Giorni 00
Ore 00
Min. 00
Sec. 00

Madri & Figlie

Ottanta madri e novantanove figlie

-15%
Madri & Figlie

  Clicca per ingrandire

Ottanta madri e novantanove figlie sono i soggetti che ha scelto Gabriele Morrione portando avanti la sua ricerca fotografica preferita, iniziata molti anni fa, sull’universo femminile. Una... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibile per la spedizione entro 5 giorni lavorativi

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 22 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

Ottanta madri e novantanove figlie sono i soggetti che ha scelto Gabriele Morrione portando avanti la sua ricerca fotografica preferita, iniziata molti anni fa, sull’universo femminile. Una ricerca che ha dato forma a diversi libri e numerose mostre personali.

La ricerca su Madri e Figlie è caratterizzata da grande originalità e spesso coinvolge tre generazioni di donne, presentate in fotografie separate. Le prime sette immagini del lavoro sono state realizzate in anni precedenti, dal 1973 al 2010, e pubblicate su altri libri.

A queste prime fotografie segue il lavoro monografico, durato circa otto mesi, compresi tra il Novembre 2012 e il Giugno 2013. In totale si tratta di ottanta fotografie, selezionate tra le tante eseguite, una per ogni nucleo familiare, anche se ridotto rigorosamente alla sola componente femminile. Come regola, tuttavia, Gabriele Morrione ha richiesto la presenza, accanto alla madre, di tutte le figlie, senza alcun tipo di eccezione.

Prevalentemente eseguite nello studio dell’autore, con l’ausilio di tradizionali luci continue utilizzate sempre con modalità omogenee di illuminazione, queste fotografie, nel loro insieme, divengono una sorta di testimonianza psicologica della nostra società contemporanea.

Un rapporto antico come il mondo, quello tra madre e figlia, dove i gesti sono spontanei o artificiosi, teneri o sostenuti, gioiosi o malinconici, ironici, a volte imbarazzati. Gesti rivelatori e inconsapevoli di un rapporto affettivo misterioso e profondo che, nelle sue infinite articolazioni, si svela all’obiettivo del fotografo sempre accarezzato da entusiasmo, curiosità, disponibilità a esporsi e guardarsi negli occhi.

Arricchiscono il volume i contributi introduttivi su questo tema di vari studiosi; lo completano le testimonianze scritte di molte madri e figlie fotografate.

Tutte le fotografie che illustrano il libro e che saranno oggetto della mostra omonima sono state realizzate su pellicola fotografica tradizionale in bianco e nero e stampate da Gabriele Morrione personalmente.


Torna su
Caricamento in Corso...