Meditazione: la prima e ultima libertà - Osho
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
Acquista Meditazione: la prima e ultima libertà

Guadagna 49 punti Gratitudine!


Meditazione: la prima e ultima libertà

Una guida pratica alla meditazione

 
Meditazione: la prima e ultima libertà - Osho

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il libro presenta più di sessanta tecniche, alcune risalgono alle più antiche tradizioni del vero, come lo Zazen, un′’antica pratica buddhista; altre sono state ideate da Osho per aiutare l’′uomo contemporaneo ad entrare la sfera del silenzio.

Usare questo libro come manuale di meditazione non significa doverlo leggere dall'inizio alla fine, prima di poter sperimentare le singole tecniche.

Il libro va utilizzato in maniera intuitiva: scorretelo, e sceglietene una sezione, oppure limitatevi a scegliere una tecnica che vi attrae. Ad esempio, potete saltare alla parte terza, e scegliere una delle meditazioni, per provarla prima di leggere i capitoli preliminari: seguite la via che meglio vi aggrada. Una cosa: quando avete scelto una tecnica, eseguitela per tre giorni, e se vi fa sentir bene, continuate andando più in profondità.

Ciò che importa è sperimentare divertendosi, chiedendo semplicemente a se stessi: Questa meditazione aumenta la mia felicità e la mia sensibilità?

La musica e la meditazione ben si addicono l'una all'altra. E Osho Rajneesh ha fatto notare che: "Dal mio punto di vista, la musica e la meditazione sono due aspetti dello stesso fenomeno".

Senza la musica, la meditazione manca di qualcosa; senza la musica, la meditazione è un po' ottusa, manca di vita. E senza la meditazione, la musica è semplice frastuono, forse è armonioso, ma è puro rumore. Senza la meditazione la musica può essere solo uno svago. La musica e la meditazione dovrebbero accompagnarsi l'una all'altra. In questo modo a entrambe si aggiunge una nuova dimensione. Entrambe ne escono arricchite". 

Ecco perché esistono CD di musica che accompagnano la Meditazione Dinamica e molte altre tecniche attive, tra cui la Kundalini, la Mandala, la Nataraj, la Devavani, la Preghiera, la Gourishankar, la Nadabrahma, La Rosa Mistica, la NonMente.

INDICE

Introduzione
Nota al lettore
PARTE PRIMA: SULLA MEDITAZIONE
1. Cos'è la meditazione?
2. Il fiorire della meditazione

PARTE SECONDA:
LA SCIENZA DELLA MEDITAZIONE
1. Metodi e meditazione
2. Consigli per principianti
3. Istruzioni per la libertà

PARTE TERZA: LE MEDITAZIONI
1. Due potenti metodi per risvegliarsi
2. La meditazione della Rosa Mistica
3. La danza come meditazione
4. Qualsiasi cosa può diventare una meditazione
5. Il respiro: un ponte verso la meditazione
6. Aprire il cuore
7. Centrarsi in se stessi
8. Lo sguardo interno
9. Meditazioni sulla luce
10. Meditazioni sull'oscurità
11. Muovere l'energia verso l'alto
12. Ascoltare il suono senza suono
13. Trovare lo spazio interiore
14. Entrare nel regno della morte
15. Osservare col terzo occhio
16. Stare semplicemente seduti
17. Crescere in amore

PARTE QUARTA:
OSTACOLI ALLA MEDITAZIONE
1. Le due difficoltà
2. Falsi metodi
3 trucchi della mente
4. La meditazione è la tua carta di credito.

PARTE QUINTA: DOMANDE AL MAESTRO
1. Solo un testimone può realmente danzare
2. L'oca non è mai stata in trappola!
3. L'osservatore sulla collina
4. Dove hai lasciato la tua bicicletta?
5. Una semplice rotazione di 180 gradi
6. Tutti i sentieri si fondono in cima al monte
7. Celebrare la consapevolezza
8. Entra in sintonia con ciò che è insicuro
9. Conta i momenti di consapevolezza
10. Rendere le cose il più semplice possibile
11. Essere testimone è come seminare
12. E' sufficiente essere testimone

APPROFONDIMENTI

Introduzione del Libro


Il Maestro illuminato Osho Rajneesh sta creando una ribellione a livello mondiale in nome della libertà dell'uomo e della meditazione. Qualcuno può pensare che sia una scelta bizzarra: come possono essere collegate queste due cose? Tuttavia, il legame sottile che esiste tra questi due elementi crea un punto cruciale nella comprensione del futuro potenziale dell'uomo.

La meditazione è la soglia che ci apre alla nostra capacità di amare, all'intimità, alla creatività e all'espansione del nostro essere. E secondo Osho Rajneesh non esiste altra soglia, non esiste altra via. Negli ultimi trentacinque anni Osho Rajneesh ha decifrato per l'uomo moderno decine di tradizioni religiose, mistiche ed esoteriche, di tutto il mondo. I suoi discorsi sono stati raccolti in un'opera monumentale, 350 volumi in cui egli è riuscito a ridar vita a un numero infinito di mistici antichi e moderni, rendendo comprensibile la loro saggezza all'uomo contemporaneo, dandole rilevanza nella nostra vita quotidiana.

