Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 24 punti Gratitudine!


Il Mistero del Fiore d'Oro

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Il "Trattato sul Mistero del Fiore d'Oro del Grande Uno" è quasi l'unico testo completo che si conosca, riguardante le pratiche iniziatiche cinesi e in particolare il taoismo operativo. Su esso, il noto sinologo Richard Wilhelm è stato il primo ad attirare l'attenzione, dopo essere riuscito a procurarsi una copia del libro, in precedenza riservato ad organizzazioni segrete.

Gli insegnamenti corrispondenti erano stati per lungo tempo trasmessi per via orale; essi sono attribuiti al Maestro Lu-Tzu, che visse fra la fine dell'VIII e il principio del IX secolo d.C., ed hanno per oggetto procedimenti di una "alchimia interiore", spirituale, la quale con particolari tecniche di meditazione e di direzione delle correnti sottili dell'organismo mira alla trasmutazione e all'integrazione dell'essere umano, alla dischiusura della coscienza sulla trascendenza e sull'Originario, dischiusura simboleggiata appunto dal "Fiore d'Oro".

Gli insegnamenti si rifanno non solo al taismo ma anche alla forza "Zen" (in cinese: Ch'an) del buddhismo. Si tratta di un documento assai interessante, unico nel suo genere, anche se dal contenuto talvolta "ermetico" e misterioso per la natura stessa dell'argomento, che però il Grison ha cercato di lumeggiare in un ampio studio introduttivo nel quale egli si rifà ad un insieme di tradizioni affini, sia dello stesso ceppo che di altre aree culturali.

Tradotto in diverse lingue, questo Trattato sul Fiore d'Oro viene ormai considerato come un classico della letteratura esoterica, ma non è privo di interesse anche da un punto di vista non specialistico o di storia delle religioni.

AUTORE

Laozi, conosciuto anche come Lao Tzu, Lao Tse, Lao Tze, Lao Tzi, Lao Tseu è uno dei maggiori filosofi cinesi, sulla cui reale esistenza sono tuttora in corso dibattiti. Visse nel VI secolo a.C. ed è considerato il fondatore del Taoismo.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 10 luglio 2016

Libro complicatissimo se lo si affronta con la tipica mentalità empirica di un Occidente privo di qualità spirituale. Diventa invece un vivace e mordace trattato di altissima alchimia interiore per coloro i quali sanno che per ogni cosa c'è bisogno del suo tempo e che colui che vuole affinare in fretta, senza sapere quali saranno le reali conseguenze delle proprie scelte, rischia di trovarsi al punto di partenza, più frustrato che mai.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 5 luglio 2016 Acquistato sul Giardino dei Libri

Testo difficilissimo da leggere più volte. Un testo per veri ricercatori, che non si fermano alla sola lettera scritta. Consigliato con pazienza.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 15 luglio 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Per esperti, molto esperti. Se non si ha una preparazione adeguata si capisce poco e male, si rischia di far confusione.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 18 febbraio 2014

Il grande maestro taoista Lao Tze, entrato nella leggenda come uno degli Otto Immortali, svela in poche pagine uno dei testi riservato alle cerchie più ristrette degli ambienti esoterici della Cina dell'Impero Celeste, il T'ai I Chin Hua Tsung Chin. Estremamente difficile risulterà quindi a noi occidentali comprenderne il senso profondo, cioè carpire quell'arte di prolungare la vita umana "Ch'ang Sheng Shu" che è stata tramandata di voce in voce dalla Tradizione dell'aureo elisir di vita "Chin tan chiao". L'embrione è nel Tao che è "è e non è" indivisibile e inseparabile, senza nome nè forma, ininterrottamente Nulla e Tutto e contrario del Tutto stesso. Non è un libro da leggere è un libro per "adoperarsi" con tecniche sottili rivolte a se stessi, per agire senza agire (wei wu wei) cioè per attingere a quelle capacità creative e intrinseche di saper volare senza usare le ali. Sobrietà e morigeratezza saranno le uniche porte per aprirci ai misteri che si celano dietro le leggi della circolazione della luce e della conoscenza del respiro, simboliche esperienze dirette per entrare in sintonia con il nostro organismo in maniera attiva.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 26 maggio 2012 Acquistato sul Giardino dei Libri

libro difficile da leggere...il voto è cinque perche se avete un maestro che vi aiuta a capire....allora avete fatto bingoooo!marco

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su