandonata in culla, ha passato l'infanzia saltando da una famiglia adottiva a un'altra. Fino all'incontro, drammatico e sconvolgente, con Elizabeth, l'unica vera madre che abbia mai avuto, la donna che le ha insegnato il linguaggio segreto dei fiori. E adesso, è proprio grazie a questo magico dono che Victoria ha preso in mano la sua vita: ha diciotto anni ormai, e lavora come fioraia. I suoi fiori sono tra i più richiesti della città, regalano la felicità e curano l'anima.

Ma Victoria non ha ancora trovato il fiore in grado di rimarginare la sua ferita. Perché il suo cuore si porta dietro una colpa segreta. L'unico capace di estirparla è Grant, un ragazzo misterioso che sembra sapere tutto di lei. Solo lui può levare quel peso dal cuore di Victoria, come spine strappate a uno stelo. Solo lui può prendersi cura delle sue radici invisibili. Solo così il cuore più acerbo della rosa bianca può diventare rosso di passione.

AUTORE

Vanessa Diffenbaugh, per scrivere Il linguaggio segreto dei fiori Vanessa Diffenbaugh ha tratto ispirazione dalla sua esperienza come madre adottiva. Dopo aver studiato scrittura creativa alla Stanford, ha tenuto corsi di arte e scrittura ai bambini delle comunità di accoglienza. Lei e suo marito hanno tre figli e vivono a Cambridge, nel Massachusetts. Il linguaggio segreto dei fiori è il suo primo romanzo.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 30 maggio 2017 Acquistato sul Giardino dei Libri

Una bellissima storia, un libro avvincente, che mi è stato regalato e che io ho regalato a mio volta.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 2 dicembre 2016

Questo libro mi è stato caldamene consigliato da una signora che l'aveva letto e che ne era rimasta entusiasta. Io al contrario non l'ho trovato così speciale, anzi, lento e un po' prevedibile secondo me. Sopravvalutato.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 30 agosto 2016

Libro letto in un paio di giorni, classica lettura da spiaggia...pur essendo un po'lontano dalla realtà, l'ho trovato comunque spunto di riflessione. La tematica del linguaggio dei fiori mi ha sempre incuriosito e le indicazioni in merito presenti in questo testo le ho trovate semplici, ma efficaci. Lettura distensiva; per quanto mi riguarda, non ho trovato fastidioso il continuo salto temporale, presente e passato si intrecciano per chiarire il personaggio e il suo vissuto.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 13 settembre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Ho acquistato il libro sulla scia della relazione "linguaggio dei fiori/personalità e vissuto della protagonista. L'inizio è risultato essere pregnante e coinvolgente, la prosecuzione della lettura ha deluso le aspettative. Il concetto di Amore - tema centrale del romanzo - risulta essere facilistico e stucchevole. E' bene ricordare che "Pietra che rotola non mette musco". Povera la caratterizzazione psicologica dei personaggi: tutti ruotano intorno alla protagonista, in un crescendo di ottimismo melenso. In pratica Victoria (nome del personaggio principale) una volta raggiunta la maggiore età, e quindi dichiarata dalla Legge un'adulta a tutti gli effetti, ingrana la quinta e trova tutte le porte aperte. Spessore realistico inesistente e sfaccettatura psicologica degli altri personaggi ingenua. Traspare inoltre una visione dei Servizi Sociali di totale incompetenza e disumanità. Nel complesso la lettura risulta scorrevole. Personalmente mi ha infastidita l'interruzione brusca e ripetuta nell'alternanza ricordi/vissuto presente. Lettura consigliata a chi non ha troppe pretese.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 10 maggio 2015

Regalatomi da un'amica, l'ho letto con moltissimo interesse. Originale la struttura temporale, con l'alternanza di capitoli al tempo presente e flashback. Una storia commovente, che rafforza la speranza di superare le difficoltà e scorgere finalmente l'amore. Un libro per chi ama la vita e i fiori!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 3 luglio 2013

Storia inizialmente struggente con finale di speranza

Commenta questa recensione

Scritto da: - 22 maggio 2013

Questo romanzo secondo me è meraviglioso!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 19 marzo 2013

Un romanzo bellissimo anche se ad esser sincera agli inizi stavo per abbandonare xché ci stavo capendo molto poco, poi, una volta abituatami ai (quasi) continui flashback non riuscivo più a smettere di leggerlo! Potrà sembrare forse esagerato assegnare addirittura il massimo punteggio ma a me è proprio piaciuto un sacco!!!!!!! Victoria, una ragazza abbastanza problematica e secondo me pure un pò vendicativa (vedi quando per ripicca dà fuoco al vigneto della povera Elizabeth!), non ha nessuno tranne i suoi adorati fiori. Grazie proprio a questa sua...passione? Hobby? vabbé, grazie cmq proprio ai fiori riuscirà a trovare un lavoro gratificante anche se il passato che credeva di aver superato tornerà quasi prepotentemente nella sua vita.....Come reagirà Victoria? Veramente un libro bellissimo, pieno anche d'info curiose ed interessanti sui fiori. Bella ed originale l'ultima parte, "il dizionario di Victoria". Soddisfattissima dell'acquisto! Ciao e buona giornata!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 11 marzo 2013

Non avrei mai pensato che i fiori avessero la forza, la determinazione e soprattutto la magia di far nascere, maturare un amore tanto da mettere al mondo la creatura più bella del mondo. Quando l’ho letto ho invidiato molto la conoscenza dei protagonisti nell’intricato linguaggio dei fiori: d’altronde tutti e due sapevano fino nel’intimo quale fosse la loro missione: amare in tutti i modi possibili, anche sbagliando come farebbe un qualsiasi essere umano. Leggetelo e non ve ne pentirete: mi ringrazierete in un secondo momento!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 10 novembre 2012

Questo libro mi è stato prestato, in verità. E' una storia che insegna una cosa molto importante, la pazienza. Una virtù rara grazie alla quale situazioni e atteggiamenti apparentemente senza speranza si trasformano e sbocciano in positivo. Così come un fiore nasce e vive...con pazienza e con i suoi tempi. Elisa

Commenta questa recensione

Scritto da: - 9 luglio 2012

Al di là di una storiella ben scritta, piena di armonia e felicità, io ho visto soltanto un libro che ha poco da offrire, se non una pretenzioso motivo floreale che viene sdolcinatamente raccontato con bel stile e ritmo lento. Il linguaggio segreto dei fiori è la nuova proposta letteraria della Garzanti Libri, un romanzo che successivamente a "Il profumo delle foglie di limone" è riuscito a spopolare in men che non si dica, esattamente come il suo predecessore. Capita troppe volte che la troppa pubblicità infierisca sulla mente del lettore, e altrettante volte capita di trovarsi a leggere determinati racconti e a chiedersi il motivo di tanto successo. Meritevole o non il libro della Vanessa D. ha incantatao chissà quanti lettori e per quanto resti un romanzo banale, la copertina in stile floreale e il motivo sopra citato bastano purtroppo a determinarne il successo letterario.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su