Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 19 punti Gratitudine!


Manuale della Rivoluzione Fruttariana Sostenibile

Teoria, pratica e carpotecnia secondo i principi del Progetto 3M

 

Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 9,50
  • Tipo: Libro
  • Pagine: 138
  • Formato: 15x21
  • Foto a colori e in bianco e nero
  • Anno: 2016

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

La ‘scienza dell’alimentazione’ si muove su prospettive ristrette, che di scientifico non hanno praticamente nulla. Idee come “siamo fatti di carne e quindi dobbiamo mangiare carne”, “la carne è indispensabile per l’apparato muscolare”, “l’uomo è onnivoro” sono del tutto campate per aria.

In realtà, come questo testo dimostra, un’analisi scientifica seria dimostra che il cibo ideale per l’umanità è la frutta, in particolare la mela.

Cavallucci usa l’espressione ‘cibo specie-specifico’, e affronta l’argomento a partire dall’anatomia comparata e, di conseguenza, da ciò che la natura he previsto (o l’evoluzione ha prodotto) per ogni animale, uomo compreso.

Il Progetto 3M, di cui questo libro è parte, mette insieme tutti gli elemento scientifici, storici, sociali, a quelli strettamente salutistici, elaborando una visione del mondo coerente e un percorso alimentare che avvicini l’individuc alla dieta ideale, che assicuri la migliore salute individuale ed una società sostenibile e giusta nei confronti di tutti gli esseri viventi e senzienti.

Una vera rivoluzione, che ha il suo asse portante nella carpotecnia, ossia nella tecnica di lavorazione del frutto che può determinare la produzione d una pressoché infinita gamma di prodotti culinari di alta qualità. Tutto eie garantendo un minimo impatto ambientale e un basso costo di produzione.

AUTORE

Nicolas Cavallucci (Lugo, 1990). Scrittore, conferenziere, ricercatore indipendente nel campo dell’alimentazione e della sostenibilità ambientale. Fin da giovanissimo ha espresso un deciso rifiuto di qualsiasi forma di autorità e di verità preconfezionata. Questo lo ha portato dapprima a scontrarsi e poi ad allontanarsi definitivamente dagli ambienti scolastici ed accademici tradizionali. Nel 2012 comincia ad approfondire il rapporto fra salute, ambiente e alimentazione, scoprendone le numerose e pesanti ricadute economiche e sociali. Arriva così ad individuare proprio nell’alimentazione umana la radice di tutte le maggiori problematiche mondiali.

Dal 2013 collabora attivamente con un gruppo di studio volto alla ricerca e alla divulgazione di tali tematiche.

NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su