Giorni 00
Ore 10
Min. 09
Sec. 08
Leggi le recensioni su IlGiardinodeiLibri.it
Disponibilità per la spedizione:
immediata!
Quantità:
  Aggiungi al Carrello

Guadagna 26 punti Gratitudine!


Paradossi della Scienza Suprema

Scoprire la più potente magia dell'universo

 
-15%

Clicca per ingrandire

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!
Ricorda anche di condividerlo (clicca sui bottoni qui sotto)

Tra gli scritti di Eliphas Levi il presente è indubbiamente il più importante.

“Molti sentieri guidano alla sommità della montagna, e molte e diverse sono le fenditure del Velo, attraverso le quali si possono gettare delle occhiate sulle segrete cose dell’Universo”

Per la prima volta nei Paradossi della Scienza Suprema si rivelano le verità più profonde dell’occultismo, allo scopo di conciliare i futuri sviluppi della scienza e della filosofia con la religione eterna.

“Non desiderare nulla, neppure la Giustizia; attendi, sino a che presto o tardi il cielo la compirà. Volere senza timore e senza desiderio è il segreto della volontà Onnipotente”

“La Scienza e la Religione sono come il giorno e la notte. Se la ragione è il sole, la fede è la luna.

In assenza del Sole la Luna è regina dei cieli.

Non dimentichiamo però che vengono dal sole tutti i suoi raggi e che la vera Fede non può mai essere assurda”

INDICE

Presentazione dell'Editore

Prefazione del traduttore dell'edizione inglese

Premessa del dott. C. Jinarajadasa

Indice delle materie

I VII PARADOSSI

I PARADOSSO:

  • La Religione è Magia sanzionata dal-
  • l'Autorità

II PARADOSSO:

  • La Libertà è Obbedienza alla Legge

III PARADOSSO:

  • L'Amore è la Realizzazione dell' impossibile.

IV PARADOSSO:

  • La Conoscenza è ignoranza o negazione del Male .

V PARADOSSO:

  • La Ragione è Dio

VI PARADOSSO:

  • L'Immaginazione rende Reale ciò che
  • inventa

VII PARADOSSO:

  • La Volontà compie ogni cosa, senza desiderarla

RICAPITOLAZIONE SINTETICA

  • Magia e Magismo
  • I Principi Inalterabili
  • Il Grande Segreto

AUTORE

Eliphas Lévi, pseudonimo di Alphonse Louis Constant (Parigi, 8 febbraio 1810 – Parigi, 31 maggio 1875), fu il più famoso studioso di esoterismo dell'Ottocento. Per qualche tempo si dedicò agli studi ecclesiastici nel seminario di Saint Sulpice, a Parigi, ma nel 1836 abbandonò il seminario, attratto dagli ideali del socialismo utopista. Al tempo stesso intrattenne rapporti con adepti della Massoneria francese e con esponenti dei più diversi rami dell’esoterismo. Le personalità che contribuirono maggiormente alle formazione del suo pensiero furono Alphonse Esquiros, studioso delle teorie sul magnetismo animale; l’abate José Custodio de Faria, un missionario dedito allo studio dei riti magico-religiosi orientali; lo studioso di numerologia e alchimia Louis Lucas; e soprattutto Höene Wronski, che lo iniziò ai misteri della cabbala e nel 1853 gli impose il nome magico di Eliphas Levi Zahed, traduzione in ebraico di Alphonse Louis Constant. Nel 1854 Levi fece un viaggio in Inghilterra, dove entrò in amicizia con alcuni esoteristi tra i quali, pare, lo scrittore Edward Bulwer-Lytton (1803-1873), che in seguito diventò membro onorario della Societas Rosacrociana in Anglia. Dopo il ritorno in Francia, Levi pubblicò il suo studio più importante, Dogme et Rituel de la Haute Magie (Parigi 1855-56), un'opera dedicata all'analisi delle più diverse branche dell'esoterismo antico e moderno, che egli definì "scienze occulte". Inoltre, Levi stabilì per la prima volta un rapporto preciso fra le 22 lettere dell'alfabeto ebraico e i 22 Trionfi dei Tarocchi, da lui definiti "Arcani maggiori", indicando in queste figure la chiave per la comprensione di tutti gli antichi dogmi religiosi. Dopo quest'opera capitale, Levi pubblicò numerosi altri volumi dedicati alle tradizioni magiche e diventò il punto di riferimento principale per gli studiosi di esoterismo, non soltanto in Francia.

Le vostre recensioni

Ti è piaciuto questo libro? Scrivi una recensione! Guadagna Punti Gratitudine!

Scritto da: - 26 luglio 2017

Strepitoso libro di impareggiabile valore iniziatico: le apparenti divergenze tra Fede e Ragione vengono sbriciolate dalla possente sintesi esoterica dell'autore e finalmente si giunge ad un'idea di Dio e del trascendente che non dilania la libertà dell'essere umano ma nemmeno lo esalta così com'è, ossia gretto ed egoista.

Commenta questa recensione

QUESTO LIBRO SI TROVA IN:
NOVITÀ DI QUESTA CATEGORIA

Torna su