Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 15 punti Gratitudine!


La Misura dell'Uomo

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Nei due sermoni Cos’è l’uomo? e Le dimensioni di una vita completa Martin Luther King espone le basi religiose ed etiche della sua predicazione. Raccolti nel 1959 sotto il titolo La misura dell’uomo, sono le prime parole di King ad essere stampate in volume e dimostrano come la fede e l’azione politica costituissero nel suo pensiero un’unità indivisibile, dove la seconda è conseguenza della prima.

Così la Gerusalemme celeste descritta dall’apostolo Giovanni, nella quale lunghezza, larghezza e profondità sono uguali, diventa qui un’immagine di verità esistenziale e di equità sociale. E per questo esortare l’America, e tutta la civiltà occidentale, a chiedere perdono per i propri peccati e richiamare ogni singolo uomo all’amore e alla responsabilità verso se stesso, verso gli altri e verso Dio sono i due momenti dello stesso appassionato discorso.

Il messaggio di Martin Luther King emerge da questi testi in tutta la sua forza e in tutta la sua estensione: riguarda la vita individuale quanto quella politica, non ha confini geografici ed è oggi attuale quanto lo era negli anni della lotta per i diritti civili.

AUTORE

Martin Luther King Pacifista, pastore protestante, leader dei diritti civili, Premio Nobel per la Pace nel 1964, si è battuto contro ogni forma di pregiudizio etnico e ha predicato la resistenza nonviolenta. Influenzato dall’esempio di Gandhi e dagli scritti di Richard Bartlett Gregg, nel 1955 organizza un boicottaggio dei mezzi pubblici durato 382 giorni, una forma di protesta incruenta ma inarrestabile che segna l’inizio della sua azione politica. Nel 1957 fonda la Southern Christian Leadership Conference, di cui sarà presidente per tutta la vita. Nel 1963, di fronte alla più spettacolare manifestazione mai vista prima a Washington – duecentomila persone di fronte al Lincoln Memorial – pronuncia il suo più celebre discorso: «I have a dream…». Controllato dall’Fbi, vittima di intimidazioni e costretto a fronteggiare gli attacchi dell’ala più estremista del movimento, Martin Luther King prosegue la sua battaglia, ma il 3 aprile 1968, dopo aver tenuto il suo ultimo discorso, viene ucciso da un cecchino.

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su