Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibile per la spedizione
entro 2 giorni lavorativi
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 52 punti Gratitudine!


Morire, E poi?

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Dove va la coscienza dopo la morte?

Lo spiritismo è fraudolento e l'esperienza di premorte dipende da un'alterazione chimica del cervello riproducibile in laboratorio. In un campo confuso dalla ciarlataneria e dall'accettazione semplicistica di certe dichiarazioni, intervengono gli illuminati moderni per annunciare che l'aldilà esiste e spiegano dov'è e com'è.

AUTORE

Giancarlo Rosati nasce in Etiopia, si laurea in medicina e chirurgia, e consegue diverse specializzazioni. Negli anni Ottanta incontra Sai Baba e resta colpito dalla sua filosofia che ripropone la metafisica perseguita dai cristiani gnostici. Per condividere la sua esperienza con altri ricercatori scrive, tra saggi di metafisica e romanzi iniziatici, più di quaranta opere tra cui: L'uomo venuto dal ciclo, II Cristo è tornato, La storia non raccontata di Gesù, Le profezie di Maometto, La ricerca della felicità, Spiritualità senza religione, il calzino rovesciato, Infrangere l'illusione, Requiem per Dio, La trottola di Dio, L'ultimo sigillo, La grande rivelazione. Membro dell'accademia Tiberina e dell'Accademia delle scienze mediche e biologiche, vive a Parma.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 2 luglio 2015

MI limito a recensire solo il testo inserito nella copertina, sotto il titolo MORIRE E POI?. Cito testualmente: "L'esperienza di premorte dipende da un'alterazione chimica del cervello riproducibile in laboratorio. In un campo confuso dalla ciarlataneria e dall'accettazione semplicistica di certe dichiarazioni, intervengono gli illuminati moderni ...." Che dire? Qui manca prima di tutto una certa umiltà. Ma l'umiltà spesso è anche figlia di una certa competenza e consapevolezza. Sulle esperienze di premorte, liquidate con superficialità attraverso il riferimento ad una delle prime obiezioni poste alla veridicità delle NDE, obiezione comunque continuamente disinnescata da un vastissimo universo di ricerche e di evidenze varie in continua evoluzione, sarebbe stato opportuno documentarsi con umiltà e consapevolezza. Se non altro, per rispetto dei tantissimi studiosi (medici, scienziati, psicologi) che ne stanno svelando il valore.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su