Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 26 punti Gratitudine!


Oltre l'Oceano della Reincarnazione

Un viaggio alla ricerca dell'infinito

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Lentamente procedeva sull’immenso oceano blu leggermente increspato di bianco e di scaglie azzurre e porporine, scorreva placida nel suo viaggio verso il tramonto del sole, con la sua gigantesca mole di nave da carico si trascinava goffa sull’acqua, come un gigante offeso agli arti che arranchi sul dorso enorme a gran fatica...

...Mi sentii inondato di luce e amore, un’esplosione di gioia dirompeva dal profondo del mio cuore, ero ebbro di un’estasi che nessun vino o droga può mai procurare, milioni di volte più intensa dell’esperienza sessuale, che non dipendeva da nessuna sostanza o persona esterna a me, ma che proveniva dalle viscere del mio stesso essere, risvegliata e accesa dal contatto con il Guru...

Il capitano Bud Herbert inizia il suo ultimo viaggio per i mari del mondo. Sarà un viaggio particolare, incontrerà un indovino, poi Jiang, con cui nascerà un grande amore, infine il Maestro, che lo aiuterà nel percorso spirituale. Durante le lunghe traversate per il vasto oceano, ricorderà le vite passate. Dovrà affrontare tempeste, amori e perdite, gioie e dolori, piaceri e dispiaceri. Pirati moderni attaccheranno la sua nave. Sono il ritorno delle azioni malvagie commesse come pirata in vite precedenti. E raccoglierà anche i frutti del bene fatto. Alla fine, dopo tante avventure, dopo essere stato messo alla prova dal suo Guru, potrà trovare quel che è alla sorgente dell’esistenza: la beatitudine totale dell’Infinito.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 1 settembre 2017

OLTRE L’OCEANO DELLA REINCARNAZIONE Ho letto con molto interesse il libro di Jayan Walter “Oltre l’oceano della reincarnazione”. Vi ho ritrovato l’entusiasmo, lo spirito, la solarità che si può avere in un libro di avventure unito ad una interessante ricerca dell’eterno dilemma della vita e della morte. Il personaggio principale Bud è descritto in modo incisivo e pregnante, sempre insoddisfatto ed alla ricerca di qualcosa che risolva la sua esistenza insoddisfacente e le sue frustrazioni. Di vita in vita (e di morte in morte) il nostro Bud ripercorre tutte le vie che lo porteranno a dissolvere il suo Ego (con l’aiuto ovviamente di un Maestro) ed a raggiungere l’agognata Illuminazione. A questo proposito sono gustosissime e divertenti le pagine che descrivono appunto gli scherzetti tirati dal Guru per ottenere lo scopo. Quel che più mi ha colpito nel romanzo è l’amicizia tra Bud e Henry: due esseri diversissimi (più passionale il primo, più razionale il secondo) che si cercano, si aiutano e si amano come solo due veri amici sanno fare, senza sdolcinature e leziosaggini. Un’opera da leggere tutta d’un fiato insomma, con un buon ritmo narrativo, un notevole approfondimento psicologico dei vari personaggi ed una splendida descrizione dei luoghi visitati dal nostro eroe nelle sue tante vite. Da non perdere. Dott. Silvano Zanghi

Commenta questa recensione

Scritto da: - 10 luglio 2017

Coinvolgente... facendoti emergere leggendolo... con delicatezza... sensazioni di benessere... Grazie

Commenta questa recensione

Scritto da: - 15 giugno 2017

È un po’ un romanzo autobiografico dove l’autore coinvolge il lettore ad intraprendere un viaggio nei vari continenti alla ricerca della vera felicità, quella infinita, che non è fuori ma dentro di noi: è noi stessi. Una ricerca faticosa, non priva di grandi sofferenze che lo mettono a dura prova. Ed è sulla soglia della rinuncia e della resa, ma la forza per il raggiungimento del regno di Dio è troppo grande, e allora il viaggio continua tra mari tempestosi e foreste meravigliose. Nulla può più fermarlo ormai dalla sua meta, la Libertà, quella vera, l’Essere Infinito. Dott. Francesco Marangio

Commenta questa recensione

Scritto da: - 24 maggio 2017

UN LIBRO DA LEGGERE Jayan Walter, pseudonimo di Ezio Vantaggiato, nel suo romanzo “Oltre l’oceano della reincarnazione” ci racconta, nelle vesti del capitano Bud Herbert, del suo ultimo viaggio di marinaio. Nel romanzo l’autore si autobiografa non solo in questa vita, ma anche in quelle passate che egli ha vissuto nelle molteplici reincarnazioni del karma induista e nelle quali ha goduto di gioie e piaceri, sofferto di dolori e dispiaceri, affrontato amori appassionati ed avventure perigliose. Il tema dominante del romanzo è, dunque, un viaggio nel tempo. Un peregrinare nel mondo, rievocando i passaggi di purificazione del ciclo perpetuo di morte e rinascita. Non sappiamo se l’autore sia un convinto assertore delle dottrine della reincarnazione, oppure egli abbia fatto ricorso all’espediente del ciclo magico delle rinascite per arricchire di situazioni ed immagini di pura fantasia il suo racconto. Egli asserisce che “il romanzo è sì frutto della fantasia, ma ha basi nella realtà.” Nel romanzo le persone, le cose, le azioni, i luoghi e le atmosfere che li avvolgono appaiono reali e sono capaci di trasferire nel lettore percezioni ed emozioni di straordinaria intensità; e che egli, il lettore, è indotto a ripensare tutta la vicenda sia nei suoi aspetti materiali, sia in quelli meramente concettuali e mistici, sentendosene comunque coinvolto. Avvincente è la storia d’amore, nata in un’altra vita, tra il protagonista e la bellissima Jiang. Suggestiva è la descrizione dell’attacco dei pirati alla sua nave come ritorno delle azioni malvagie che lo stesso Herbert ha commesso in un’altra vita. Interessante ed intrigante è l’incontro finale con il Guru che lo porterà a realizzare, anche attraverso la rivalutazione delle sue vite passate, il ritorno alla sorgente to-talmente ed esclusivamente spirituale della sua esistenza, ossia il ritorno all’Uno universale, e la conseguente beatitudine divina. Lo stile letterario è scorrevole e piacevole.

Commenta questa recensione

Scritto da: - 2 maggio 2017

Il romanzo mi è piaciuto moltissimo. E’ chiaro, scorrevole, pur essendo di 266 pagine non è pesante da leggere. Coinvolge il lettore. Accanisce nella lettura, in particolare alla fine, che ho letto in un soffio. E’ una storia d’amore commuovente e bella. Il romanzo trasmette al lettore tanti messaggi, in particolare: “Chi fa del male gli ritorna”. L’invito è a fare sempre del bene. Bellissimo è l’incontro che Bud ha con il Maestro, la sua esperienza di beatitudine. Ora mi è più chiaro il pensiero indiano. Quando si legge una storia con dei protagonisti si può percepire meglio un messaggio che leggere un saggio arido. Ci sono belle descrizioni del mare e dell’Africa. E’ molto avventuroso. Non annoia mai. Lo scrittore ha molta fantasia ed è bravo a scrivere.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su