Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it

Momentaneamente
Non disponibile

Avvertimi quando disponibile

Le Nebbie di Avalon

 

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Vi fu un'epoca in cui le porte tra i mondi fluttuavano con le nebbie e si aprivano al volere del viaggiatore. Di là dal regno del reale si schiudevano allora luoghi arcani, territori favolosi dove le più ammalianti creature parlavano lingue oggi sconosciute; dove nessuna cosa era identica a se stessa, ma poteva mutarsi a ogni istante in un'altra. Con l'andar del tempo, però, passare da una parte all'altra si fece sempre più difficile. Allora, come oggi, furono le donne a fare da mediatrici. Morgana, Igraine e Viviana conoscevano il modo per far schiudere le nebbie e penetrare nel magico regno di Avalon: come questo fosse, quali misteri racchiudesse, in che modo le Dame del Lago potessero influire sulle vite degli ardimentosi eroi della Tavola Rotonda è l'argomento di questo romanzo seducente, magico a propria volta.

Riusciremo anche noi, alla fine, a scoprire il varco che tuttora conduce da un regno all'altro? Sì, se dei tanti segreti che la voce di Morgana ci svela attraverso le pagine di questo libro, terremo a mente il primo, il più semplice e tuttavia più grande: che siamo noi, con il nostro pensiero, a creare giorno per giorno il mondo che ci circonda.

AUTORE

Marion Zimmer Bradley nacque ad Albany (New York) nel 1930. Studiò in Texas e si laureò all’Università della California, a Berkeley, dove risiedette fino alla morte, avvenuta nel 1999. Pubblicò la sua prima storia nel 1952 sulla rivista «Vortex Science Fiction», conquistandosi in breve la stima, e l'affetto, di un larghissimo pubblico, nonché la fama di regina della narrativa fantastica, genere che esplorò a fondo (con oltre sessanta romanzi e numerose raccolte di racconti) raggiungendo sempre risultati di grandissimo rilievo. Se la sua notorietà è legata soprattutto al Ciclo di Avalon e ai romanzi della Saga di Darkover, non meno importante è la sua produzione nel campo del romanzo fantastico, del romanzo storico e del romanzo neogotico.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 4 luglio 2017

Uno dei libri più belli e ben scritti che abbia mai letto. Lettura fluida, si legge che è una meraviglia.Consigliatissimo!!!

Commenta questa recensione

Scritto da: - 28 settembre 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

Bellissimo libro in cui mi ritrovo molto. Letto subito tutto d'un fiato, idea per un regalo speciale per una persona speciale.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 4 agosto 2015

Giuro che quando ho visto che il libro aveva solo 8 ( si otto) recensioni sono rimasto male. Ma come è possibile? E' un libro unico e straordinario. L'autrice è superba. Con le sue parole ti trasporta in un mondo magico, quasi dimenticato, in un tempo dove il concetto di spiritualità era un pochino diverso da quello di oggi. Un fantasy tra storia e religione antica. Ricco di tutto ciò di cui un buon romanzo ha bisogno.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 15 aprile 2015 Acquistato sul Giardino dei Libri

bhe.. Diciamo che recensire un Classico della Bradley è quasi impossibile..!! tre sole parole possono bastare: TRAVOLGENTE, INTRIGANTE, MAGICO!! :)

Commenta questa recensione

Scritto da: - 22 luglio 2014

Voglio provare a non farmi trasportare dal grande significato che ha per me questo libro e il ciclo di Avalon, dalla forza che mi ha dato leggerlo e dalle sensazioni che mi ha fatto riscopire e voglio essere obbiettiva! Non è secondo me un libro molto scorrevole, nonostante la bravura nella scrittura dell'autrice.....io stessa ho messo mesi a leggere le prime 300 pagine, ma più andavo avanti e più (come la maggior parte dei fantasy) lo divoravo. Un libro che non è un libro, è l'invito a sentire quello che abbiamo abbandonato da tempo, è la riscoperta di ciò che sembra perduto, ma....solo per chi ha orecchie per intendere! Secondo me infatti alla fine della lettura ci saranno sempre due categorie di persone: quelle che diranno che è un capolavoro e che è un libro che ha dato tanto, e quelle che diranno che è semplicemente un bel fantasy sul mondo celtico. I primi avranno colto secondo me lo scopo della Bradley, gli altri avranno semplicemente passato il tempo. Enorme è stata la documentazione storica dell'autrice per scrivere questo testo e questa saga in generale, quindi, è vero che è un romanzo, ma è palese che l'autrice abbia messo sotto forma romanzata concetti all'epoca scomodi da esprimere in quanto molto critici sulla religione cristiana e sul vero significato della religione in sè. Io definirei questo libro un mix tra un fantasy e un saggio religioso, quindi, a parer mio da prendere anche con serietà, mente aperta e con la voglia di porsi delle domande, e non solo come una bella storia. Devo dire che questo non è il mio preferito della saga, che è invece il primo nell'ordine cronologico della storia "Le querce di Albion", ma questo viene probabilmente subito dopo..... Un storia lunga, intensa, che ha secondo me anche lo scopo di rendersi volutamente infinita e di esprimere la non fine dei concetti riportati nel testo....insomma un libro prezioso, ma a patto che sappiate coglierne il significato e le sfumature, quindi non per tutti.......aggiungerei, indispensabile per chi segue il paganesimo ;-)

