Nella Testa di una Jihadista

Anna Erelle

-15%
Nella Testa di una Jihadista

  Clicca per ingrandire

  • Prezzo € 11,90 invece di 14,00 sconto 15%
  • Tipo: Libro
  • Anno: 2015
  • Sconto

È giusto rischiare la vita in nome dell’informazione? «Volevo capire cosa pensa davvero un terrorista.» Giovane reporter francese, Anna Erelle ha indagato a fondo la «propaganda digitale»... continua

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sul bottone qui sotto)

Disponibile per la spedizione entro 5 giorni lavorativi

Quantità:
Aggiungi al Carrello

Guadagna Punti Gratitudine! Guadagna 12 punti Gratitudine!

Salva nella lista dei preferiti

Potrebbero interessarti anche:

Descrizione

È giusto rischiare la vita in nome dell’informazione? «Volevo capire cosa pensa davvero un terrorista

Giovane reporter francese, Anna Erelle ha indagato a fondo la «propaganda digitale» dello Stato Islamico e i metodi di reclutamento utilizzati dai jihadisti su Internet, la cosiddetta «Jihad 2.0». Nel corso delle sue ricerche è venuta in contatto con decine di giovani europee «reclutate» sui social network e dichiaratesi pronte a partire per la Siria. Per comprendere meglio il fenomeno e realizzare un reportage ha creato l'identità fittizia online di «Mélodie», una musulmana che vuole abbracciare la Jihad. Viene così in contatto con Abu Bilel, un francese trasferitosi in Siria, braccio destro di Abu Bakr al-Baghdadi. Anna/Mélodie parte per la Siria, decisa a raccogliere informazioni per il suo reportage, ma viene scoperta e Abu Bilel lancia una fatwa contro di lei.

Oggi Anna Erelle vive costantemente sotto scorta. Ha cambiato casa e identità. I giornali per cui scriveva le hanno vietato di parlare di terrorismo. Secondo i servizi di sicurezza francesi, Abu Bilel è ancora vivo.

Autore

Anna Erelle è una giovane reporter francese che ha indagato a fondo la «propaganda digitale» dello Stato Islamico e i metodi di reclutamento utilizzati dai jihadisti su Internet. Oggi vive sotto scorta e falsa identità per proteggersi dalle minacce dello Stato Islamico.


Torna su
Caricamento in Corso...