Spedizione Gratuita 24h con corriere espresso per ordini di almeno 29€   -   Contrassegno Gratuito: pagherai al momento della consegna senza nessun supplemento

-15%
Made in Italy - Il Lato Oscuro della Moda

  Clicca per ingrandire

Made in Italy - Il Lato Oscuro della Moda

Giuseppe lorio

  • Prezzo: € 14,03 invece di € 16,50 sconto 15%

  • Disponibilità per la spedizione: immediata!

Made in Italy - Il Lato Oscuro della Moda è il coraggioso report di un'esperienza lavorativa trentennale nel mondo della moda e dell'industria tessile. C'è la storia di Irina, che seleziona a... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagni Punti Gratitudine! Guadagni 15 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Numero verde   800 135 977

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Made in Italy - Il Lato Oscuro della Moda è il coraggioso report di un'esperienza lavorativa trentennale nel mondo della moda e dell'industria tessile.

C'è la storia di Irina, che seleziona a mano le piume per le giacche. Quella di Daria, costretta a prostituirsi per mangiare.

I "buoni", le piccole realtà dei laboratori rimasti in Italia, veri rappresentanti del "Made in Italy", e i "cattivi", fra cui Moncler, Prada, Armani, Zegna, Dolce & Gabbana, Tod's, Fay e altri big della moda che con la complicità di imprenditori senza scrupoli - italiani e stranieri - delocalizzano selvaggiamente distruggendo vite e l'economia del nostro Paese e di quelli in cui realizzano, a costi da fame, le loro produzioni.

Nessuno, dopo aver letto questo libro di Giuseppe lorio, potrà guardare le grandi firme con gli stessi occhi.

Dettagli Libro

Editore Castelvecchi Edizioni
Anno Pubblicazione 2018
Formato Libro - Pagine: 132 - 14x21cm
EAN13 9788832823455
Lo trovi in: Controinformazione

Autore

Giuseppe lorio studia a Parigi, all'École de mode. Inizia a lavorare per Moncler, Vuitton, Versace, Dolce & Gabbana e altri. Non frequenta il mondo delle passerelle, ma le fabbriche delocalizzate di Europa dell'Est e Africa. Nel 2014 contatta la redazione di Report e li porta in Transnistria, dove inizia la cronaca senza filtri, amara e dolorosa di come funziona davvero il fashion world italiano.


Torna su
Caricamento in Corso...