Commenta questa recensione

Scritto da: - 14 luglio 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

Devo dire che il titolo e la trama mi avevano attratto subito, tuttavia il racconto si fa sempre più lungo e pesante man mano che si procede. Romanzo interessante per chi cerca di riscoprire una storia dimenticata, quella dei Celti nella Gran Bretagna in fase di cristianizzazione, con i loro riti e la loro visione del mondo. Fonte di conoscenze storiche e letterarie è però un romanzo che si legge con fatica, a tratti cupo.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 7 maggio 2014

Penso che non ci siano parole per descrivere questo capolavoro fantasy, o meglio è un romanzo che si pone tra L'ucronia e il fantastico, in quanto descrive una storia "parallela" a quella approvata dai governi da far studiare nelle pubbliche istituzioni. La Bradley è stata abile nel riuscire a trovar attraverso l'archeologia e le informazioni spirituali avute dal revival neopagano, per costruire un romanzo che trovasse il suo spazio nella descrizione dettagliata delle pratiche che possibile attuassero le sacerdotesse antiche in questo tempo. La Bradley influenza così con i suoi romanzi fortemente la spiritualità Neopagana in forte aumento in questi ultimi anni, fornendo spunti di studio e di riflessione per tutte le religioni e gli studiosi di religione che sanno accettare un confronto tra una fede Monoteistica ed una politeistica.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 19 marzo 2014 Acquistato sul Giardino dei Libri

In genere aspetto di aver finito di leggere un libro, prima di scrivere un mio commento. O comunque di averne letto buona parte e di essere alle ultime pagine. Con questo, non credo sia necessario. Dire che è coinvolgente è ancora poco. Subito dalle prime pagine sono "entrata" nel libro e lo sto letteralmente divorando. Alla sera mi devo imporre di metterlo sul comodino, altrimenti starei a leggere anche tutta la notte, a dispetto della sveglia che suona la mattina dopo. Penso che sia dovuto al modo di scrivere di questa autrice. Non sono tanti i libri che ho letto in questa maniera.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 29 luglio 2013

per tutti gli appassionati della saga di re Artù e del mondo magico di Avalon. Un mondo però da riscoprire dal punto di vista tutto femminile. Una lettura fantasy, forse no, una lettura che riscopre la Divina Madre, il Sacro Femminino. Una lettura attuale.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 30 aprile 2013

Bellissimo, splendido, meraviglioso e altre mille aggettivi di questo tipo. Uno dei libri più belli che abbia mai letto in vita mia, forse il migliore della Bradley. Personaggi meravigliosi, ho amato Morgana e Viviana e gli altri personaggi (Ginevra un po' meno, ma sono di parte mi sa). E' un libro che ti cala letteralmente in un altro mondo, in qualcosa di sacro e meraviglioso e misterioso. Questa donna sapeva veramente come si scrive un libro. Consigliatissimo a chiunque.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 12 settembre 2012

Bellissimo romanzo storico/fantasy. Voglio ricordare che l'autrice trae i suoi romanzi da fonti stroriche e leggende, quindi non solo istruisce con la delicatezza di un racconto, ma anima i personaggi con sentimenti. Le nebbie di Avalon è un arcconto avvincente dove la storia prende vita, i personaggi animano il racconto e iu luoghi descritti profumano di passato. Ottimo testo per entrare nel mondo dei Cavalieri della Tavola Rotonda, per avvicinarsi a Morgana e al fantastico mondo di Avalon. Coinvolge a tal punto che anche noi, con la nostra fantasia affianchiamo i personaggi. Da leggere

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su