Questo libro è stato ricavato dal lavoro compiuto in profondità da questo Maestro nella sfera della meditazione. Qui è raccolta un'incredibile varietà di metodi, tutti capaci di aiutare il lettore a scoprire quella che Osho Rajneesh chiama "la prima e l'ultima libertà: la meditazione". Nelle parole del Maestro: "La meditazione non è qualcosa di nuovo; si nasce portandola con sé. La mente è una cosa nuova, la meditazione è la tua stessa natura. È la tua natura, il tuo essere. Come potrebbe essere una cosa difficile?" (1) Noi la rendiamo difficile lottando contro ciò che pensiamo ci impedisca di essere liberi, oppure ricercando qualcosa che presumiamo ci renda liberi. Di fatto la si trova nel semplice rilassarsi in ciò che si è, vivendo momento per momento. In tutto il mondo la gente lotta per liberarsi da qualcosa. La lotta può essere nei confronti di una moglie capace solo di punzecchiare, di un marito tiranno, di genitori autoritari, di un padrone repressivo. La mia lotta è sempre stata contro un sistema politico repressivo, oppure uno sforzo per liberarmi dai condizionamenti della mia infanzia; tramite una teoria infinita di terapie.

Questa lotta non mi ha reso libero; era una semplice reazione contro qualcosa che io pensavo non mi permettesse di essere libero. La libertà data dalla meditazione non è neppure una ricerca di libertà per qualcosa. Quanti di noi hanno sognato di vivere in una situazione o in una utopia che permettesse di rilassarsi e di essere noi stessi, liberi dalla competizione e dalla tensione della vita di ogni giorno? Le mie esperienze, tuttavia, mi hanno dato la prova che la libertà che stiamo cercando non dipende da qualcosa di esterno a noi. Dunque, qual è la libertà a cui aspiriamo? Ho sentito Osho Rajneesh descriverla come "semplice libertà": vivere qui e ora, momento per momento, non vivere nei ricordi, oppressi dal passato e neppure nei sogni del futuro. Nelle parole del Maestro: "Quando mangi, mangia semplicemente, sii presente.Quando cammini, cammina semplicemente, sii presente. Non andare oltre, non saltare qui e là: la mente va sempre oltre, oppure si attarda. Stai nel momento!" (2)

Di certo molti di noi hanno sperimentato ciò che il Maestro dice sulla mente. La mente balza in continuazione in avanti oppure si attarda, ma non è mai nel momento: è un chiacchierio costante. E quando questo chiacchierio si impone, ci impedisce di essere nel momento e di vivere totalmente la vita. Come possiamo vivere totalmente se la mente ci parla addosso perfino mentre siamo impegnati nelle nostre attività quotidiane? Per illustrare quanto ho detto, potete provare un piccolo esperimento: per qualche istante mettete da parte questo libro e chiudete gli occhi.

Ora, osservate per quanto tempo riuscite a restare seduti semplicemente godendo la sensazione del vostro corpo, e qualsiasi rumore possa circondarvi. È probabile che non sia per molto, forse non più di un minuto, poi la mente riprende il suo chiacchierio. E se rimanete seduti un po' più a lungo, osservando cosa compone quel chiacchierio, rimarrete stupiti: scoprirete che state parlando delle cose più disparate, contemporaneamente. Se sentiste qualcuno parlare così, a voce alta, lo riterreste pazzo. Questo chiacchierio continuo vi rapina letteralmente della vostra vita, vi impedisce di godere ciò che la vita vi dona, a ogni istante. Che fare, dunque, con questo chiacchierio estraneo a qualsiasi nostra possibilità di controllo, che ci separa dalla vita, e ci deruba dei suoi momenti più preziosi?

Ho sentito Osho Rajneesh ripetere continuamente: "Meditate!" L'ho sentito dire che non si può interrompere la mente per vie dirette, ma che attraverso la meditazione quel chiacchierio può essere rallentato fino a farlo scomparire. Con la meditazione la mente diventa uno strumento molto utile, che non ci tiene più schiavi col suo costante frastuono. D'altro canto ci si trova confusi dall'incredibile varietà di tecniche di meditazione, di solito incomprensibili e slegate dal nostro vivere quotidiano. Ecco perché il lavoro di questo Maestro risulta importante: egli le ha ripercorse, separando le tecniche vere da quelle false, e penetrando di ognuna la sua essenza. I

n questo modo può ora offrirci una chiave in grado di aprirci la porta a un universo che trascende ogni possibile immaginazione. Questa chiave universale si chiama "essere testimoni": un semplice ma profondo stato di osservazione e di accettazione di noi stessi, così come siamo. "Essere testimoni indica semplicemente un'osservazione distaccata, libera da pregiudizi; il segreto della meditazione è tutto qui", (3) dice Rajneesh, e di fatto è così semplice, che a me personalmente è sfuggito per anni. Certo, noi tutti pensiamo di sapere cosa sia l'osservazione: per tutto il giorno osserviamo le cose che ci circondano. Guardiamo la televisione, guardiamo gli altri, e osserviamo ciò che indossano, il loro aspetto, ma di solito non guardiamo mai noi stessi.

E quando lo facciamo, viene sempre accompagnato da una critica in cui siamo coscienti di noi stessi. Notiamo ciò che non ci aggrada di noi stessi, per poi preoccuparci di ciò che ne penseranno gli altri. Di solito, tutto questo rimuginare della mente ci fa sentire infelici. Questo non è essere testimoni. "Non occorre fare nulla; sii un semplice testimone, un osservatore, un guardiano, limitati a guardare il traffico della mente: lo scorrere dei pensieri, dei desideri, dei ricordi, dei sogni, delle fantasie. Rimani semplicemente in disparte, tranquillo, osserva, guarda, senza giudizio, senza critiche, senza dire «questo è bene», e neppure «questo è male». " (4) Grazie alle meditazioni raccolte in questo libro riuscirete a scoprire cosa significa essere un testimone. È un processo che, seduti alla presenza del Maestro, accade spontaneamente. Ci sono momenti in cui si è semplicemente seduti, lo si ascolta parlare, si percepiscono sensazioni, e si osserva tutto ciò che accade immersi in un silenzio interiore.

Questo silenzio è simile a un vasto cielo vuoto, che tuttavia vibra di vita. La dimora di Osho Rajneesh è quel cielo sconfinato e il suo essere è silenzio. Per questo le sue parole riescono ad accarezzare le profondità del cuore, e il suo canto riecheggia quel cielo vuoto. "Il vostro essere interiore altro non è che il cielo vuoto. Le nubi vanno e vengono, i pianeti nascono e scompaiono, le stelle sorgono per poi morire, e quel cielo interiore rimane intatto, identico a se stesso, immacolato, limpido. Quel cielo interiore è chiamato sakshin, il testimone, ed è quella la meta della meditazione. Entra in te, e godi di quel cielo interiore. Ricorda: tutto ciò che puoi vedere, non sei tu.

Puoi vedere i tuoi pensieri, dunque non sei i pensieri; puoi vedere i tuoi sentimenti, dunque non sei i tuoi sentimenti; puoi vedere i tuoi sogni, i desideri, i ricordi, le immaginazioni, le proiezioni, dunque non sei nulla di tutto ciò. Vai avanti, eliminando tutto ciò che sei in grado di vedere. E un giorno sorgerà un istante incredibile, l'istante più ricco di significato nella vita di un uomo, l'istante in cui non resta più nulla da scartare. Tutto ciò che può essere visto è scomparso solo il veggente rimane.' Colui che vede è il cielo vuoto. Conoscerlo rende liberi da ogni timore, conoscerlo rende ricolmi d'amore, Conoscerlo significa essere Dio, essere immortali". (5) Con questo libro vi voglio invitare a sperimentare il vostro cielo interiore. Mi è impossibile mettere in forma verbale la mia gratitudine e l'amore che provo per il mio Maestro: solo le lacrime possono trasmettere ciò che sento. Ascoltando il suo richiamo verso la libertà, mi sto risvegliando alla bellezza e alla grazia che ogni istante della vita può portare con sé. Grazie, mio amato Maestro.

Swami Deva Wadud, Poona, gennaio 1989

 

PROMOZIONI IN CORSO

Mindfulness 4.0 + Meditazione: la prima e ultima libertà

Meditazione: la prima e ultima libertà - Osho+Mindfulness 4.0 Osho=Acquista insieme, oggi sconto 15%
€ 39,45 invece di € 46,40
Risparmio € 6,95
Compra Mindfulness 4.0 + Meditazione: la prima e ultima libertà
Disponibilità per la spedizione: immediata!

AUTORE

Osho

Osho (1931-1990) è un mistico contemporaneo che ha dedicato la vita al risveglio della consapevolezza. Sempre di più i suoi insegnamenti si rivelano un vero e proprio trampolino di lancio verso un equilibrio esistenziale che dona alla vita integrità e pienezza. Ha ricevuto l'illuminazione nel 1953, periodo in cui si stava laureando in Filosofia. Quel momento segnò la fine della sua vita precedente. Egli ha sempre professato il ritorno dell'uomo alla pratica della meditazione, dell'umorismo, dell'amore e della celebrazione della vita.

 

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 27 novembre 2016

Un grande libro di un grande maestro.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 12 febbraio 2013 Acquistato sul Giardino dei Libri

Manuale non proprio pratico e facile per me, forse per chi ha maggior dimestichezza nella meditazione. Osho è un maestro e come tale dà sicuramente indicazioni valide.

Commenta questa recensione

Banner spedizioni SX - 29 euro
QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
AUTORI ED EDITORI

di oggi 23 Giugno

  1. La Meraviglia dell'Essere

    Jeff Foster

  2. La Caduta degli Dei

    Mauro Biglino, Enrico Baccarini

  3. Avrah Ka Dabra - Creo la Mia Felicità

    Dario Canil

Classifica Completa
Pagamenti accettati
Trustpilot
Hai bisogno di aiuto? clicca qui